Biennale di Venezia, Rem Koolhaas nominato direttore della 14 Mostra Internazionale di Architettura

Sarà Rem Koolhaas, fondatore di OMA (Office for Metropolitan Architecture), Leone d’oro alla carriera alla Biennale Architettura 2010 e Premio Pritzker nel 2000, il Direttore della 14. Mostra Internazionale di Architettura della Biennale di Venezia.

 

Il Cda della Biennale di Venezia, presieduto da Paolo Baratta, si è riunito ieri, 8 gennaio 2013, nella sede di Ca’ Giustinian, e dopo aver espresso la sua gratitudine a David Chipperfield per gli ottimi risultati conseguiti con la 13. Mostra Internazionale di Architettura, ha nominato Rem Koolhaas Direttore del Settore Architettura, con lo specifico incarico di curare la 14. Mostra Internazionale di Architettura che si terrà nel 2014.

 

Il Presidente Paolo Baratta ha dichiarato: “Le Mostre di Architettura della Biennale sono via via cresciute d’importanza e il mondo ce lo riconosce, ed è di per sé significativo che a questa prossima Biennale si possa impegnare Rem Koolhaas, una delle maggiori personalità tra gli architetti del nostro tempo, che ha impostato tutta la sua attività su un’intensa ricerca e che, celebrità riconosciuta, accetta ora di mettersi in gioco per un ulteriore esercizio di ricerca e, perché no, di ripensamento”.

 

Dopo la nomina Rem Koolhaas ha affermato: “Vogliamo dare uno sguardo nuovo agli elementi fondamentali dell’architettura – utilizzati da qualsiasi architetto, ovunque e in qualsiasi momento – per vedere se siamo in grado di scoprire qualcosa di nuovo sull’architettura”.


Rem Koolhaas (Rotterdam, 1944), leone d’oro alla carriera alla Biennale Architettura 2010 e Premio Pritzker nel 2000, ha fondato OMA (Office for Metropolitan Architecture) nel 1975 con Elia e Zoe Zenghelis e Madelon Vriesendorp. Ha lavorato come giornalista e sceneggiatore prima di diventare architetto, la scrittura è rimasta tuttavia centrale nella sua pratica dell’architettura. Oltre alla progettazione di edifici in tutto il mondo con OMA, Koolhaas lavora a discipline non architettoniche – politica, editoria, media, moda e sociologia – attraverso il suo think tank ed unità di ricerca, AMO, fondata nel 1998 come piattaforma per l’utilizzo del pensiero architettonico in campi non architettonici. Dopo aver studiato all’Architectural Association di Londra, alla Cornell e all’Institute for Architecture and Urban Studies negli Stati Uniti, Koolhaas scrive Delirious New York (1978). Nel 1995 esce S,M,L,XL, un volume di 1.200 pagine che riassume il lavoro di OMA e ridisegna le pubblicazioni di architettura.
Recentemente Koolhaas ha completato con OMA edifici come la nuova sede per la China Central Television (CCTV) a Pechino; la nuova sede per la Rothschild Bank di Londra; il Teatro Wyly a Dallas; Milstein Hall, ampliamento del Cornell college of Architecture. Gli edifici firmati OMA attualmente in costruzione includono il Taipei Performing Arts Centre; la nuova sede del marchio di moda G-star ad Amsterdam; la Borsa di Shenzhen; De Rotterdam, un edificio multiuso sul fiume Maas
.


Per ulteriori informazioni
www.labiennale.org/it/architettura

 

Nell’immagine, Rem Koolhaas. Foto © derotterdam.nl

Scritto da

The author didnt add any Information to his profile yet



Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

News dal Network Tecnico