CCC. Verso l’opera architettonica. Interviste a Kengo Kuma, Alfonso Acocella, Luigi Alini

È in costruzione a Casalgrande la prima opera architettonica in Italia del maestro Kengo Kuma, la “Casalgrande Ceramic Cloud”, nuova porta del distretto ceramico che l’azienda Casalgrande Padana ha scelto di donare alla collettività, partecipando alla valorizzazione del territorio attraverso il linguaggio dell’architettura contemporanea innovativa e di qualità.
A Milano, in occasione della Settimana del Design 2010 dove l’architetto giapponese ha presentato una scenografica installazione anticipatrice dell’opera architettonica, è Kengo Kuma in persona a rilasciare una videointervista sul significato della “Casalgrande Ceramic Cloud”, soffermandosi sulla sua ideazione e sul suo carattere materico-costruttivo. La figura e la voce dell’architetto giapponese ci avvicinano concettualmente all’opera ceramica di prossima inaugurazione a Casalgrande, Reggio Emilia.
All’interpretazione del progetto architettonico – dall’iter creativo alla sua esecutivizzazione – contribuiscono le ulteriori videointerviste di Alfonso Acocella e Luigi Alini, docenti presso la Facoltà di Architettura di Ferrara e di Siracusa. A loro si deve – attraverso il Laboratorio di Material Design – un importante lavoro di regia e interrelazione tra la committenza, Casalgrande Padana azienda leader nella produzione di grès porcellanato, il team di progetto architettonico e strutturale coordinato da Kengo Kuma e il mondo dell’Università.

Interviste a Kengo Kuma, Alfonso Acocella, Luigi Alini

 

L’opera di architettura “CCC” può considerarsi il coronamento tangibile di relazioni avviate con Kengo Kuma dalla Facoltà di Architettura di Ferrara fin dal 2003, anno di celebrazione del suo Decennale di fondazione XFAF che vide il maestro giapponese tra i numerosi protagonisti internazionali presenti nella manifestazione culturale.

 

Oggi siamo di fronte all’avverarsi della singolare occasione di una mirabile costruzione architettonica, possibile grazie all’incontro tra il talento creativo del maestro nipponico e la lungimiranza della committenza che ha rappresentato, in questo caso, anche la realtà produttiva, capace di promuovere attraverso i propri prodotti d’avanguardia – espressione della qualità del Made in Italy – la fattibilità dell’opera di architettura.
La “Nuvola Ceramica” di Kengo Kuma sperimenta, per la prima volta, il materiale ceramico in forma strutturale. Elementi di grandi dimensioni di Casalgrande Padana, sia pur di produzione standard, sono liberati del valore consueto di semplice rivestimento e trasformati in una tessitura spaziale tridimensionale imponente e insieme leggera, come una lunga e figura filtrante nel paesaggio, dove l’esperienza d’azienda si è fatta soluzione tecnologica innovativa per realizzare l’idea, aprendo al materiale ceramico una nuova stagione di applicazioni per l’architettura.

 

Nell’immagine, Casalgrande Ceramic Cloud, scorcio tra le lastre (Foto Alfonso Acocella)

Scritto da

The author didnt add any Information to his profile yet



Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

News dal Network Tecnico