Bozza Decreto Sviluppo: pochi soldi, gli spunti del Governo

La polizza anti-calamità per la casa e le nuove regole per le infrastrutture. La bozza del Decreto Sviluppo chiarisce (più o meno) i contenuti per il rilancio dello sviluppo dell’Italia. I costi sono limitati… naturalmente

 

Ecco alcuni punti interessanti:

– Polizza anticalamità per la casa: per far fronte alla ricostruzione delle zone colpite da calamità. Si pensa a una “copertura assicurativa obbligatoria del rischio calamità”;

– Meno IRES e quota IVA per le infrastrutture: alla società che costruisce e gestisce l’opera può essere attribuita una quota fino al 25%, per non più di 15 anni, del gettito IVA. Forse ci saranno anche sgravi IRES;

– Stato di emergenza per le opere: possibilità di deliberare lo stato d’emergenza per le infrastrutture strategiche;

– Obbligazioni per le opere: le società concessionarie potranno emettere obbligazioni per realizzare infrastrutture;

– Silenzio assenso per il Permesso di costruire: viene concesso se non viene espresso “motivato diniego” sulla domanda di permesso di costruire entro 90 giorni;

– Perequzione nord-sud per incentivi al fotovoltaico: viene applicato “un correttivo perequativo” agli incentivi al fotovoltaico, a seconda delle zone climatiche.

 

Fonte www.ansa.it

Scritto da

The author didnt add any Information to his profile yet



Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

News dal Network Tecnico