Concorso per riqualificare 10 periferie urbane: il bando

riqualificazione periferie urbane bando di concorso

La Direzione Generale Arte e Architettura Contemporanee e Periferie Urbane (DGAAP) del MiBACT e il CNAPPC hanno bandito un concorso di idee che riserva a 10 progettisti (architetti e ingegneri abilitati e iscritti al relativo ordine professionale) l’opportunità di presentare proposte ideative per la riqualificazione di 10 aree periferiche che sono selezionate attraverso un bando di manifestazione d’interesse aperto a tutti i Comuni d’Italia (singoli Comuni, unioni di Comuni e associazioni di Comuni).

L’obiettivo è quello di promuovere 10 interventi di riqualificazione incentivando il coinvolgimento di giovani progettisti. La partecipazione al concorso prevede infatti l’obbligo della presenza di almeno un progettista under 35. Il concorso si concluderà con la proclamazione di un vincitore per ciascuna area, al quale sarà affidato dal relativo Comune l’incarico per le successive fasi progettuali, secondo l’impegno assunto dalle Amministrazioni all’atto della presentazione della loro proposta.

Leggi anche Bluprint Competition, dal disegno di Piano a un progetto per il waterfront di Genova (scadenza il 15 dicembre)

Le 10 aree urbane periferiche selezionate, oggetto del concorso, sono:

  • AREA 01: Aprilia (Latina): Area in quartiere Toscanini
  • AREA 02: Corato (Bari): Area “Case minime” in rione Belvedere
  • AREA 03: Empoli (Firenze): Area ex Casa Cioni in frazione Avane
  • AREA 04: Marsala (Trapani): Area nel Parco della Salinella
  • AREA 05: Palermo: Area “Cittadella dello sport” in quartiere S. Filippo Neri (ZEN)
  • AREA 06: Reggio Calabria: Area in rioni Trabocchetto e Sant’Anna
  • AREA 07: Ruvo di Puglia (Bari): Area ex Convento in rione Cappuccini
  • AREA 08: San Bonifacio (Verona): Area in quartiere Praissola
  • AREA 09: Santu Lussurgiu (Oristano): Area ex Collegio Carta-Meloni
  • AREA 10: Sassari: Area in quartiere Latte Dolce

Come per il Concorso di idee del MiUR Scuole Innovative (in scadenza il prossimo 31 ottobre), la procedura si svolgerà online attraverso la piattaforma Concorrimi. Si potrà partecipare scegliendo solo una delle 10 aree oggetto del concorso. Le proposte dovranno tenere conto dei seguenti obiettivi:

  • miglioramento della qualità del decoro urbano;
  • riuso e rifunzionalizzazione di aree pubbliche e di strutture edilizie esistenti, per finalità di interesse pubblico;
  • accrescimento della sicurezza territoriale e della capacità di resilienza urbana;
  • potenziamento delle prestazioni e dei servizi di scala urbana;
  • promozione dello sviluppo della mobilità sostenibile e adeguamento delle infrastrutture destinate ai servizi sociali, culturali, educativi e didattici.

Scarica QUI il bando di concorso

Per visionare invece tutti i dettagli sulle aree di concorso, e relativa documentazione, CLICCA QUI.

Calendario

• 12 ottobre 2016: presentazione dei quesiti
• 18 ottobre 2016: pubblicazione delle risposte ai quesiti
11 novembre 2016: ricezione delle proposte ideative (ore 16:00)
• 12 novembre 2016: prima seduta pubblica della Commissione Giudicatrice
• 18 novembre 2016: pubblicazione degli esiti del concorso

Gli Enti Banditori potranno prorogare i termini, in via eccezionale, al solo scopo di conseguire un generale vantaggio per il miglior esito del concorso. Il provvedimento di proroga sarà pubblicato e divulgato con le stesse modalità del bando di concorso.

Premi

Per l’attuazione dell’iniziativa, la Direzione Generale finanzierà i premi dei vincitori del concorso di idee, per un importo complessivo di 100 mila euro. Ai 10 concorrenti autori delle proposte ideative classificate al primo posto (una per ciascuna area), sarà quindi attribuito un premio di 10 mila euro (al lordo di IVA e contributi previdenziali). Non sono ammessi premi ex aequo.

Per vedere altri Concorsi di Architettura e altri concorsi di idee CLICCA QUI

Per ulteriori informazioni
www.periferie.concorrimi.it

Immagine in evidenza: vista dell’area di Aprilia (Latina) oggetto di concorso, in quartiere Toscanini, parte della documentazione di concorso.

Scritto da

The author didnt add any Information to his profile yet



Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

News dal Network Tecnico