Design made in Italy: la collezione Garagedesign in mostra

Garagedesign esce dal web e concretizza una partnership con Scic Cucine d’Italia. Il sodalizio tra i due marchi-simbolo della creatività e della qualità made in Italy, è già realtà: basta percorrere la più importante via del design al mondo – Via Durini a Milano – per vedere la collezione Garagedesign in mostra al civico 19, sede del neoclassico show-room Scic, ricavato dalla trasformazione dell’ex officina tipografica e boutique di editoria artistica Franco Maria Ricci.

 

A vivacizzare le cucine Scic, una selezione di oggetti d’arredo e per la tavola: la teiera per due Siamese Dream, i centrini con ombra Chang&Read, la mattonella spremiagrumi Sanguinella, tutti e tre del collettivo romagnolo Dorothy Gray, il duo di teiere-innaffiatoio Swan & Trunk di Antonio Aricò, che commistionano l’estetica della cucina con quella del giardino, in un romantico rito del tè dedicato alle piante di casa, i rigorosi vasi nucleari in argilla rossa ingabbiata in argilla grigia di Fabio Bortolani, sedia e scrittoio Exilium di Maria Federica Maestri, parte di un set di teatro sperimentale, ricavati dalla semplice piegatura di lastre di alluminio standard, la panca super leggera B.Bench dell’italo-americano Giordano Pozzi, ispirata a elementi tipici della cucina, come il baccello del fagiolo e l’intreccio dei cestini tradizionali giapponesi, le tazzine Due di Andea Damiani, i portabicchiere Easy Cup di ZP Studio, il vaso in porcellana Accartoccio di Giulia Maselli, che gioca con l’inganno della superficie spiegazzata come carta o pelle.

 

La particolarità di tutti questi oggetti è l’essere nati in seno ad un progetto di crowd sourcing in rete, l’atelier e webshop Garagedesign, al quale i designer hanno aderito con fiducia e spirito di condivisione. Massima tecnologia e libera circolazione delle idee, da una parte, e salvaguardia delle abilità manuali e del know-how artigianale dall’altra: gli oggetti Garagedesign, infatti, vengono prodotti su richiesta, in edizioni limitate (e personalizzabili) da abili artigiani, tutti rigorosamente italiani, desiderosi di conservare la tradizione, amanti del saper fare e capaci, allo stesso tempo, di mettersi in dialogo con il futuro, rappresentato dai concept innovativi di design e di commercio.
Fin’ora la collezione è stata in vendita solo sul sito www.garagedesign.it, mentre con l’apertura a Scic, Garagedesign esce dal web – con un processo inverso alla comune tendenza – per entrare nel circuito “reale”.

 

Per ulteriori informazioni
www.garagedesign.it

 

Nell’immagine di apertura, la teiera Siamese Dream, designer Dorothy Gray, in mostra nello show-room milanese di Scic

Scritto da

The author didnt add any Information to his profile yet



Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

News dal Network Tecnico