Centro Storico e Paesaggio. Le dissolvenze urbane di Roberto Cami in mostra a Bologna

Dal 6 al 18 marzo, nell’ambito della “mostra collettiva aperta a tema libero”, il Circolo degli artisti di Bologna ospiterà alcune delle opere fotografiche del giovane architetto Roberto Cami. Le immagini in esposizione fanno parte della rassegna aperta Esplorazioni Urbane, il cui primo soggetto è rappresentato dalla città di Bologna, costituita da otto pezzi unici.

Al momento, quasi tutta la produzione di Cami nasce dalla fotografia di soggetti reali non decontestualizzati e senza l’ausilio del fotomontaggio. Si può parlare di “sovrapposizione” di immagini di soggetti reali e scene fotografate, con l’intento di accentuare il carattere surreale, evocativo ed immaginario – gotico, quindi, non solo per il “re-introdotto” tema della natura – attraverso l’uso di colori più pastosi e di una forte luce bianca.

Il titolo, Centro Storico e Paesaggio, prende appunto il nome dal rapporto vivo ricreato e reinterpretato tra alcuni paesaggi naturali e coltivati locali – con i propri colori immortalati in diverse stagioni e le proprie forme – ed alcuni scatti di dettagli architettonici che caratterizzano gli spazi  del Centro Storico nelle sue peculiarità storiche e culturali.

Ogni opera è costituita da due immagini distinte, completamente sovrapposte e bilanciate in base a scelte di tipo compositivo, in termini di omogeneità dello sfondo, o descrittivo, in termini di dialogo tra elemento architettonico ed elemento naturale. La post-produzione è incentrata sulle operazioni di taglio e uso del colore e della luce.

Una rassegna aperta, che andrà avanti nei suoi titoli e nelle sue specificità. “So che la rappresentazione della città e la sua interpretazione, non solo del centro storico o del costruito, potrà sembrare a taluni un po’ banale, un ”luogo comune”,  – racconta l’autore – ma credo siano proprio questi luoghi, alla fine, ad avere molto da dare e da dire, poiché racchiudono in sé una valenza oggettivamente consistente in cui ci ritroviamo. Considerata la complessità di cui è costituita, le realtà correlate e la ricchezza di spunti, anche in un agglomerato relativamente piccolo, come quello di Bologna”.

La tecnica fa riferimento all’arte fotografica o digital art, intesa sia come linguaggio espressivo ed interpretativo autonomo, sia come tecnica utilizzata (non si tratta infatti di fotografia pura) attraverso le nuove possibilità offerte dalla tecnologia digitale, in questo caso piuttosto limitate.

 

 

Breve descrizione delle opere esposte

Titolo
Centro Storico e Paesaggio (Bologna, dal progetto “Esplorazioni Urbane”)

Autore
Roberto Rodolfo Cami

Tecnica
Fotografia Digitale

Formato
cm. 60×80 circa con cornice in legno tipo materico verniciata bianca (stampa lambda a colori opaca cm. 40×60)

Altre immagini
Serie Esplorazioni Urbane. Centro Storico e Paesaggio: 1 | 2 | 3 | 4
Serie Esplorazioni Urbane. Sto a casa: 1 | 2

 

Nota autobiografica
Sono un architetto e realizzo dei progetti fotografici come, la rappresentazione, in forma creativa, dell’architettura e del cantiere. Luogo di trasformazione della materia, contenitore di forze, masse, volumi e la sua relazione con il manufatto finito. Opera ultima di un lungo processo.
Qui a Bologna, ad esempio, ho iniziato una rassegna che si chiama – bologna in costruzione.contributi – rappresentando alcuni progetti di Architettura Contemporanea della città, durante la realizzazione e fino al termine dei lavori, realizzata grazie agli accordi e alle autorizzazioni che di volta in volta vengono stipulate con i progettisti, i costruttori e l’impresa costruttrice.
Ho intrapreso un percorso creativo personale, attraverso opere uniche o serie limitate, anche per altri temi ed interpretazioni quali il VUOTO, FATALITA’, ESPLORAZIONI URBANE, ESERCIZI DI STILE (Roberto Cami,  http://robertorodolfocami.blogspot.com/)

Nell’immagine, Roberto Rodolfo Cami, Esplorazioni Urbane. Centro storico e paesaggio, Bologna, 2009

Scritto da

The author didnt add any Information to his profile yet



Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

News dal Network Tecnico