Design e arte contemporanea, MyAtelier.net: la creatività per le strade di Roma

Dal 19 al 29 maggio 2011 Roma diverrà capitale della creatività accogliendo nelle sue vie e principali piazze la prima edizione del progetto MyAtelier.net – Creatività per le strade di Roma. 15 cubi per 15 artisti, con il patrocinio di Roma Capitale, organizzato dalla società MyAtelier, con la direzione artistica di Boiler Corporation con Porzia Bergamasco, la partnership dell’Istituto Europeo di Design e di ma0/Studio d’architettura di Roma.

 

Un percorso nelle strade e negli angoli più suggestivi di Roma, alla scoperta di 15 “cubi/atelier” assegnati a 15 creativi nazionali e internazionali, trasforma l’antica capitale in una galleria d’arte contemporanea a cielo aperto.
15 punti collegati sul tema dell’Altrove, espresso dagli artisti con opere site-specific all’interno dei cubi assegnati, che rendono partecipi romani, turisti, appassionati e curiosi dell’arte e del nuovo, di una riflessione sull’attraversamento dei “confini” posto in stretta relazione con le più attuali idee della pluralità, della mobilità e della città.

 

I “cubi/atelier” sono stati progettati dagli studenti di IED Roma secondo criteri di sostenibilità, rispetto e valorizzazione delle location in cui si inseriscono. L’Istituto Europeo di Design di Roma ha infatti accolto la sfida di MyAtelier.net: elevare la progettualità di giovani creativi al servizio dell’arte contemporanea per la realizzazione dell’evento urbano che animerà la città di Roma. MyAtelier.net rappresenta uno sguardo allargato a tutte le forme artistiche rese fruibili all’interno di spazi collettivi diffondendo cultura e bellezza, avviando dialoghi interculturali tra popoli e generazioni. Il progetto è il frutto del lavoro di tesi interdisciplinare dei due corsi triennali di Grafica e di Interior Design dello IED di Roma.
La scommessa richiesta agli studenti da MyAtelier.net e da Boiler Corporation consisteva nella progettazione di 15 cubi di 4x4x4x metri, destinati ad essere distribuiti in 15 luoghi nevralgici della città di Roma e allestiti da un gruppo di artisti tra creativi multimediali, designer, fotografi, musicisti, videomaker.
Il progetto prevedeva anche l’elaborazione dell’immagine coordinata dell’evento con lo scopo di creare un percorso metropolitano di rilettura della città attraverso l’arte ampliando le occasioni di interazione tra i diversi fruitori della città, abitanti, turisti e appassionati di arte.
Questa collaborazione – afferma Alberto Iacovoni, Direttore IED Roma – rappresenta per il nostro Istituto un’esperienza importante che lo rende attore partecipe e attivo nel tessuto urbano e negli eventi  culturali e di sperimentazione della città e conferma l’interesse delle aziende a coinvolgere i giovani talenti del domani”.

 

Un processo durato quasi due anni, attraverso lezioni, gruppi di studio ed elaborazione di prototipi che sono stati anche oggetto di tesi. I progetti degli ormai ex studenti, risultati “vincitori” – Ludovica Colizzi, Francesco Costa, Ottavia Lello (progettisti dei cubi) e Patrizio Anastasi (immagine coordinata e grafica) – sono stati selezionato poiché meglio rispondevano ai parametri di riferimento, ovvero il rispetto e la valorizzazione del valore artistico e architettonico delle location scelte, l’eco sostenibilità e il basso impatto ambientale e un utilizzo pluriennale e polifunzionale dei cubi.
Il gruppo dei giovani designer ha lavorato ad un progetto che esprime grande semplicità, adattabilità e versatilità. È stato concepito come il template di un blog dove ogni utente/artista ha ampio spazio di personalizzazione nella cura della creatività interna del cubo. L’allestimento è definito da un cubo di quattro metri di lato. L’involucro esterno, formato da pannelli di tessuto traslucido, diventa la tela sulla quale, gli artisti possono stampare, pitturare, proiettare e creare suggestivi giochi di luci ed ombre. All’interno, lo spazio si configura per permettere gli allestimenti più interessanti per meglio adattarsi alle esigenze di ogni creativo. La grafica elaborata da Patrizio Anastasi è uscita dal solito canone strettamente figurativo. Strutturando un ragionamento più concettuale, Patrizio ha evidenziato il processo e l’evoluzione del marchio, piuttosto che la sua parte puramente estetica. La grafica prende spunto dalle connessioni esistenti tra i cubi dislocati nella città esaltando i punti di raccordo tra le macro aree con una operazione grafica ispirata al mapping. Il risultato è un contenuto dinamico che esalta il significato delle reti e del network.
I ragazzi sono stati seguiti dai responsabili di MyAtelier.net e coordinati da uno staff di docenti professionisti: Giorgio Martocchia per il Design e Renato Astolfi per la Grafica, e sono stati attivamente coinvolti nelle fasi esecutive di realizzazione dell’evento.

 

La scelta dei 15 artisti, designer, scultori, fotografi e performer è avvenuta attraverso un meccanismo misto che prevede: dieci artisti a invito diretto e cinque selezionati attraverso una open call del sito MyAtelier.net che ha pubblicato tutti i portfolio dei candidati e si configura come spazio e vetrina permanente per artisti.
Otto sono stati scelti da un gruppo di selezione – indicato da Boiler Corporation – che, in questa prima edizione, vede una composizione in forma ristretta a tre professionisti autorevoli e noti a livello internazionale: Umberto Angelini (direttore di UOVO Performing Arts Festival, Milano), Lorenzo Gigotti (co-fondatore e direttore di NERO magazine, Roma), Fabio Novembre (architetto).
Come segno ulteriore di interazione con quanto di rilevante accade in città, per l’edizione 2011 MyAtelier.net ha riservato 2 dei 15 cubi ad artisti dell’area islamico-mediterranea per uno scambio con la Settimana della Cultura Islamica, iniziativa promossa da Roma Capitale, Ministero degli Esteri e Ministero dei Beni Culturali che si svolge in concomitanza a Roma.

 

Roma diverrà così una grande galleria outdoor nel percorso individuato da ma0/Studio d’architettura insieme a Comune di Roma e Soprintendenza dei Beni Artistici e Storici di Roma che hanno intercettato luoghi d’interesse artistico, culturale e commerciale, così come punti strategici di attraversamento come le piazze e le stazioni. L’intero tracciato si articola tra due “porte” storiche della città: ponte Milvio a nord e l’EUR a sud. Un invito a rileggere la città come una sequenza di luoghi ad uso collettivo e all’insegna della sperimentazione creativa.

 

Giovedì 19 maggio, alle ore 11.30 presso i Musei Capitolini nella Sala Pietro da Cortona, saranno presentati in conferenza stampa i dettagli del progetto. La sera ci sarà l’apertura ufficiale dell’evento cui seguirà una grande festa aperta alla città.

 

SCHEDA EVENTO

 

MyAtelier.net
Creatività per le strade di Roma
15 Cubi per 15 Artisti
Prima Edizione

 

Luogo
Roma, luoghi vari

 

Periodo
19-29 maggio 2011

 

Orari
dal lunedì al giovedì | ore 10-23
venerdì e sabato | ore 10-02
domenica | ore 10-23

 

Conferenza Stampa
giovedì 19 maggio, ore 11.30
Musei Capitolini – Sala Pietro da Cortona
Piazza del Campidoglio, 1

 

Organizzazione | MyAtelier srl
Direzione Artistica | Boiler Corporation con Porzia Bergamasco
Coordinamento | Pier Mario Simula//Boiler Corporation
Partner di progetto | Istituto Europeo di Design
Disegno del percorso e localizzazione cubi | ma0/Studio di architettura
Sponsor relations | IMC Group srl – Mediavip

 

Con il patrocinio di Roma Capitale

 

Per ulteriori informazioni
www.myatelier.net

 

 

 

Nell’immagine, il render del “cubo/atelier” progettato dagli studenti di IED Roma Ludovica Colizzi, Francesco Costa, Ottavia Lello (progettisti dei cubi) e Patrizio Anastasi (immagine coordinata e grafica)

Scritto da

The author didnt add any Information to his profile yet



Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

News dal Network Tecnico