Concorso nazionale “Energia sostenibile nelle città”. Al via la seconda edizione

Prosegue la collaborazione tra il Ministero dell’Ambiente e l’Istituto Nazionale di Urbanistica per la divulgazione delle Best Practices in materia energetica ed ambientale.

 

La partnership attivata due anni fa tra il Ministero dell’Ambiente e l’INU nell’ambito della campagna “Energia sostenibile per l’Europa-SEE” prosegue attivamente per la promozione delle buone pratiche, la divulgazione di idee ed iniziative nel campo della sostenibilità energetica applicata alla pianificazione urbanistica e al settore dell’edilizia. In particolare, si presenta oggi la seconda edizione del Concorso Nazionale “Energia sostenibile nelle città” promosso dai due Enti, proprio nell’ambito dell’attuazione della
campagna SEE in Italia.

 

Al concorso possono partecipare soggetti pubblici e privati che si sono distinti nell’elaborazione di piani e progetti urbanistici attenti alle problematiche energetiche e alla sostenibilità dello sviluppo. L’obiettivo è stimolare un cambiamento esemplare nella produzione e nell’utilizzo dell’energia all’interno delle comunità urbane, nella direzione di modelli più sostenibili.

 

Il Concorso si articola in tre sezioni. Nella sezione A – Metodologia – si confronteranno gli approcci metodologici per la gestione delle problematiche connesse alla pianificazione. La scala di riferimento è quella urbana o di area vasta, quindi i piani regionali, provinciali o comunali strutturali e attuativi. Il metro di giudizio sarà tarato sull’efficienza che i progetti sono in grado di conferire al governo del territorio, anche in termini di domanda e di offerta di energia.

La sezione B – Progetti energeticamente sostenibili – comprenderà le soluzioni progettuali ritenute in grado di migliorare la gestione del capitale energetico delle città. La scala in questo caso è il livello edilizio, dunque il singolo edificio o il comparto.

Infine, la sezione C – Urbanpromo sustainable energy – ove saranno premiati i progetti più meritevoli sotto il profilo della sostenibilità energetica presenti nella mostra Urbanpromo, l’evento di marketing urbano e territoriale promosso dall’INU, giunto quest’anno alla sua sesta edizione, che si terrà a Venezia dal 4 al 7 Novembre 2009.

 

L’iscrizione alle sezioni A e B deve effettuarsi entro il 18 Settembre 2009, attraverso una domanda in carta semplice allegata al bando di Concorso (scaricabile dai siti www.inu.it, www.urbanpromo.it e www.campagnaseeitalia.it) da inviare all’Istituto Nazionale di Urbanistica. Necessario il requisito del riconoscimento pubblico – ad esempio una delibera amministrativa o il rilascio del titolo abilitativi dell’intervento – risalente all’ultimo anno. I progetti saranno giudicati da una commissione composta da tre esperti del Ministero dell’Ambiente e tre esperti dell’INU. Per ognuna delle due categorie saranno scelte al massimo tre candidature “finaliste”, tra le quali la commissione designerà i vincitori assoluti.

Particolare attenzione, all’interno del Bando di Concorso, è stata posta alla sinergia tra i temi del Concorso e il Patto dei Sindaci, l’iniziativa che impegna le città europee al raggiungimento degli obiettivi di riduzione delle emissioni di CO2 fissati dall’Unione Europea per il 2020.

 

 

Lo scorso anno, nell’ambito della prima edizione del Concorso, hanno avuto la meglio il Comune di Bologna e quello di Faenza. Il primo nella categoria A presentando il progetto del Piano Energetico Comunale applicato al Piano Strutturale. Il secondo, nella sezione B, con un progetto sul quartiere di San Rocco.

Testimonial d’eccezione fu l’architetto Mario Cucinella che anche quest’anno ha confermato la sua presenza a Venezia in occasione di Urbanpromo 2009.

 

I vincitori della sezione C, che non richiede specifica domanda e coinvolge automaticamente i progetti esposti a Urbanpromo, saranno selezionati tramite referendum in occasione della manifestazione. La commissione giudicatrice si limiterà in questo caso ad un ruolo di supervisione al fine di verificare la congruenza con i criteri di base del concorso stesso.

I progetti vincitori delle prime due sezioni (assieme a quello della sezione C del 2008) saranno premiati in un’apposita cerimonia nel corso di Urbanpromo 2009. La rivista “Urbanistica” pubblicherà i progetti e il Ministero dell’Ambiente, in collaborazione con l’INU, diffonderà la notizia dell’assegnazione dei riconoscimenti presso i mezzi d’informazione.

 

Immagine e video: il progetto per il nuovo eco-quartiere San Rocco a Faenza, vincitore per la categoria B della prima edizione del Premio

Scritto da

The author didnt add any Information to his profile yet


Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

News dal Network Tecnico