Design – Il premio Best Communicator Award al Marmomacc 2010

Mercoledì 29 settembre alle ore 18.00 presso lo spazio Agorà della Fiera di Marmomacc si è svolta, con la partecipazione del presidente della fiera Ettore Riello, la cerimonia di premiazione della quarta edizione del Best Communicator Award. La Giuria, dopo attenta visita a tutti gli stand, ha conferito cinque premi con le seguenti motivazioni.

 

BUDRI – PATRICIA URQUIOLA
La Giuria premia il felice incontro fra una poetica progettuale e una straordinaria capacità di lavoro.
L’allestimento si risolve in una ricerca intorno all’idea della decorazione contemporanea, che diventa sostanza stessa del progetto.
Le lavorazioni evidenziano la possibilità di ottenere moduli leggeri, con cui comporre quinte di aerea trasparenza, così come stratificare la materia in arabeschi traforati.
Da sottolineare il sistematico utilizzo dei ritagli di lavorazione.
Paricia Urquiola ha vinto anche il premio “Le donne del marmo”.

 

PIBA – MANUEL AIRES MATEUS
La giuria premia l’eleganza architettonica di un allestimento che, nello scegliere il rigore della monomatericità, non rinuncia ad una variegata articolazione dello spazio.
Attraverso un’evocazione mitologica, il progetto parla in realtà un linguaggio moderno e contemporaneo, affidato alla presenza evocativa di oggetti d’uso, che diventano metafisici reagenti emozionali.

 

MARSOTTO – THOMAS SANDELL
La giuria premia l’assoluta essenzialità di un allestimento affidato ad un’icona elementare ed un unico modulo ripetuto.
L’archetipo della casa, reso quasi sacrale dalla purezza di un gesto minimale, è declinato dal ritmo regolare di lastre disposte come scandole appoggiate su di una scabra struttura lignea.

 

MBD SAID – PAOLO ARMENISE E SILVIA NERBI
La giuria premia una soluzione di paradigmatica chiarezza applicata ad una situazione di particolare complessità.
Di fronte ad una variegata gamma di prodotti tecnici, l’allestimento privilegia la regola imposta da una parete a grande altezza, in cui ricondurre l’eterogeneità ad un ordine razionale. Una sorta di bacheca in fuori scala, che diventa elemento tridimensionale e di comunicazione.

 

FURNARI – MARCO PIVA
La giuria premia un progetto che, nel privilegiare lo spazio interno, definisce un volume omogeneo e compiuto. Lastre di uno stesso materiale ma con differenti finiture risolvono il perimetro delle pareti, mentre oggetti isolati come piccole sculture d’uso scandiscono il piccolo volume interno.

 

Giuria
Livio Salvadori, Presidente di giuria – Redattore di Casabella e membro della Commissione Materiali e Componenti ADI
Mauro Albano – Brand Manager di Marmomacc
Enrico Morteo – Storico e critico del design, curatore della Collezione Storica del Compasso d’Oro
Mia Pizzi – Managing editor di Abitare, membro Osservatorio ADI
Irene Maria Scalise – Giornalista di Repubblica

 

Allestire la Pietra
Nel solco della valorizzazione di una qualità espositiva tesa ad accrescere consapevolezza e capacità comunicativa nel settore litico, per il quarto anno consecutivo Marmomacc indice il Best Communicator Award.
Allo scadere del primo triennio, il 2010 vedrà all’opera una rinnovata e altrettanto autorevole giuria. Dopo aver visionato e valutato tutti gli stand che parteciperanno alla mostra veronese, ogni membro autonomamente segnalerà le realtà maggiormente meritevoli di attenzione per la cura e l’intuizione nell’evidenziare e trasmettere attraverso l’exhibit design potenzialità e prospettive dei materiali litici.
Attività del resto, quella del premio, ormai ineludibile nell’ambito dell’attenzione che Marmomacc dedica all’intero spettro strategico legato al mondo del marmo e della pietra.
In questo preciso ambito nascono altre nuove decisioni, che caratterizzeranno l’edizione 2010. Intanto, la scelta di non assegnare il premio per più di due volte consecutive alla stessa ditta, in modo da garantire uno sguardo e una panoramica sempre più organici, aggiornati e approfonditi.
Poi, la nuova formulazione per categorie del Best Communicator Award, che consentirà di affrontare specifici aspetti dell’attività espositiva come la coerenza con le peculiarità del materiale, la sostenibilità, la fruibilità, l’innovazione legate sia agli aspetti tecnologici sia all’impatto economico ed espressivo.
Il prestigio del premio è verificato dalla vasta visibilità e attenzione mediatica di cui fin dalla prima edizione gode.
Se Marmomacc stesso dedica infatti ai vincitori una specifica campagna di attenzione, l’ADI ha accolto nella sua sezione Exhibit Design del prestigioso Index attualmente in uscita anche il progetto espositivo de Il Casone, realizzato da Claudio Silvestrin, tra i vincitori del Best Communicator Award 2008.

 

 

Nell’immagine di apertura Marco Piva allo stand di MgmFurnari

Scritto da

The author didnt add any Information to his profile yet



Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

News dal Network Tecnico