CasaClima Awards 2010

A sei edifici CasaClima, di cui ben quattro costruiti fuori dalla Provincia Autonoma di Bolzano, è stato assegnato il cubo dorato, il cosiddetto oscar per le case realizzate secondo i principi dell’efficienza energetica. I riconoscimenti sono stati consegnati ai vincitori il 2 settembre 2010 dall’Assessore provinciale all’Ambiente ed Energia Michl Laimer e dal direttore dell’Agenzia CasaClima Norbert Lantschner, nell’ambito di una cerimonia presso Castel Flavon, a Bolzano.

Il modello CasaClima si è ormai affermato come un modello di certificazione vincente anche al di fuori del territorio della provincia di Bolzano in cui è nato e si è sviluppato. Lo dimostra il fatto che ben quattro dei sei edifici che hanno ottenuto il riconoscimento del cubo d’oro sono stati realizzati al di fuori dei confini provinciali. Nel consegnare i cubi d’oro, il direttore Lantschner ha sottolineato come questi riconoscimenti costituiscano un incentivo ed un’ulteriore motivazione per investire nello sviluppo di CasaClima, ossia nell’efficienza energetica delle abitazioni per un nuovo concetto edilizio di qualità.
Tutti gli edifici insigniti rappresentano dei modelli da seguire che pubblicizzano sia sul territorio provinciale, sia al di fuori, il progetto CasaClima e ne testimoniano la bontà. Gli edifici altoatesini che hanno ottenuto gli Awards sono il “Lagaciò Mountain Residence” a San Cassiano in Val Badia e la “Haus Tibolla” a Prato allo Stelvio. Entrambi si caratterizzano, oltre che per l’efficienza energetica delle strutture, anche per il raggiungimento di obiettivi di sostenibilità ambientale e di benessere abitativo. Fra gli edifici CasaClima costruiti fuori provincia sono stati premiati con il cubo d’oro un edificio residenziale a Padova, che grazie ad un attento risanamento ha raggiunto la classe CasaClima B+, un edificio CasaClima A+ a Bassano del Grappa ed un edificio CasaClima B+ a Sostasio Prato Carnico in provincia di Udine. Il premio speciale della giuria è andato all’impresa “Wolf Haus” per le case ad alta efficienza energetica realizzate in Abruzzo nelle zone terremotate.
Diplomi di riconoscimento sono stati assegnati anche per una CasaClima Oro+ a La Valle e per un edificio risanato CasaClima A ad Appiano.

L’Agenzia CasaClima è un ente pubblico di certificazione della Provincia Autonoma di Bolzano. Finora ha certificato oltre 2.300 edifici nelle classi Oro, A o B in tutta l’Italia.

I SEI EDIFICI PREMIATI

Lagació Mountain Residence | CasaClima A
Offrire una vacanza all’insegna della sostenibilità, in un ambiente sano, senza rinunciare al comfort: questo il desiderio che ha ispirato i titolari nella concezione del Lagació Mountain Residence a S.Cassiano in Alta Badia (Bolzano). Il risultato è una residenza di lusso molto speciale, un riuscito connubio fra edilizia ecologica e design, dove l’ospite può vivere la vacanza a contatto con la natura e la cultura locale. Un luogo dove recuperare le energie e riscoprire ritmi più vicini al proprio orologio biologico, nella massima libertà. Il manufatto, che interpreta con linguaggio moderno i caratteri dell’architettura rurale della vallata, si distingue soprattutto per i vantaggi che offre ai suoi ospiti in termini di qualità abitativa, non rinunciando allo stesso tempo al controllo del consumo energetico. Fattori quali l’irraggiamento solare e l’orientamento del manufatto sono stati considerati fin dall’inizio. La forma compatta e gli elevati spessori di coibentazione dell’involucro limitano le perdite di calore così come le finestre termoisolanti che inondano di luce tutte le stanze. I ponti termici sono stati prevenuti laddove tecnicamente possibile e un’impiantistica di ultima generazione copre i fabbisogni energetici con la massima efficienza, sfruttando anche l’energia solare.
Parere della giuria: La filosofia energetica CasaClima conquista anche la collettività conciliando sviluppo economico, sviluppo sostenibile e qualità della vita.
Luogo: San Cassiano (Bolzano)
Committente: Pio Canins  
Progettista: Hotel Projekt Nösslinger
Immagini: 1 | 2 (Foto: Lagació Residence)

Casa Zilio | CasaClima A più
La moderna abitazione con sistema costruttivo in pannelli di legno è stata concepita per rispondere alle elevate esigenze di comfort ed al desiderio di salubrità dei committenti. Questi, nella veste anche di progettisti, hanno potuto mettere a frutto le competenze da loro acquisite nel campo degli edifici a basso consumo per realizzare un edificio sostenibile sia dal punto di vista ambientale che economico. Il basso fabbisogno energetico e la piacevole vivibilità degli spazi interni in tutte le stagioni sono il risultato di un orientamento ottimale, di un efficace isolamento termico dell’involucro opaco con pannelli in fibra di legno ad elevato spessore, di un adeguato ombreggiamento estivo delle vetrate termoisolanti a triplo strato e non ultimo dell’adozione di un impianto di ventilazione controllata che garantisce sempre un corretto ricambio d’aria. L’energia necessaria a coprire i limitati fabbisogni dell’edificio è prodotta senza ricorrere a combustibili fossili ma affidandosi quasi esclusivamente all’energia del sole, captata da un impianto solare termico e da un impianto fotovoltaico. Ne consegue un indice di emissione di CO2 inferiore ai 3 kg/m²a che colloca l’edificio in classe Gold per quanto concerne l’efficienza complessiva.
Parere della giuria: CO2 neutrale: felice connubio tra basso consumo energetico e basso impatto ambientale.
Luogo: Bassano del Grappa (Vicenza)
Committente: Zilio Nicola
Progettisti: Arch. Zanchetta Luisa
Immagini: 1 | 2 | 3 | 4

Casa Tibolla | CasaClima A – risanamento
La decisione di recuperare energeticamente una residenza unifamiliare degli anni ’70 è stata l’occasione per l’ampliamento del volume abitato e per un restyling architettonico complessivo. Alla struttura esistente in blocchi forati di cemento è stato sovrapposto un nuovo volume ad un piano realizzato con struttura intelaiata in legno ottimamente coibentata. Il ridotto spessore dell’isolamento termico in sughero delle pareti esterne esistenti è stato incrementato con l’aggiunta di uno strato di lana di roccia di spessore variabile in funzione dell’orientamento. Anche il solaio e le pareti verso cantine e garage sono stati coibentati con continuità per limitare i ponti termici. Le finestre esistenti sono state ampliate sul fronte sud e tutte dotate di nuovi serramenti termoisolanti a triplo vetro. L’attenta risoluzione dei problemi di ermeticità all’aria dell’involucro e l’installazione di un impianto di ventilazione controllata con recupero di calore hanno contribuito ad incrementare ulteriormente efficienza e comfort. I moduli fotovoltaici e i pannelli solari termici, integrati rispettivamente nella falda di copertura e nei parapetti inclinati delle terrazze, producono gran parte dell’energia richiesta dall’edificio. Per la copertura del rimanente fabbisogno termico è stato previsto il collegamento all’impianto comunale di teleriscaldamento a biomassa.
Parere della giuria: Il bonus cubatura favorisce la salvaguardia del territorio ed incentiva la congregazione familiare e il recupero energetico.
Luogo: Prato allo Stelvio (Bolzano)
Committente: Benno Tibolla
Progettista: Ing. Benno Tibolla
Immagini: 1 | 2 | 3 | 4

Casa Corti | CasaClima B più – risanamento
Implementare l’efficienza energetica ed il comfort senza alterare i caratteri originari dell’edificio: questo l’obiettivo perseguito con successo da un architetto–committente nella ristrutturazione della sua residenza, un villino degli anni ’30 a Padova. La coibentazione dell’involucro opaco nel rispetto dei caratteri storico-artistici delle facciate, il miglioramento delle prestazioni energetiche e di impermeabilità all’aria di finestre e porte e l’installazione di un impianto di ventilazione controllata con recupero di calore hanno ridotto il fabbisogno di calore per riscaldamento dai 280 kWh/m²a della situazione ante-risanamento ai 38 kWh/m²a attuali. Specifiche soluzioni tecniche sono state adottate per l’eliminazione o l’attenuazione dei ponti termici dovuti alla struttura. Come garanzia di rispetto del bene, ma anche della qualità di vita degli abitanti, si sono preferiti materiali e tecniche ecologiche a basso impatto sull’ambiente. Assieme all’installazione di un’impiantistica efficiente che sfrutta l’energia solare sia per il riscaldamento e la produzione di acqua calda, sia per la produzione di energia elettrica, questo ha consentito di raggiungere l’ambito traguardo CasaClima B più.
Parere della giuria: La qualità nascosta: attraverso un attento e meticoloso lavoro di progettazione, realizzazione e controllo, un edificio Liberty rinasce a nuova vita.
Luogo: Padova
Committente: Franco Borghesan, Lucia Corti
Progettista: Arch. Lucia Corti, Arch. Elena Rigano
Immagini: 1 | 2

Casa Giacometti | CasaClima B più
La casa a Sostasio, piccola frazione in comune di Prato Carnico, borgo alpino nel cuore delle Alpi in provincia di Udine, rappresenta il sogno diventato realtà di un ingegnere marchigiano innamorato della Carnia: costruire una casa con legname ed imprese locali, unendo il sapere della tradizione con i vantaggi assicurati dalle più recenti tecnologie orientate all’efficienza energetica.
Il legno utilizzato, infatti, è stato tagliato sul posto, nei boschi della vallata (la Val Pesarina) certificati PEFC, e le maestranze coinvolte nella realizzazione dell’edificio operano nella medesima zona. È in corso uno studio sull’analisi dell’impatto ambientale dell’edificio, realizzato in collaborazione con ENEA. Questo studio, per il momento, ha preso in esame il ciclo di vita della trave di colmo della casa, mettendo in evidenza che se la stessa trave fosse stata importata, per esempio dalla Germania, questa scelta avrebbe comportato un incremento dell’impatto ambientale in termini di consumo di fonti fossili (+18,4%) e di contributo all’effetto serra globale (+18,5%).
Il valore di questo progetto, certificato CasaClima B Più con un fabbisogno di 43 kWh/m2a, risiede quindi nella scelta di materiali, risorse e manodopera di carattere locale, e per questo realmente a basso impatto ambientale, che danno vita ad un’architettura non solo efficiente ma anche rispettosa dell’ambiente e della specificità del luogo.
Parere della giuria: Un edificio a chilometri zero: massimo risparmio energetico, basse emissioni, filiera corta.
Luogo: Loc. Sostasio Prato Carnico (Udine)
Committente: Samuele Giacometti
Progettista: Ing. Samuele Giacometti
Immagini: 1 | 2 | 3 | 4

Premio speciale
Firma / Azienda Wolf Haus
Parere della giuria | Tempi ristretti, costi contenuti, sicurezza antisismica con elevato confort abitativo e basso consumo energetico: la risposta per la ricostruzione del dopo terremoto.
Immagini: 1 | 2 | 3 (Foto: Wolf Haus)

PREMI DI RICONOSCIMENTO

Casa Nagler | CasaClima Gold +
Luogo: La Valle (Bolzano)
Committente: Stefan Nagler
Progettista: arch. Stefan Nagler
Immagini: 1 | 2 | 3 (Foto: Stefan Nagler)

Casa Von Troyer  | CasaClima B risanamento
Luogo: Appiano (Bolzano)  
Committente: Oswald von Troyer
Progettista: arch. Barbara Wörndle/Solarraum
Immagini: 1 | 2 | 3 (Foto: Solarraum)

Nell’immagine, Hotel Projekt Nösslinger, Lagació Mountain Residence, San Cassiano (Bolzano). Foto: Lagació Residence

Scritto da

The author didnt add any Information to his profile yet



Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

News dal Network Tecnico