Bernard Tschumi, la conferenza al MAXXI

Si terrà il prossimo venerdì 7 febbraio al MAXXI la conferenza di Bernard Tschumi, tra i maggiori interpreti del decostruttivismo e uno dei punti di riferimento dell’architettura internazionale. L’architetto parlerà degli ultimi progetti e ricerche ai quali si è dedicato con il suo studio.

 

In questa occasione Tschumi presenterà Anima, la sua prima opera in Italia. Il progetto, commissionato dalla Fondazione Cassa di Risparmio di Ascoli Piceno e dal Comune di Grottammare, nasce con l’obiettivo di favorire l’identificazione del territorio e connotare la sua immagine attraverso la realizzazione di un polo pubblico di attrazione culturale, un generatore di idee per il territorio, inteso sia nella sua dimensione fisica sia nel suo potenziale creativo.

 

L’acronimo ANIMA, nasce da una consultazione pubblica: A come Arte, N come Natura, I come Idee, M come Musica, A come Azione. Sono le “cinque anime” del progetto, che l’architetto ha interpretato come un’identità in divenire. L’opera sarà un catalizzatore di interessi, interazioni, sinergie, voluto da una committenza che guarda all’architettura come a un processo piuttosto che a un prodotto concluso al fine di sostenere e incrementare lo sviluppo economico e il turismo attraverso il processo di identificazione e conoscenza del territorio.
L’ultimazione del polo culturale è prevista per il 2016.

 

Introduce
Margherita Guccione, Direttore MAXXI Architettura

 

Interviene
Alfonso Giancotti, Architetto


SCHEDA EVENTO
Conferenza di Bernard Tschumi


Luogo
MAXXI Museo nazionale delle arti del XXI secolo
Auditorium
via Guido Reni, 4 A
Roma


Data
venerdì 7 febbraio 2014


Orario
Ore 17.00


Ingresso libero fino a esaurimento posti


Per ulteriori informazioni
www.fondazionemaxxi.it

 

Nell’immagine, Bernard Tschumi, Museo e Parco Archeologico di Alésia, 2012

Scritto da

The author didnt add any Information to his profile yet



Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

News dal Network Tecnico