Barometro architettonico europeo, Arch-Vision: male gli architetti in Italia

Il 1° trimestre del 2013 ha segnato un leggero miglioramento per gli architetti britannici, tedeschi e olandesi. In Francia la situazione è invece preoccupante. Nessun miglioramento in Italia e in Spagna. Queste alcune conclusioni che si possono trarre dal Rapporto sul 1° trimestre 2013 del Barometro architettonico europeo, la ricerca che Arch-Vision realizza con cadenza trimestrale tra 1.600 architetti in Europa (Germania, Francia, Italia, Spagna, Regno Unito, Olanda, Belgio, Polonia). I dati che emergono dalla ricerca sono un indicatore fondamentale per le attività dell’edilizia.

 

Italia
Il 1° trimestre del 2013 ha segnato sviluppi negativi per gli architetti italiani: il 65% ha dichiarato di aver riscontrato una diminuzione degli ordini rispetto al 4° trimestre 2012. Il 4° trimestre era stato il peggiore dall’inizio delle rilevazioni in Italia, con portafogli ordini in calo segnalati dal 73% degli architetti. Le proiezioni per il mercato delle costruzioni sono state corrette sulla fiducia degli architetti e sull’andamento dei permessi di costruzione. Si potrebbe prevedere che il mercato italiano delle costruzioni potrebbe chiudere il 2013 con un meno 9% rispetto al 2012.

 

Regno Unito
Le aziende che parlano di una crescita superiore al 5% degli ordini è passata dal 5% del 4° trimestre 2012 al 12% del 1° trimestre 2013. Manca ancora molto al raggiungimento dei volumi delle nuove costruzioni registrato nel 2008. Arch-Vision prevede però che il 2013 sarà migliore rispetto al 2012 (+ 1% di aumento dei volumi).

 

Germania
Nel 1° trimestre 2013 la crescita dei due indicatori è chiara. Il 31% degli studi ha registrato un incremento. Le aziende con una diminuzione superiore al 5% è scesa dal 9% del 4° trimestre 2012 al 3% nel 1° trimestre 2013. Il mercato tedesco continuerà a segnare prestazioni migliori ogni anno ma per il 2013 si prevede un incremento di circa l’1%.

 

Francia
I primi mesi del 2013 non sono stati positivi per l’architettura francese. Il 50% degli architetti francesi ha registrato un declino in portafoglio ordini. L’effetto sul fatturato è modesto, ma preoccupano le tendenze negative degli ultimi anni. Per il 2013 Arch-Vision prevede volumi edilizi in calo di almeno il 2% rispetto a quelli 2012.

 

Spagna
Per gli spagnoli il declino rallenta: per la prima volta dal 3° trimestre 2011, gli architetti che registrano un calo superiore al 5% rispetto al trimestre precedente è inferiore al 20%. È positivo il fatto che per circa il 42% di loro la situazione non è peggiorata. Arch-Vision prevede che entro la fine del 2013 i volumi delle costruzioni saranno inferiori del 7% rispetto a quelli del 2012.

 

Olanda
I risultati del 1° trimestre 2013 sono meno negativi di quelli del 4° trimestre 2012. Gli studi di architettura con portafoglio ordini in calo di oltre il 5% rispetto al trimestre precedente è pari al 27% (nel 2012 era del 37%). Lo sviluppo meno negativo si rispecchia nelle aspettative degli architetti: il 23% dichiara che nei prossimi 12 mesi potrebbero avere un portafoglio ordini azzerato. Ci si aspetta un declino del 5% per il 2013 e del 1% per il 2014.

 

Belgio
Il mercato belga delle costruzioni sembra stabile in termini di ordini, ma il 1° trimestre 2013 ha segnato un calo del fatturato per il 25% degli architetti. Solo il 7% di loro teme un portafoglio ordini vuoto nei prossimi 12 mesi.

 

Polonia
Nel 1° trimestre 2013 la Polonia è stata inclusa nel Barometro architettonico europeo. È presto per trarre una conclusione generale, ma i dati mostrano che il mercato delle costruzioni sta attraversando un periodo difficile: per quasi il 50% degli architetti i primi tre mesi 2013 sono stati peggiori di quelli del 4° trimestre 2012.

Scritto da

The author didnt add any Information to his profile yet



Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

News dal Network Tecnico