Decreto Crescita e Sviluppo, tutte le possibilità di detrazione 36, 50 o 55%

Il Decreto Crescita e Sviluppo, pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale n. 147 del 26 giugno 2012, contiene interessanti novità per le detrazioni, del 36% o del 50% per gli interventi di ristrutturazione e per efficienza energetica delle abitazioni.

 

Dal giorno in cui è stato pubblicato il Decreto Crescita e Sviluppo (il 26 giugno) fino al 30 giugno 2013 è possibile usufruire di una detrazione Irpef del 50% sulle spese per interventi di ristrutturazione e risparmio energetico con un tetto di spesa massimo di 96.000 euro.
Fino alla fine dell’anno le detrazioni 50% coesisteranno con lo sconto fiscale del 55%.
Fino al 31 dicembre 2012 quindi la detrazione del 55% per interventi di efficientamento e risparmio energetico segue le regole precedenti (tetto massimo di spesa, interventi agevolati, ecc.), tenendo presente che lo sconto è legato al rispetto del limite del 20% di risparmio ottenuto di energia primaria, secondo quanto stabilito dal d.lgs. 192/2005.
Il vero cambiamento per la detrazione 55% arriverà a partire dal 1° gennaio 2013: fino al 30 giugno 2013, il bonus scenderà al 50% e saranno modificate anche i tetti massimi di spesa detraibili.


Gli interventi ammessi e le rispettive detrazioni
(dove abbiamo indicato 36%-50% o 55%-50% la detrazione fiscale è quella in vigore quando vengono sostenute le spese. Fonte: il Sole 24 Ore).


Antenne TV radio o satellitare: detrazione 36%-50%
Installazione nuovo ascensore
: detrazione 36%-50%
Autoclave, installazione di nuovo impianto
: detrazione 36%-50%


Interventi nel bagno, cambio piastrelle, sanitari e tubature: detrazione 36%-50%. Se si interviene solo su piastrelle o sanitari, nessuna detrazione
Costruzione o riparazione del balcone
: detrazione 36%-50% per realizzazione o consolidamento
Sostituzione del boiler scalda-acqua
: se il boiler elettrico viene sostituito con uno a gas, l’agevolazione è del 36%-50%; se viene sostituito con una pompa di calore con coefficiente maggiore di 2,6, la detrazione è del 55% dal 1° gennaio 2012 fino a fine 2012, del 50% per i primi 6 mesi del 2013, del 36% dal 1° luglio 2013


Sostituzione dell’impianto caldaia: se la sostituzione è con modello a condensazione o pompe di calore a bassa entalpia e comprende termoregolazione dei caloriferi, la detrazione è del 55%-50%. In tutti gli altri casi, la detrazione è del 36%-50%
Sostituzione dei radiatori
: solo se si sostituisce anche la caldaia, l’agevolazione è del 55%-50%
Isolamento di coperture o pareti
: se si rispettano i requisiti di risparmio energetico (d.m. 11 marzo 2008, allegato B) la detrazione è del 55%-50%
Installazione di nuovo climatizzatore esterno
: l’agevolazione è del 36%-50% sugli impianti che hanno la pompa di calore
Contabilizzazione delle valvole termostatiche e dei ripartitori di calore
: la detrazione è del 55%-50% se la si accompagna alla sostituzione delle caldaia con modello a condensazione o pompe di calore. In tutti gli altri casi, la detrazione è del 36%-50%


Sostituzione delle finestre e degli infissi: la detrazione è del 55%-50% se le nuove finestre rispettano i requisiti di trasmittanza termica all’allegato B del d.m. 11 marzo 2012 e s migliorano le prestazioni energetiche della casa. Con doppi o tripli vetri la detrazione è del 36%-50%
Garage o box auto: se pertinenziale, la detrazione solo ed esclusivamente sulle spese giustificate dall’impresa di costruzione è del 36%-50%
Impianto elettrico
: la detrazione è del 36%-50%


Rifacimento del lastrico solare o impermeabilizzazione: solo per la posa di materiale coibentanti che rispettano le caratteristiche di isolamento termico a norma, la detrazione è del 55%-50%. Per tutto il resto, la detrazione è del 36%-50%
Installazione di pannelli solari per l’acqua
: la detrazione è del 55%-50% se l’impianto ha una garanzia di 5 anni ed è conforme alle UNI ENI 2945-76. Altrimenti, è del 36%-50%
Spostamento di una parete interna
: la detrazione è del 36%-50%
Sostituzione di pavimenti interni
: solo se l’intervento è contestuale a manutenzione straordinaria, la detrazione è del 36%-50%. Negli altri casi, si tratta di manutenzione ordinaria non agevolata


Installazione di una porta esterna blindata: la detrazione è del 36%-50%. Se la porta ha caratteristiche di trasmittanza all’allegato B del d.m. 11 marzo 2012 la detrazione è del 55%-50%
Ricostruzione di scale condominiali
: la detrazione è del 36%-50%
Seminterrato
: se viene recuperato e reso abitabile e se nel titolo abilitativo per i lavori è specificato che c’è un cambio d’uso, la detrazione è del 36%-50%
Soppalco interno
: la detrazione (36%-50%) vale solo per quelli abitabili, non per i ripostigli
Sottotetto
: se lo si recupera a fini abitativi senza creare una nuova unità abitativa, l’agevolazione è del 36%-50%


Tapparelle: le antifurto sono agevolate al 36%-50%, quelle elettriche hanno la stessa agevolazione se nella casa abita un disabile grave (articolo 3, comma 3, legge n. 104/1992)
Rifacimento totale o parziale del tetto
: detrazione 36%-50% (anche solo per sostituire le tegole)

 

Approfondisci ancora di più l’argomento su Ediltecnico.it: leggi Ristrutturazioni, le regole delle detrazioni 50%

 

Su Ediltecnico.it leggi lo Speciale sulle ristrutturazioni al 50%.

Scritto da

The author didnt add any Information to his profile yet



Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

News dal Network Tecnico