Best Communicator Award: vince IL CASONE, con Caludio Silvestrin

“La Cava”, lo stand progettato da Claudio Silvestrin per IL CASONE, è il vincitore dell’edizione 2008 del Best Communicator Award.

 

Pelle, Skin, Texture: è stato il tema dell’edizione 2008 di  “Marmomacc Incontra il Design”, iniziativa che vede, ogni anno, la collaborazione tra designer di qualità e aziende leader del settore lapideo, su un tema specifico, in grado si stimolare la creatività e sviluppare un impiego innovativo dei materiali tradizionali. Un’iniziativa concreta tra il mondo della creatività e quello dell’impresa, che si traduce anche in un premio rivolto agli espositori, il “Best Communicator Award”, che già nel 2007 ha visto IL CASONE (azienda leader nell’estrazione e lavorazione della Pietra Serena) vincitore, con lo stand progettato dal maestro Kengo Kuma.
Quest’anno, invece, è stata la volta di Claudio Silvestrin, con cui IL CASONE ha intrapreso una stretta sinergia per definire un progetto innovativo quanto originale.
“Con il progetto “La Cava” intendo esprimere la forza, il valore, l’anima della roccia nella sua totalitá, il suo spessore, il suo peso, il suo apparire come forma e come superficie. Superficie che é essa stessa co-essenza dell’essere roccia. Questo progetto ci fa percepire che la crosta non vuole separarsi dal cuore della roccia, che esiste invece un tuttuno, un unitá. L’energia della roccia consiste in questa totalitá materica”: sono le parole con cui l’architetto Claudio Silvestrin descrive il progetto.
A definire l’immagine dello stand, su una base rettangolare di 8 x 15 metri: un nastro di pietra arenaria, in spessore sottile, ricavato da un blocco naturale di cava alto 3 metri. Con movenze spiraliformi, dopo alcuni volteggi senza contatto con il suolo, il nastro si poggiava, facendo della piattaforma il proprio palcoscenico. La particolare finitura, eseguita artigianalmente, è stata studiata per ricordare i lastricati storici delle città fra Emilia e Toscana, definendo così l’ambito geografico tipico dell’estrazione della pietra serena e del colombino, materie prime del progetto.
Questa la motivazione espressa dalla giuria: “Per la capacità di rendere protagonista una sola pietra monocromatica con molte apparenze di superficie, ottenute da lavorazioni leggere. Ciò è stato raggiunto attraverso la forma simbolica della spirale, generatrice di un gesto misurato e raffinato”

 

Siti Internet:

Claudio Silvestrin architects

Il Casone

Marmomacc

Scritto da

The author didnt add any Information to his profile yet



Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

News dal Network Tecnico