Contract, Gordon Ramsay inaugura a Londra un nuovo ristorante di design

Ha recentemente inaugurato a Londra il nuovo ristorante Bread Street Kitchen dello chef scozzese Gordon Ramsay.

 

Il ristorante, che è stato progettato dal prestigioso Studio Russell Sage, è situato all’interno di One New Change, la nuova destinazione dello shopping di tendenza nel cuore della città di Londra – a Cheapside – e si presenta come un ampio spazio aperto in stile industriale che si ispira all’estetica East London”, amplificandola in modo suggestivo.
Il pavimento, realizzato con la collezione in grès porcellanato Tinte Unite di Ceramiche Keope nel formato cm 20×20, connota il locale di un sapore contemporaneo grazie all’originale effetto “scacchiera” conferito dal dualismo cromatico che vede l’alternarsi del bianco e del nero.

 

Gordon Ramsay ha aperto più di venti ristoranti in tutto il mondo e durante la sua carriera come ristoratore è stato premiato con dodici stelle Michelin. Lo chef, famoso per il suo carattere energico e impetuoso e capace di influenzare una lunga linea di tendenze e modi nuovi di fare cucina, ha partecipato a programmi televisivi di successo, durante i quali viene spesso pubblicizzato il nuovo ristorante Bread Street Kitchen.
Questa importante realizzazione in ambito contract vede Ceramiche Keope nel panorama internazionale, protagonista di numerosi progetti per importanti forniture in tutto il mondo. L’azienda ha da sempre fondato la propria mission sull’affidabilità, la competenza e il design per offrire al cliente un servizio in grado di soddisfare ogni richiesta. Tutta la produzione si contraddistingue, infatti, per l’alto livello progettuale e qualitativo e costanti sono gli investimenti nella ricerca e nello sviluppo che permettono all’azienda di interpretare e anticipare le esigenze future del mercato.

 

Nell’immagine di apertura, vista interna del nuovo ristorante Bread Street Kitchen di Gordon Ramsay aperto recentemente a Londra

Scritto da

The author didnt add any Information to his profile yet



Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

News dal Network Tecnico