Concorsi architettura, Bergamo: tre concorsi per tre piazze

concorsi architettura bergamo

Il Comune di Bergamo ha bandito tre concorsi di progettazione a procedura aperta e articolati in un’unica fase per riqualificare piazza Carrara, piazza Risorgimento e piazzale Alpini. 

La procedura si svolgerà online attraverso la piattaforma Concorrimi.it, predisposta dall’Ordine degli Architetti di Milano (la stessa utilizzata per il Concorso Scuole Innovative, in scadenza il 31 ottobre 2016).

Sono ammessi alla partecipazione architetti e ingegneri iscritti nei rispettivi Ordini professionali o Registri professionali dei paesi di appartenenza, ma sono esclusi architetti e ingegneri che abbiano conseguito solo la laurea triennale.

Il termine ultimo per la ricezione delle proposte progettuali è fissato al 1° settembre 2016 (ore 11:00 per piazza Carrara, ore 13:00 per piazza Risorgimento, ore 15:00 per piazzale Alpini).

I premi previsti (per ognuno dei tre concorsi) sono i seguenti:

  • Primo premio: 8 mila euro
  • Secondo premio: 5 mila euro
  • Terzo premio: 3 mila euro

Piazza Carrara

Ai vincitori saranno affidati gli incarichi di progettazione definitiva ed esecutiva e di coordinamento della sicurezza in fase di progettazione, con procedura negoziata senza bando. Saranno applicati i corrispettivi stabiliti dal decreto cosiddetto “Parametri” (Dm 143/2013).

Il costo massimo dell’intervento da realizzare (quadro economico, comprensivo di importo dei lavori, costi di progettazione, direzione lavori, collaudi, costi per la sicurezza, spese del concorso e somme a disposizione della Stazione Appaltante) è fissato nell’importo di 600 mila euro (IVA esclusa).

carrara

Scarica il bando completo e tutta la documentazione disponibile cliccando qui.

Piazzale Alpini

L’Ente banditore si riserva di decidere se avviare le successive fasi di progettazione relative al progetto di fattibilità tecnica ed economica vincitore. In tal caso al vincitore del concorso verrà affidato l’incarico per la redazione della progettazione definitiva ed esecutiva e di coordinamento della sicurezza in fase di progettazione, con procedura negoziata senza bando, applicando a tal fine i corrispettivi previsti dal Dm 143/2013.

Come per Piazza Carrara, il costo massimo dell’intervento da realizzare (quadro economico, comprensivo di importo dei lavori, costi di progettazione, direzione lavori, collaudi, costi per la sicurezza, spese del concorso e somme a disposizione della Stazione Appaltante) è fissato nell’importo di 600 mila euro (IVA esclusa).

alpini

Scarica il bando completo e tutta la documentazione disponibile cliccando qui.

Piazza Risorgimento

Come per Piazzale Alpini, l’Ente banditore si riserva di decidere se avviare le successive fasi di progettazione relative al progetto di fattibilità tecnica ed economica vincitore. In tal caso al vincitore del concorso verrà affidato l’incarico per la redazione della progettazione definitiva ed esecutiva e di coordinamento della sicurezza in fase di progettazione, con procedura negoziata senza bando, applicando a tal fine i corrispettivi previsti dal Dm 143/2013.

Il costo massimo dell’intervento da realizzare (quadro economico, comprensivo di importo dei lavori, costi di progettazione, direzione lavori, collaudi, costi per la sicurezza, spese del concorso e somme a disposizione della Stazione Appaltante) ) è fissato nell’importo di 700 mila euro (IVA esclusa).

risorgimento

Scarica il bando completo e tutta la documentazione disponibile cliccando qui.

La scelta delle proposte progettuali verrà fatta sulla base dei seguenti criteri di valutazione:
Soddisfacimento delle esigenze espresse, con particolare riferimento ai Temi generali ed alle quattro categorie di requisiti funzionali e prestazionali illustrate

  • ruolo dello spazio urbano come declinato per ogni singola piazza con particolare riferimento alla socialità e qualità della vita;
  • connessioni fisiche, percettive ed inserimento nel contesto;
  • funzioni specifiche assegnate alle nuove piazze riconfigurate;
  • elementi compositivi.

Accuratezza e pertinenza delle valutazioni di fattibilità tecnico/economica dell’intervento, dai punti di vista realizzativo, manutentivo
Qualità del progetto e caratteristiche estetiche ed architettoniche
Inserimento di nuovi elementi innovativi e qualificanti il progetto sotto il profilo della fruizione dello spazio urbano

I vincitori devono aver svolto negli ultimi 10 anni, per soggetti pubblici o privati, prestazioni professionali nelle stesse classi e categorie dei servizi da affidare, per un importo globale pari a quello dei lavori cui riferisce la prestazione. Qualora il vincitore del concorso non fosse in possesso di questi requisiti dovrà associarsi con professionisti che ne siano in possesso nella forma del raggruppamento temporaneo.

Scritto da

The author didnt add any Information to his profile yet



Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

News dal Network Tecnico