Design contest Hi-Macs per l’arredo urbano. I progetti vincitori

Nel corso del 100% Design Show a Londra, sono stati premiati i vincitori di HI-MACS® Design Competition 2011, evento organizzato da LG Hausys Europe. Le creazioni degli otto finalisti nelle due categorie – professionisti e studenti – sono state riprodotte a grandezza naturale da Global Vacuum Presses.

 

La giuria internazionale, composta da Jonathan Clarke e John Nordon dello studio Woods Bagot (Regno Unito), Bruno Fattorini (Bruno Fattorini and Partners, Italia), Clivia Bauer (Innerarchitektur + Design, Germania), Jules Mesny-Deschamps (Studio Jules Mesny-Deschamps, Francia) e dal caporedattore della rivista Designer Magazine, Martin Allen-Smith (Regno Unito), ha selezionato i progetti vincitori tra gli oltre cinquecento partecipanti al concorso, incentrato sul tema dell’arredo urbano. I criteri di selezione degli otto progetti finalisti e dei due vincitori hanno riguardato fruibilità, commercializzazione, creatività, estetica, innovazione e, naturalmente, l’utilizzo delle caratteristiche/proprietà di HI-MACS®.

 

Per la categoria professionisti il progetto vincitore è E-Moke di Daniel Abendroth, il cui slogan, e concept di progetto, è recharge your mobiles.
L’energia è un bene sempre più prezioso perché sarà sempre meno disponibile in futuro e questo progetto fornisce una soluzione semplice per un problema enorme. E-Moke è una cyclette innovativa da collocare in ambienti pubblici che permette a chi la utilizza di ricaricare, pedalando, il proprio telefono cellulare. È realizzata con una superficie HI-MACS® in bianco e verde, ma può essere personalizzata – grazie all’ampia gamma di colori HI-MACS® disponibili – per essere abbinata ai colori propri di una città o di un’azienda. La parte frontale è dotata di una presa USB dove si può facilmente connettere il proprio dispositivo mobile. Sensazionale e di buon senso, E-Moke elimina il problema del telefonino scarico.
Daniel Abendroth è un designer che lavora a Stoccarda, in Germania, dal  2001. Ha studiato design alla State Academy di Stoccarda ed Economia alla Reutligen-University. Si è specializzato nell’esplorazione di nuove tecnologie e materiali per realizzare prodotti innovativi e sostenibili, utilizzando, principalmente, strumenti digitali per il design e lo sviluppo. Con la sua azienda Inogram, lavora non solo nel campo dell’architettura ma anche in quello della moda e del lusso.

 

Per la categoria studenti è stato premiato il progetto Naked Lamp di Mario Fuentes.
Naked Lamp, lampada urbana, è stata pensata per portare luce e colore in città. La sua base luminescente è disponibile in un’enorme varietà di colori caldi e accesi per illuminare la città, sovvertendo i canoni tradizionali  che vogliono il lampione come un semplice  oggetto di contorno.
Nella città moderna e inquinata appare un lampione brillante e colorato. In una situazione di desolazione, visto l’ambiente triste che ci circonda, Naked Lamp cerca di dimostrarsi semplice e pulita com’è, pura, ed essenziale ma piena di luce e di colore. La parte centrale del lampione è stampata utilizzando Solid Surface di HI-MACS®, sfruttandone il processo di stampaggio a caldo.
Si possono creare due “lampioni puri” utilizzando un solo foglio, eseguendo solo alcuni tagli; non sono necessarie giunture, così questo prodotto permette di risparmiare materiale, tempo e denaro. Utilizza la tecnologia LED per le luci: la luce superiore è un LED bianco lucente, mentre quella inferiore è un RGB LED a bassa intensità, che può creare un’enorme varietà di colori ed offre ai passanti una sua  particolare color-terapia. Il lampione è stato concepito, inoltre, per ospitare nella sua parte superiore un pannello solare, in modo da enfatizzare ancor di più la purezza del prodotto, la sua ecosostenibilità e il suo rispetto per l’ambiente.
Può essere utilizzato nei parchi, nelle piazze, nelle zone pedonali, nelle strade, nelle passeggiate e nel centro città. Ma non solo. È perfetto anche in ambienti privati, come gli hotel, le piscine o i giardini.
Mario Fuentes è uno studente all’ELISAVA, Escola Superior de Disseny I Enginyeria di Barcellona.

 

Il concorso HI-MACS® Design Competition 2011 è stato concepito per permettere ai partecipanti di sfruttare la straordinaria versatilità di HI-MACS® la cui inalterabilità nel tempo, la termoformabilità e l’invisibilità delle giunture sono qualità indispensabili per creare qualsiasi forma tridimensionale desiderata. La non-porosità e la traslucenza inoltre, rendono la “pietra acrilica” di nuova generazione perfetta per le applicazioni da esterno.

 

Fotografie | Joel Knight, Regno Unito
Design dello stand | Woods Bagot, Regno Unito
Fabbricazione dei progetti | Global Vacuum Presses
Materiale | HI-MACS® Natural Acrylic Stone

 

Per ulteriori informazioni
www.himacs.eu

 

Nell’immagine di apertura, render di ambientazione del progetto Naked Lamp di Mario Fuentes, vincitore dell’HI-MACS® Design Competition 2011 per la categoria studenti

Scritto da

The author didnt add any Information to his profile yet



Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

News dal Network Tecnico