Cemento Biodinamico, 12.500 ore di ricerca per un materiale bello e sostenibile

Italcementi si occupa di molti aspetti dell’edilizia, dalla progettazione fino al cantiere. Riqualificazione e rigenerazione urbana: sono queste le linee guida delle sue soluzioni innovative, complete e integrate.

Ultimamente abbiamo avuto la possibilità di vedere le sue novità allo stand del SAIE 2015, dove erano esposti 15 modellini in scala ridotta – realizzati con prodotti di ItalcementiCalcestruzzi e BravoBloc – che rappresentavano vere e proprie porzioni di edifici e, in sostanza, un vero focus sull’arredo urbano, sulle superfici orizzontali, verticali e sulle soluzioni strutturali. Si tratta di soluzioni costruttive dalle prestazioni che soddisfano imprese, progettisti e architetti proprio sui temi rigenerazione e della riqualificazione urbana.

In particolare mi piace concentrare l’attenzione sul Cemento Biodinamico, anch’esso presentato al SAIE, da poco lanciato sul mercato internazionale, messo a punto da Italcementi per la realizzazione di Palazzo Italia, luogo icona di Expo 2015, prima applicazione sperimentale progettata dallo studio Nemesi & Partner. Proprio di Palazzo Italia, al Saie era esposto un modello in scala ridotta dei pannelli esterni, in cemento biodinamico.

cemento-biodinamico

Presentazione del Cemento Biodinamico all’auditorium di Palazzo Italia

 

“Dalla medaglia d’argento all’Esposizione Universale di Parigi del 1867, passando per il successo internazionale del Padiglione Italiano in cemento trasparente simbolo di Expo Shanghai 2010, fino al nuovo cemento biodinamico che caratterizza Palazzo Italia a Expo Milano 2015: quello che unisce le Esposizioni Universali a Italcementi è un legame storico e fondato sull’innovazione” – ha affermato Carlo Pesenti, Consigliere Delegato di Italcementi. “Anche un settore ‘tradizionale’ come quello dei materiali per le costruzioni è capace di rinnovarsi e di offrire nuove opportunità alla building community. Dalla nostra ricerca nascono performance e soluzioni grazie alle quali le intuizioni di architetti e ingegneri possono prendere forma e dare vita a edifici bellissimi, come Palazzo Italia” ha proseguito Carlo Pesenti, alla presentazione del Cemento Biodinamico proprio nell’auditorium di Palazzo Italia alla presenza di delegazioni provenienti da quattro continenti, in settembre.

Ci sono volute oltre 12.500 ore di ricerca per creare i.active BIODYNAMIC, sviluppato in i.lab, cuore dell’innovazione Italcementi. Un cemento bello da vedere e da accarezzare. Un materiale sostenibile, durabile, resistente e allo stesso tempo di grande qualità estetica, pronto per essere utilizzato in opere di grande pregio architettonico. Il Cemento Biodinamico è la conferma di come il cemento, materiale con una grande tradizione, sia in grado di reinventarsi dando risposte alle esigenze architettoniche e alla performance costruttive più spinte con soluzioni ad alto contenuto tecnologico.

www.italcementi.it

www.i-nova.net

twitter
@italcementi

Foto in apertura: Palazzo Italia – Mario e Pietro Carrieri by Italcementi

Scritto da

The author didnt add any Information to his profile yet

Italcementi

Italcementi


Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

News dal Network Tecnico