Computer Cube

Computer Cube del designer Giorgio Guidi è tra i progetti presentati a Garagedesign.
Garagedesign è insieme showroom virtuale, web-shop e atelier di produzione per oggetti di design inediti: un luogo-modello, in cui si incontrano chi crea progetti d’avanguardia con chi è alla ricerca di oggetti speciali da acquistare. Il contenitore nasce dalla passione comune per il design di un manager d’azienda, un prototipista/produttore di arredi su misura e due comunicatori creativi. Obiettivo d’impresa: dare alle idee di valore l’opportunità di essere prodotte.
I progetti inviati sono stati presentati in occasione del Salone del Mobile di Milano 2010 nella sede di Garagedesign, presso Tortonaspazionovi.

Concept
La necessità di lavorare su questo oggetto è data dalla massiccia presenza di personal computer distribuiti in maniera capillare a livello mondiale.
Lo sviluppo della nanotecnologia ha permesso di aumentare la potenza delle macchine in maniera inversamente proporzionale alle dimensioni necessarie (basti pensare che nel 2001 Intel lavorava su processori con tecnologia a 180 nm contro gli attuali 45).
La diffusione di massa del computer portatile è in continua crescita ed offre sicuramente una grande comodità di trasporto, una discreta durata delle batterie e la possibilità di uso del pc anche in condizioni svantaggiose. Nonostante questo esistono dei grossi limiti riguardo la possibilità di sostituire componenti, sia per aumentarne le prestazioni, sia in caso di guasto.
Il mercato sembra direzionato allo sviluppo di ultraportatili e palmari, portando l’utilizzatore medio ad avere comunque la necessità di acquistare un secondo personal computer che funga da archivio e che possa essere costantemente connesso alla rete di casa.
A questo punto ogni normale utilizzatore ha la necessità di avere a fianco del proprio pc alcuni accessori che lo rendano piacevole, un impianto di amplificazione per l’ascolto della musica e per vedere materiale video, una stampante, anche piccola, e tutta un’altra serie di gadget quali hd esterni, scanner ecc. Non tutti sono dei grafici, ma a tutti piace ascoltare la musica e vedere i film.
Da un punto di vista di disegno industriale, sono stati progettati diverse tipologie di “tavoli“ da computer, resi schiavi dalla quantità di materiale necessario al normale utilizzatore, nella maggior parte dei casi senza la minima sensibilità tanto pratica quanto estetica, e senza la voglia e la necessità di integrarsi con uno spazio abitativo.
Questo è il punto di partenza di COMPUTER CUBE.

Il progetto consiste nella realizzazione di un oggetto di dimensioni pratiche, un cubo di circa 50x50x50cm, ergonomico, non ingombrante e mobile, utilizzabile come tavolino o sgabello, ma che al suo interno contenga un pc completo di monitor ed impianto audio.
L’hardware può sfruttare gli standard ATX, o i più costosi (e più piccoli) ITX, è interamente modificabile, e si possono aggiungere componenti di qualsiasi tipo, facilmente reperibili sul mercato, sfrutta la tecnologia wireless ed è idealmente distribuito con prestazioni discretamente elevate, quali l’utilizzo di serie di processori a 4 core, 2 hard disks, una buona quantità di memoria RAM, schede audio e video di elevate prestazioni. L’esterno, sarà realizzato in legno, di diverse essenze con linee essenziali e rimandi a vecchi mobili, con inserti in ceramica e ottone, secondo un’idea di Baule o di Forziere che custodisce un tesoro. Il monitor, la tastiera, il track pad o il mouse wireless forniti di serie, saranno integrati nella scocca. Il progetto prevede diverse soluzioni estetiche che comprendono il top di gamma, dal design più raffinato compreso di sgabello, ed un edizione più economica, che comprende solo il “cubo “ contenente il pc.
Gli elementi hardware di COMPUTER CUBE forniti di serie, saranno integrati nella scocca. L’esterno è realizzato in legno, di diverse essenze con linee essenziali e rimandi a vecchi mobili, con inserti in ceramica e ottone, secondo un’idea di Baule o di Forziere che custodisce un tesoro.

Target
Il PC desktop “all-in-one”, non è di certo un’idea nuova; una delle case che ha portato questo oggetto alla distribuzione commerciale è la Apple, con la linea “imac”. Diverse altre case (ad esempio MSI ed IBM), hanno sviluppato un’idea simile, utilizzando sempre un design “minimal-futurista” (degno di Alvaro Siza), talvolta più squadrato, talvolta più tondeggiate, ma sempre molto tecnico. COMPUTER CUBE vuole essere un prodotto in completa controtendenza.
Il target è chiunque voglia un pc da tenere in casa, senza per forza dover dedicare allo stesso una scrivania o addirittura una stanza, che si possa muovere senza sforzi, che sia comodo da usare e che sia una presenza esteticamente forte anche come complemento d’arredo.
Una rivisitazione del progetto potrebbe vederlo trasformato in “porta-portatile”, di minore sviluppo progettuale ed economico ma sicuramente anche di minore impatto.

 

SCHEDA PROGETTO

Progetto
Computer Cube

Modello
mammut

Designer
Giorgio Guidi

Dimensioni
50 x 55 x 53 cm

Materiali
legno (varie essenze), struttura alveolare in alluminio

Peso
15 kg

Imballaggio
scatola di cartone e elementi in polistirolo

Stoccaggio
va stoccato, montato e imballato

Altre immagini del progetto

 

Per informazioni
00:am
Tel. + 39 0521 273996
Fax: + 39 0521 701985
Mob. + 39 392 9130921
Web: www.garagedesign.it
E-mail: garagedesign@garagedesign.it

Nell’immagine, Computer Cube, modello mammut, design Giorgio Guidi

Ulteriori approfondimenti sono contenuti nella E-Zine n. 26, dal titolo COMPONIBILE, scaricabile gratuitamente dal sito

Scritto da

The author didnt add any Information to his profile yet



Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

News dal Network Tecnico