Cohousing, abitare e condividere all’Urban Center di Bologna

È stata inaugurata lo scorso venerdì 19 ottobre all’Urban Center di Bologna la mostra Cohousing, abitare e condividere, visitabile nello spazio Esposizioni fino al 10 novembre 2012. L’inaugurazione della mostra è stata preceduta da un convegno, tenutosi all’Auditorium E. Biagi di Salaborsa, sul tema del Cohousing

 

Cohousing, abitare e condividere si propone come un evento, costituito da un convegno e da una mostra, aperto ai cittadini per approfondire il tema del cohousing come nuova opportunità abitativa e nuova risposta possibile alle tante ed emergenti richieste di abitare sostenibile.
L’evento promosso dal Comune di Bologna, in collaborazione con Acer e Urban Center Bologna, in partnership con ASP IRIDeS e con la cura scientifica dell’architetto Jacopo Gresleri, si colloca nell’ambito del progetto “Dalla Rete al Cohousing” cofinanziato dal Dipartimento della Gioventù e del Servizio Civile Nazionale, a sostegno dell’autonomia abitativa dei giovani.

 

Il convegno tenutosi lo scorso 19 ottobre  in Salaborsa presso l’Auditorium Enzo Biagi si è configurato come momento di approfondimento e di comprensione del modello abitativo cohousing nel mondo e dei fenomeni sociologici, antropologici, economici, storici ed architettonici che contribuiscono al suo successo.
L’evento ha costituito anche l’occasione di presentare ai cittadini il progetto di cohousing che verrà realizzato nell’immobile di proprietà di ASP IRIDeS, situato in via del Porto 15.
Al convegno e alla presentazione del progetto hanno partecipato, con l’introduzione di Marco Guerzoni e Jacopo Gresleri, Riccardo Malagoli (Introduzione al progetto), Paolo Messina (Il ruolo dell’Asp nel progetto), Alessandro Marata (La sostenibile leggerezza dell’abitare), Chiara Saraceno (Cambiamenti delle famiglie e nuove esigenze abitative), Matilde Callari Galli (Per una cultura dell’abitare. Processi di impoverimento nella città di Bologna e nuove soluzioni abitative), Luca Dondi (Disagio abitativo e sostenibilità della locazione), Roberta Fusari (Il caso ferrarese), Elide Tisi (L’esperienza di Torino), Jacopo Gresleri (Storia e definizione del cohousing), Carlo Olmo (Habitat social versus Cohousing, problemi di storiografia), Michael La Fond (Cohousing Cultures – self-organized, community-oriented and sustainable housing. A review of European projects and issues), Ingela Blomberg (Cohousing in Sweden), Francesco Evangelisti (Abitare il centro storico: vecchie e nuove forme abitative nel centro di Bologna), Diverserighe Studio (Descrizione del progetto di via del Porto), Silvia Calastri (Nascita di un cohousing).


Scarica la locandina dell’evento

 

La mostra presenterà una quarantina di esempi provenienti da tutti i paesi in cui si è sviluppata questa modalità abitativa dall’Austria alla Svezia, dal Canada al Giappone, dall’Italia alla Danimarca e molto altro ancora, cercando di rispondere alle domande più frequenti che ci si pone in merito al cohousing e al tempo stesso valorizzandone i punti di forza e gli aspetti innovativi.


SCHEDA EVENTO
Cohousing, abitare e condividere

a cura di Jacopo Gresleri


Luogo
Urban Center
Piazza Nettuno 3
Bologna


Periodo
19 ottobre-10 novembre 2012


Orari
mar-ven | 10.00-20.00
sab | 10.00-19.00


Per ulteriori informazioni
www.urbancenterbologna.it

 

Immagine di apertura: design jacopo gresleri / fabrizio passarella, stampa nouvelle bologna

Scritto da

The author didnt add any Information to his profile yet



Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

News dal Network Tecnico