Contract ecosostenibile. Ecosisthema tra i partecipanti a HousingContest

Ecosisthema – Azienda specializzata nel Contract e referente unico per la realizzazione di edifici ecosostenibili, in ambito residenziale, commerciale, industriale, scolastico e ricettivo/alberghiero – è tra i partecipanti al Bando Europeo HousingContest che mira alla formazione di un Repertorio di proposte di Edifici Residenziali, significativi per caratteristiche tipologiche e tecnologiche e realizzabili a basso costo. 

 

L’iniziativa è promossa dall’Assessorato allo Sviluppo del Territorio del Comune di Milano, dall’ Ordine degli Architetti della Provincia di Milano, da Assimpredil Ance, da IN/ARCH, Istituto Nazionale di Architettura – Sezione Lombardia e da FederlegnoArredo.
Obiettivo del Bando è la promozione della qualità architettonica, della ricerca e dell’innovazione nel settore, attraverso l’offerta di una esemplificazione concreta di case arredate ad elevate prestazioni e con un prezzo massimo di 1.600 euro/mq.

 

I progetti che supereranno la selezione tecnica e qualitativa entreranno a far parte di un Repertorio della durata di cinque anni, dove i committenti ed i potenziali investitori, potranno accedere. Avranno, inoltre, a disposizione un business-plan puntuale, in termini di tempi di realizzazione, costi e livelli qualitativi, in quanto esplicitati dai partecipanti già al momento dell’iscrizione.

 

L’adesione di Ecosisthema a “HousingContest” conferma il suo ruolo di partner privilegiato nel social housing, in quanto specialista nell’uso del materiale ligneo, con funzione strutturale. La sua consolidata esperienza, nella ricerca delle migliori tecniche costruttive, si sposa perfettamente con questa tipologia di architettura sostenibile.
L’Azienda veronese, insieme all’impresa Agnoletto srl, è iscritta al concorso con due progetti di palazzine di 5 piani fuori terra:
– il primo, firmato dall’Arch. Carlo Bughi e dall’Ing. Antonio Frighi, vede come protagonisti anche Grassi&Crespi srl;
– il secondo gruppo di lavoro è composto dallo Studio ZDA dell’Ing. Umberto Zanetti e da Mangiavacchi Pedercini spa.

 

Per entrambi, la scelta del legno si è rivelata ideale, in quanto in grado di rispettare i requisiti richiesti da HousingContest, a partire dal sistema costruttivo prefabbricato. La prefabbricazione, infatti, permetterà la realizzazione di questi immobili, con tempistiche molto brevi e con costi certi, in quanto Ecosisthema lavora preventivamente il materiale, con macchine a controllo numerico e prepara gli elementi complessi, quali ad esempio pareti portanti, pareti già complete di finestre, tramezzi, solai, da assemblare a secco.
Inoltre, per la prima proposta, un fabbricato “a ballatoio”, la società, insieme alll’Ing. Frighi, ha studiato una “tecnica mista” che permetterà di ridurre ulteriormente i tempi di costruzione di circa 25-30%. Le pareti in legno, realizzate con il sistema a telaio, verranno utilizzate anche come cassero a perdere, per la formazione dei pilastri in cemento armato e non saranno quindi rimosse, riducendo, di conseguenza, i tempi di attesa. L’impiego di questo sistema, inoltre, limiterà i costi di trasporto dei materiali sui cantieri, calcolati a seconda del loro peso. Infatti, a parità di superficie in opera, le pareti a telaio sono più leggere di circa 1/4 di quelle in muratura e di 1/6 di quelle in cemento armato. La rapidità di produzione e montaggio minimizzerà le spese vive ed i rischi finanziari legati alla durata del cantiere, con un pay-back di breve periodo.
L’Ing. Zanetti, invece, ha selezionato, per le strutture in elevazione previsto dal suo progetto, il sistema X-Lam, con pannelli formati da strati sovrapposti di lamelle di legno incollate. Ciascuna lamella è composta dalla giunzione a pettine di tavole di legno strutturale, individualmente classificate secondo la resistenza meccanica. La disposizione incrociata delle lamelle conferisce una notevole stabilità dimensionale e di forma al pannello stesso, nonché buone caratteristiche meccaniche, in tutte le direzioni. L’impostazione morfologica del corpo di fabbrica, con una profondità ridotta, consentirà di utilizzare questi componenti, di dimensioni notevoli, da 2,5 m di larghezza e fino a 16 m di lunghezza, sia come strutture portanti sia come chiusure perimetrali. La soluzione permetterà, infine, di ottenere, ad ogni piano, una pianta libera e, di conseguenza, la massima modularità e flessibilità di distribuzione delle tipologie residenziali. 

 

Ecosisthema, con il sistema X-Lam, costruirà anche gli elementi di collegamento verticali, quali rampe, parapetti delle scale e gabbie degli elevatori. Le caratteristiche di maggiore resistenza, proprie del legno, insieme alla presenza di connettori deformabili di diversi tipi, adeguatamente dimensionati, permetteranno all’edificio di raggiungere un comportamento duttile, adatto per resistere all’azione sismica.
Un altro requisito previsto dal Bando riguarda la particolare attenzione verso il ciclo di vita dello stabile ed i relativi costi di esercizio e gestione, nell’ottica di una elevata sostenibilità ambientale. Anche in questo caso, il contributo del materiale ligneo si rivelerà di fondamentale importanza, in quanto rinnovabile e riciclabile. In più, richiede un limitato consumo di energia nelle fasi di produzione e posa, non rilascia emissioni, polveri o fibre nocive durante l’impiego e si smaltisce restituendo l’energia accumulata, se utilizzato in processi di termovalorizzazione.

 

Infine, anche gli obiettivi di efficienza energetica, prestazioni acustiche e minimizzazione dell’inquinamento indoor e outdoor verranno soddisfatti grazie al legno ed alle sue proprietà. Le sue caratteristiche di bassa conducibilità ed elevata inerzia termica e spiccata igroscopicità generano, infatti, un effetto positivo sulla qualità dell’aria all’interno dell’edificio e sul benessere percepito. Questi elementi contribuiranno, da un lato, a ridurre i costi gestionali, in termini di consumi per il riscaldamento d’inverno e la climatizzazione d’estate e, dall’altro, la capacità del materiale di mantenere costante il livello di umidità incrementerà il comfort abitativo.

Scritto da

The author didnt add any Information to his profile yet



Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

News dal Network Tecnico