Contract e rinnovabili: Lefay Resort & SPA Lago di Garda

Il benessere della persona non può prescindere dal benessere ambientale. Per Lefay Resort & SPA Lago di Garda ecosostenibilità significa minimizzare l’impatto ambientale attraverso:
1) un design ridotto che si integri perfettamente con il territorio;
2) tecnologie che riducano il consumo energetico e dunque le emissioni;
3) un apporto allo sviluppo sociale ed economico delle comunità locali;
4) la sensibilizzazione degli ospiti e anche attraverso questi ultimi dell’opinione pubblica sul tema del rispetto dell’ambiente.

 

Architettura
Il primo sforzo per l’ecosostenibilità del Resort è stato compiuto già in fase progettuale. Sfida per i progettisti: la collocazione nello scenario incontaminato del Parco dell’Alto Garda e una struttura efficiente sotto il profilo logistico ed energetico. Una sfida vinta, dal momento che il Resort è pienamente integrato nel paesaggio circostante e l’impatto visivo della costa del lago è decisamente inferiore a quello di strutture preesistenti, di dimensioni inferiori rispetto a quella attuale.
L’integrazione morfologica è stato il principio base, per non creare un unico e massiccio edificio, ma una serie di unità singole inserite nel pendio della collina, in armonia appunto con le caratteristiche morfologiche del paesaggio. I tetti delle camere sono infatti completamente ricoperti di verde per rendere questa parte del Resort quasi invisibile rispetto al contesto circostante. Inoltre, il disegno architettonico risponde a criteri assolutamente filologici: i progettisti si sono infatti ispirati alle tipologie tipiche delle limonaie, caratteristiche costruzioni dell’Alto Garda per la coltivazione dei limoni, costituite da pilastri in legno e pietra.
L’isolamento termico è assicurato innanzitutto dal perfetto inserimento della struttura nelle balze della collina, con il risultato di una minore dispersione di calore ed energia verso l’esterno. I corpi delle stanze e la zona SPA, grazie all’orientamento verso sud e le finestre realizzate con vetrate atermiche, sono perfettamente isolate: dal freddo in inverno grazie alla produzione passiva di energia solare, dal caldo nei mesi estivi grazie e sistemi di ombreggiatura mobili. Riscaldamento e raffrescamento di stanze e aree comuni sono ottenuti attraverso sistemi radianti a bassa temperatura posizionati nei soffitti e nei pavimenti, assolutamente silenziosi.
L’uso di tecnologie d’avanguardia per ridurre il consumo energetico, nel segno dell’efficienza e dello sfruttamento intelligente delle fonti rinnovabili, ha consentito di coniugare lusso, comfort e servizi con il massimo rispetto per l’ambiente. Grazie all’uso di fonti rinnovabili e di tecnologie innovative, le emissioni di CO2 sono ridotte di una quota complessiva pari a 1.130 tonnellate l’anno. 

 

Interior design
Il disegno degli interni, interamente realizzato con l’uso di materiali naturali provenienti dal territorio, interpreta in senso pieno il rispetto per la natura e l’idea di ecosostenibilità. Legno d’ulivo del Garda per il parquet, noce nazionale per gli arredi, marmo rosso di Verona per il pavimento dell’ingresso e il bagno. Fibra di cotone senza alcun trattamento chimico per tutti i tessuti, comprese le lenzuola dei letti. Vernici ad acqua non chimiche per le pareti.

 

Scritto da

The author didnt add any Information to his profile yet



Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

News dal Network Tecnico