Città della cultura, cultura della città: a Ferrara un evento su sviluppo urbano e creatività

Si terrà questa sera, martedì 12 giugno, a Ferrara, in Piazzetta Sant’Anna, l’evento Città della cultura / Cultura della città. A temporary space for contemporary creativity, organizzato da Centro Studi Dante Bighi, Master Internazionale Eco-Polis dell’Università di Ferrara, Studio Canapè, intende proporre una visione non banalizzata della creatività, vero e proprio motore urbano, sociale ed economico della storia italiana e quindi anche del nostro futuro.


Ferrara è una delle principali città italiane della cultura. Per questo motivo si può giocare qui la sfida di una nuova cultura della città. Sfida perché la crisi strutturale che stiamo vivendo richiede un profondo ribaltamento di orizzonti e di opinioni, un modo nuovo di pensare e di immaginare lo sviluppo e il benessere. La cultura e la creatività rappresentano solide chiavi per rispondere alla crisi e per promuovere nuova produzione, nuova occupazione, nuova economia.
I patrimoni in assenza di investimenti sono destinati a consumarsi ed estinguersi
. Allo stesso modo la creatività senza motore si riduce a puro gesto plastico se non a puro esercizio di stile. Ferrara dispone di un patrimonio culturale, storico, architettonico e artistico di dimensioni uniche. La città dispone di un capitale culturale diffuso e con punte di eccellenza che affondano le loro radici nella storia. I ferraresi e gli abitanti temporanei dispongono di tanta creatività, spesso sotterranea e scarsamente valorizzata. Non è questo un problema solo di Ferrara, ma dell’Italia intera, povera di venture capital, sempre più povera di fondi pubblici, ma ancora sorprendentemente ricca di talento e creatività.

 

La crisi è un’occasione. Ma per cosa? La crisi dei mercati e la recessione in corso, se da un lato ci impartiscono una dura lezione sul rapporto finanza-economia reale, dall’altro devono indurci a ripensare radicalmente il nostro modello di sviluppo. Qual è la più forte e antica vocazione di Ferrara? La cultura. Ferrara città della cultura. In questo mantra, che deve tuttavia essere rivisitato e reinventato, risiede tutta la forza del passato e tutte le energie per il futuro. Bisogna solo invertire gli addendi e la proprietà commutativa ci mostrerà la cultura non più come complemento, come costo, bensì come strumento fondamentale per un nuovo modello di crescita, non solo materiale. Dunque, Ferrara città della cultura, per una nuova cultura della città.

 

Con il programma Ferrara città della cultura / Cultura della città, finalizzato alla costruzione condivisa di una Agenda per la Cultura della e nella città di Ferrara, i promotori intendono proporre una visione non banalizzata della creatività, vero e proprio motore urbano, sociale ed economico della storia italiana e quindi anche del nostro futuro.
Con l’evento di Piazzetta Sant’Anna i promotori intendono portare in superficie e mettere in vetrina, per un giorno, alcuni esempi di creatività, dimostrando quanto lavoro esiste e quanto ne esisterebbe in potenza.
A temporary space for contemporary creativity
è un momento di un programma più ambizioso e di lunga durata che viene proposto alla città. Si tratta di una strategia articolata, all’interno della quale si vuole fare di Temporary/Contemporary un appuntamento fisso e contribuire così a una nuova cultura della città, intesa come crogiolo creativo e non solo come luogo di transazioni, transumanze, permanenze, resistenze.


Scarica il flyer dell’evento


Arte, arti, tecnologia digitale, media, artigianato, produzioni a Km zero, cultura del saper fare e saper fare cose nuove, saper vendere con modalità nuove: tutto questo sarà messo in mostra per una sera, in Piazzetta Sant’Anna, mentre, dalle 21.00, il tempo e lo spazio della creatività saranno scanditi da performance di artisti (musica, danza, teatro, letteratura) e dai commenti di personalità della cultura ferrarese e della cultura italiana, il cui punto di vista sarà di indirizzo per riflettere su cosa voglia dire investire in cultura e nella creatività di lunga durata, del perché farlo, del come farlo e di come trasformare quelli che spesso sono slogan privi di sostanza in azioni concrete.

 

A dicembre 2012 il programma si concluderà con una seconda Tavola Quadrata, finalizzata a verificare l’attenzione della città e del territorio su quattro punti, che sono anche quattro mete:
– il Masterplan Culturale, come Dispositivo Guida Strategico per il 2019: un macro strumento innovativo per la governance della cultura che metterà a sistema: capitale e talento umano, produzione creativa e culturale ferrarese e il considerevole patrimonio di risorse attive e dormienti. Uno strumento veloce e intelligente, di nuova generazione, con il quale prima mappare le realtà culturali del territorio per poi relazionarle con risorse culturali attive o latenti e possibilità d’impiego, occupazione, impresa;
– l’idea della creazione di un cluster creativo in cui il Comune, grazie al Masterplan Culturale, evolve in HUB per ispirare, indirizzare e produrre un cambiamento responsabile nella società attraverso nuove idee;
–  la riproposizione di un evento annuale A temporary space for contemporary creatività dedicato alla cultura creativa e alle arti come volano di impresa, che caratterizzi la città come vetrina nazionale della creatività per giovani imprese cultuali e start-up innovative;
– una Agenda della Cultura che indichi i passi necessari per sviluppare, grazie al Masterplan della Cultura, un progetto europeo di partnership con altre realtà urbane simili a Ferrara sia come dimensione sia come visione del futuro.


SCHEDA EVENTO
Città della cultura / Cultura della città
A temporary space for contemporary creativity


Luogo
Piazzetta Sant’Anna
Ferrara


Data
martedì 12 giugno 2012


Orario
ore 21.00


Per ulteriori informazioni
http://piazzettasantanna.blogspot.it

http://culturadicitta.blogspot.it

Scritto da

The author didnt add any Information to his profile yet



Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

News dal Network Tecnico