Condono edilizio in Senato, il Cnappc dice no: parta un progetto di salvaguardia ambiente e paesaggio

Allarme del CNAPPC sul ddl in discussione da domani al Senato e che potrebbe estendere il condono anche ad aree finora sottoposte a vincolo: il Parlamento e il Governo dovrebbero impedire iniziative come in assoluta contraddizione con il bisogno di legalità e atto che riguardi la qualità dell’ambiente.

 

“Appare semplicemente scellerata anche la sola ipotesi di ricorrere a un nuovo condono edilizio, provvedimento che ha dimostrato tutta la pericolosità riguardo alla sicurezza dei cittadini e all’equilibrio del territorio, scempiato e devastato, nel corso degli anni, da provvedimenti assolutamente irresponsabili. La strada da intraprendere è invece quella di realizzare un vero e proprio progetto di salvaguardia ambientale e paesaggistica, basato sul principio imprescindibile che la cultura ed il paesaggio sono delle risorse fondamentali, anche di tipo economico, che vanno valorizzate attraverso progetti di sviluppo assolutamente non invasivi”.

 

Così il Consiglio Nazionale degli Architetti, Pianificatori, Paesaggisti e Conservatori che lancia l’allarme sul disegno di legge in discussione da domani al Senato e che potrebbe estendere il condono anche ad aree finora sottoposte a vincolo. “Ci auguriamo che Parlamento e Governo impediscano iniziative come questa che sono in assoluta contraddizione con il diffuso bisogno di legalità e con qualsiasi atto che riguardi la qualità dell’ambiente. Quello di cui il nostro Paese ha bisogno è di essere messo in sicurezza, tenuto conto della situazione di rischio sismico ed idrogeologico che riguarda gran parte delle nostre Regioni, per evitare ulteriori vittime e danni che, troppo spesso, si registrano”.

Scritto da

The author didnt add any Information to his profile yet



Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

News dal Network Tecnico