Da SKF arriva il ?cappotto? che veste gli edifici e riduce i consumi

Una schermatura innovativa di veneziane autoregolanti che si orientano in base al clima.

Arriva dalla tecnologia SKF l’ultima soluzione architettonica per il risparmio energetico: un innovativo sistema veneziane in vetro e acciaio autoregolanti che “vestono” e isolano l’edificio mantenendo costante la temperatura all’interno degli spazi e ottimizzando al massimo gli effetti degli impianti di riscaldamento e condizionamento (detti HVAC – Heating Ventilation and Air Conditioning).

I numeri sono decisamente significativi: fino al 35% di energia risparmiata durante l’inverno e fino al 50% in estate.

 

Il sistema, collegato direttamente al software che gestisce l’impianto HVAC fa sì che il programma di schermatura si orienti in modo autonomo in base al clima esterno catturando o respingendo il calore: in inverno sarà rivolto verso l’interno mentre in estate verso l’esterno.

L’esempio più noto è quello dell’applicazione al Parlamento Europeo di Bruxelles, dove la soluzione SKF può consentire una riduzione del 40% dei costi annui derivanti da riscaldamento e raffreddamento degli ambienti interni. Ridurre i consumi significa anche contenere la dispersione dell’energia nella quotidianità. Per questo motivo le soluzioni di SFK per il risparmio energetico si estendono anche all’ambito dell’architettura e della progettazione di edifici.


Il Gruppo SKF è fornitore leader a livello mondiale di prodotti, soluzioni e servizi ai clienti nel settore dei cuscinetti volventi, delle tenute, della meccatronica, dei servizi e dei sistemi di lubrificazione. 120 stabilimenti produttivi in 28 paesi e una rete capillare di quindicimila concessionari e rivenditori, questi i numeri di un Gruppo che nel 2007 ha festeggiato il centenario della fondazione. In Italia, SKF è presente con dieci stabilimenti, 4.700 dipendenti e circa centodieci concessionari ufficiali che dispongono di oltre centocinquanta punti vendita.

Nell’immagine, l’edificio del Parlamento Europeo di Bruxelles

CONDIVIDI

Aggiungi un commento

Aggiungi un commento
Please enter your name here