Design pubblico, al Macro Testaccio la mostra ‘Nuovo design per nuove relazioni’

Si terrà dal 6 al 21 settembre 2011 negli spazi del complesso della Pelanda presso il Museo Macro Testaccio di Roma la mostra temporanea Nuovo design per nuove relazioni, organizzata da IED Roma e promossa dalla Fondazione Valore Italia. L’evento è inoltre realizzato in collaborazione con ADI – Associazione per il Disegno Industriale e con Fondazione ADI – Collezione Compasso d’Oro.

 

Saranno allestiti i migliori progetti frutto della ricerca intorno al tema del design pubblico. Dalla stazione della metropolitana alla recinzione di un cantiere urbano, dalla scuola multietnica al co-housing come nuova forma di abitare, dall’esperienza del turista a quella di una vetrina commerciale, il progetto di oggetti e spazi nasce da una molteplicità di relazioni fisiche e culturali, ne genera di nuove, trasforma una collettività.

 

Evento conclusivo della mostra, il 21 settembre alle 18.30, sarà Co-playing, un momento interattivo che supera le barriere imposte nelle formule tradizionali di conferenze e dibattiti, diventando un’occasione di riflessione sul Creative Commons, uno spazio aperto e partecipato che si propone di attivare nuovi meccanismi di relazione.

 

In una mostra che parla di condivisione dello spazio, Co-playing propone una nuova condivisione del pensiero attraverso un gioco di carte a cui saranno invitati a partecipare esperti di design, studenti IED e visitatori, che si confronteranno seguendo dinamiche di gioco relazionali. Le carte riprodurranno immagini, parole chiave e brevi testi tratti dai progetti esposti in mostra. Una voce fuori campo interverrà a sorpresa nel gioco per sovvertirne le regole e coinvolgere a sorpresa gli ignari spettatori.

 

Nuovo design per nuove relazioni espone le ricerche svolte negli ultimi due anni di attività della scuola di design, nei dipartimenti di Product e Interior Design. Prima il Futuro e successivamente il Creative Commons, la creatività come frutto di un lavoro collettivo, sono stati i temi generali affrontati da IED Roma.
Il progetto dell’abitare, del trasporto, dei servizi sono stati affrontati con un approccio innovativo generando progetti di tesi, laboratori e progetti speciali, in un confronto continuo con il fertile contesto di riferimento costituito dalla città di Roma.
La realtà locale del territorio romano offre una molteplicità di occasioni di progettualità in cui la dimensione collettiva della creatività svolge un ruolo determinante, dal punto di vista economico, culturale, sociale. Roma è la città del pubblico per eccellenza, dei media, del turismo, con un patrimonio di beni culturali, collettivi, ancora solo in parte valorizzato.
IED Design ha indagato quindi nuove tipologie e nuovi oggetti dell’abitare, riferito all’esperienza del Co-housing, con l’obiettivo di riflettere sulle potenzialità della casa come spazio che costruisce relazioni e offre servizi che aumentano il livello di confort dell’abitare, servizi destinati alla comunità dei residenti e servizi che possono anche diventare punti di riferimento per un sistema urbano più ampio.

 

Tra i temi affrontati anche quello della scuola come lo scenario all’interno del quale si innescano situazioni di confronto culturale a differenti livelli, che partecipano al processo di formazione di inter-culturalità delle future generazioni. L’idea di una scuola “aperta” diventa il nuovo termine che rappresenta e contiene i valori di relazione, multiculturalità, socializzazione, scambio, confronto, auto rappresentazione e formazione che vanno oltre i momenti della didattica, superando e coinvolgendo, con iniziative trasversali adulti e bambini.
Gli studenti si sono anche confrontati con il difficile tema della mobilità interpretando i luoghi e gli spazi dove questa si realizza, come le stazioni della metropolitana, o spingendosi all’individuazione di proposte alternative per trasformare le criticità, prodotte dai cantieri per la realizzazione di infrastrutture, in risorse per la città.

 

Scarica l’invito

 

SCHEDA EVENTO

 

Nuovo design per nuove relazioni

 

Luogo
Macro Testaccio La Pelanda
Piazza Orazio Giustiniani 4
Roma

 

Periodo
dal 6 al 21 settembre 2011

 

Orari
da martedì a domenica
dalle 16.00 alle 24.00
lunedì chiuso

 

Per ulteriori informazioni
www.unicitaditalia.it
www.ied.it

 

Nell’immagine, alcuni dei progetti degli studenti di IED Design; in alto Bucky Ball di Susanna Mazzilli e Sara Paludi

Scritto da

The author didnt add any Information to his profile yet



Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

News dal Network Tecnico