Città del futuro, i vincitori del concorso Rio de Janeiro CityVision

Rio de Janeiro CityVision Competition è il quinto concorso internazionale di idee lanciato da CityVision e fa parte del programma annuale Sick & Wonder. Il concorso ha come scopo quello di fornire una visione sul Futuro di Rio de Janeiro, città nella quale i binomi sensoriali che regolano e determinano giornalmente le azioni e le reazioni dei suoi cittadini sono direttamente legati a concetti quali bene e male, ricchezza e povertà, felicità e tristezza: due Presenti che convergono verso un solo Futuro.

 

La città di Rio si trova in un momento storico in cui è costretta ad un netto cambiamento per fronteggiare impegni come l’organizzazione delle Olimpiadi XXXI e la Coppa del mondo di calcio nel 2014, dovendo al contempo portare legge, ordine e regole nelle terre di nessuno (o delle gang) delle autocostruite favelas: per questo sarà costretta a prendere drastiche decisioni, a decidere cosa è bene e cosa e male, cosa va mantenuto e cosa eliminato per sempre.

 

Rio de Janeiro CityVision Competition ha raccolto 125 registrazioni al concorso e ricevuto 68 proposte provenienti da tutti e cinque i continenti. Le idee del concorso sono state valutate da una giuria internazionale che ha avuto come presidente Alejandro Zaera-Polo insieme a Jeffrey Inaba, Jeroen Koolhaas, Hernan Diaz Alonso, Pedro Rivera e Cristiano Toraldo di Francia.

 

Quest’anno la giuria ha scelto un vincitore e nove menzioni d’onore.
Il primo premio è stato assegnato a Donghua Chen dalla Cina, per il suo progetto Ceu de Janeiro: “Ceu è l’essere della molteplicità, dalla gestione centralizzata del potere auto-organizzato, dalla priorità di efficienza alla coesistenza dell’armonia, dagli strati di subordinazione alla parità di pluralismo. A Ceu non importa il monopolio o l’essere un’unità in sé; Ceu è un ambiente di interscambio e integrazione“.

 

Il premio speciale Farm è stato conferito da Andrea Bartoli di Farm Cultural Park ad Alessandro Nardacci, Alessandro Oltremarini e Federico Marchi per il progetto Keep it Rio!.

 

Le nove menzioni d’onore sono:
Gwyl Jahn e Tom Morgan | The City Beyond the City
Sam George Welham, Rui Liu e Chun Fatt Lee | Dot.Scaped Centro
Lee, Kyo Seon, Hong, Yoon Kee e Song, Jin Young | Tensile City
Andrea Galli, Riccardo Berghella, Ottavio Berghella e Lorenzo Massimiano | Mántica
Alfie Koetter e Emmett Zeifman | Measure
Tiago Torres-Campos | Sailing is necessary, living is not necessary
Justin Garrison, Dorin Baul, Carla Landa e Rania Ghosn | 4.7: a geographic stroll around the horizon
André Cavendish e Alessandra Monarcha | Metropolitan Anthropophagy
Roberto Costa e Rodrigo Bocater | Latent Skyline

 

Per ulteriori informazioni
www.cityvisionweb.com

 

Nell’immagine di apertura, vista del progetto Keep it Rio! di Alessandro Nardacci, Alessandro Oltremarini e Federico Marchi, vincitore del premio speciale Farm

Scritto da

The author didnt add any Information to his profile yet



Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

News dal Network Tecnico