Bonus mobili 2013, dentro anche le cappe per la cucina e i piani cottura

Nel Bonus Mobili 2013 rientrano anche le cappe aspiranti per le cucine e i piani cottura, sempre che tali cappe e piani cottura vengano destinate ad abitazioni che hanno subito lavori di ristrutturazione edilizia.

 

Un vincolo importante per poter usufruire del Bonus Mobili 2013 è quello temporale: il bonus è riservato a chi ha acquistato mobili nel periodo compreso dal 6 giugno 2013 e varrà fino al 31 dicembre 2013.


Gli elettrodomestici inclusi nel Bonus Mobili 2013
All’art. 16 del DL 63/2013, convertito con modificazioni in legge 90/2013, non vengono specificati né i mobili, né gli elettrodomestici che rientrano nel novero di quelli coperti dal Bonus Mobili 2013.
Sono senz’altro inclusi nell’agevolazione tutti i mobili “tradizionali” cioè tavoli, sedie, poltrone, armadi, librerie, ecc. anche se realizzati su misura e anche se da esterni. Tra queste tipologie di arredi rientrano, come detto, anche i piani cottura e le cappe aspiranti per le cucine.

 

Sono invece esclusi i complementi d’arredo e i piccoli elettrodomestici:
– lampade,
– tappeti,
– robot da cucina,
– ferri da stiro,
– computer,
– televisioni.

 

Per quello che riguarda gli elettrodomestici, purché in classe A+ (A per i forni), risulterebbero agevolabili in generale tutti quelli classificati come “grandi” dalla direttiva 2002/96/CE sui RAEE:
– Frigoriferi;
– Congelatori;
– Altri grandi elettrodomestici utilizzati per la refrigerazione, la conservazione e il deposito di alimenti;
– Lavatrici;
– Asciugatrici;
– Lavastoviglie;
– Apparecchi di cottura;
– Stufe elettriche;
– Piastre riscaldanti elettriche;
– Forni a microonde;
– Altri grandi elettrodomestici utilizzati per la cottura e l’ulteriore trasformazione di alimenti;
– Apparecchi elettrici di riscaldamento;
– Radiatori elettrici;
– Altri grandi elettrodomestici utilizzati per riscaldare stanze, letti e mobili per sedersi;
– Ventilatori elettrici;
– Apparecchi per il condizionamento;
– Altre apparecchiature per la ventilazione, l’estrazione d’aria e il condizionamento.

Scritto da

The author didnt add any Information to his profile yet



Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

News dal Network Tecnico