Biennale Barbara Cappochin, al via concorso per i Tavoli dell’Architettura

Tra le numerose novità della settima edizione della Biennale Internazionale di Architettura “Barbara Cappochin”, un concorso, riservato ai giovani architetti italiani che non abbiano compiuto il 40° anno di età nonché agli studenti iscritti al corso di laurea magistrale in Architettura e agli studenti del 4° e 5° anno del corso di laurea a ciclo unico in “ingegneria edile – architettura”, per la progettazione dei “Tavoli dell’Architettura”.

 

I Tavoli raccoglieranno le 50 opere scelte dalla Giuria internazionale del Premio Internazionale di Architettura “Barbara Cappochin” che seleziona e premia le opere di architettura e di rigenerazione urbana sostenibile che si distinguono per qualità.
Rispondendo all’esigenza che l’architettura non sia un fenomeno di nicchia per agli addetti ai lavori, ma destinato ai veri fruitori che sono i cittadini, i Tavoli saranno esposti lungo Corso Italia, nel cuore di Cortina d’Ampezzo, dove si svolgeranno le iniziative della Biennale.


Le iscrizioni al concorso “I Tavoli dell’Architettura” si chiuderanno lunedì 27 luglio alle ore 12.


Scarica il bando completo del concorso

 

Sarà, infatti, Cortina d’Ampezzo, centro conosciuto in tutto il mondo non solo per le sue bellezze naturali, ma anche per la capacità di essere punto di riferimento internazionale, ad accogliere, nell’edizione 2015, un evento culturale di così alto prestigio quale è la Biennale.
Oltre al concorso per la progettazione dei “Tavoli per l’Architettura”, nell’ambito del Premio Internazionale, è stato istituito per la prima volta un Premio regionale destinato alle opere realizzate nella Regione Veneto.

 

La cerimonia di chiusura del Premio di Architettura “Barbara Cappochin” la cui Giuria è presieduta da Leopoldo Freyrie, Presidente del Consiglio Nazionale degli Architetti, Pianificatori, Paesaggisti e Conservatori, si terrà il prossimo 7 dicembre, allo Stadio Olimpico del Ghiaccio di Cortina d’Ampezzo.
Promossa dalla Fondazione Barbara Cappochin e dall’Ordine degli Architetti della Provincia di Padova, la Biennale si avvale della collaborazione della Regione del Veneto, di Cortina Turismo, dell’Unione Internazionale degli Architetti (U.I.A.), del Consiglio degli Architetti d’Europa (C.A.E.) e del Consiglio Nazionale degli Architetti, Pianificatori, Paesaggisti e Conservatori.


La Fondazione Barbara Cappochin ha il fine di mantenere vivo il ricordo di Barbara, giovane studentessa della Facoltà di Architettura IUAV di Venezia, anche attraverso la promozione della qualità dell’architettura.


Per ulteriori informazioni
www.barbaracappochinfoundation.net

 

Nell’immagine, Cultural and Ethnographic Center Of Mandeo River, La Coruna, Spagna, studio Barge Bouza Arquitectura, Menzione d’Onore Sezione Internazionale della sesta edizione del Premio Internazionale di Architettura Barbara Cappochin

Scritto da

The author didnt add any Information to his profile yet



Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

News dal Network Tecnico