Chao Phraya River Memorial

La Municipalità di Nakorn Sawan e l’Association of Siamese Architects, con il Patrocinio Reale (ASA), hanno indetto un Concorso internazionale per la progettazione di un landmark commemorativo dedicato alla storia del fiume Chao Phraya, la più importante arteria fluviale della Tailandia, scegliendo come area di intervento il punto in cui esso nasce e prende forma, in corrispondenza della confluenza tra i quattro tributari Ping, Wang,Yom e Naan.
Il contesto prescelto presenta caratteristiche assolutamente straordinarie, prima fra tutte la sorprendente variazione di oltre 9 metri tra i livelli di alta e di bassa marea durante la stagione delle piogge. La parte settentrionale del fiume è contraddistinta da una colorazione verde, mentre quella meridionale è di colore rosso. Oltre il punto di unione con i quattro affluenti, il verde e il rosso permangono lungo il Chao Phraya, creando una variopinta fascia di risonanza.
L’importanza di questo luogo, abbandonato da molto tempo proprio a causa del fenomeno delle piene, non è tuttavia legata soltanto ai particolari fenomeni naturali, ma anche in virtù del suo profondo legame con la storia del Regno.

Il progetto vincitore del concorso, a firma dello studio tailandese Fars Studio, prevede l’inserimento di una struttura museale “a ponte” in prossimità del punto di confluenza tra i corsi d’acqua, in modo da ricollegare, durante i periodi di piena, l’estremità dell’isola alla terraferma.
Partendo dal presupposto che lo stesso sito è già di per sé un potenziale landmark, necessitando solamente dell’inserimento di un “modesto” elemento aggiuntivo capace di migliorarne la fruibilità da parte di turisti e abitanti del luogo, il progetto si propone di riflettere la storia del fiume, la sua tradizione e una concezione di qualità della vita all’interno della città che può svilupparsi solo a particolari condizioni.
Prima di tutto, nel contesto dell’isola Yom, la nuova architettura assumerà il ruolo di complemento della natura; niente può spiegare la bellezza della natura meglio del fiume stesso. Lungo un asse parallelo alla fascia di risonanza del fiume, si collocheranno una serie di nuovi spazi, strategicamente sopraelevati per offrire punti di osservazione privilegiati dell’ambiente fluviale e collegati da un unico percorso che guiderà i visitatori alla scoperta dei punti di maggiore interesse ambientale e paesaggistico.
In secondo luogo, percepita da lontano, l’architettura si trasformerà in simbolo del fiume, grazie alla particolare conformazione “a onde”.

Il nuovo edificio-ponte accentuerà la connessione visiva tra le rive del fiume, essendo visibile anche durante i periodi di piena, creando al contempo una relazione fisica tra le due parti ed invitando i visitatori ad oltrepassarlo.
L’essenza dell’architettura tradizionale Tailandese risiede nell’attenzione per la scala umana. – spiegano i progettisti – Per questo abbiamo generato una forma capace di soddisfare le due condizioni sopraccitate, senza dimenticare gli elementi tipici della produzione artistica ed architettonica locale. Sempre considerando la tradizione costruttiva del luogo e le particolari condizioni ambientali dovute alle elevate variazioni del livello del fiume, abbiamo deciso di utilizzare il cemento per la parte di struttura direttamente interessata dal fenomeno delle piene, l’acciaio per le parti restanti. Il rivestimento delle fasce ondulate è ottenuto dalla combinazione tra pannelli in rame ed elementi in legno”.

 

SCHEDA PROGETTO

Progetto
Pasaan – Chao Phraya River Memorial

Localizzazione
Koh-Yom, Nakorn Sawan, Tailandia

Progettisti
Fars Studio Co., Ltd. (Far (Satapanik) Studio)
Project Team: Patchara Wongboonsin, Kraipop Tohtubtiang, Pirun Sittivichaporn, Nop Leetavorn, Ornnicha Duriyaprapan, Sasivimol Kositnapadej

Committente
Nakorn Sawan Municipality e Association of Siamese Architects under Royal Patronage

Tipologia
Museum/ Memorial

Cronologia
2008

Ulteriori approfondimenti sul progetto Chao Phraya River Memorial di Fars Studio e sul tema “STRUTTURA” sono contenuti nella E-zine n. 21 , scaricabile gratuitamente dal sito

Scritto da

The author didnt add any Information to his profile yet



Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

News dal Network Tecnico