Assegnati i Premi Archiprix Italia 2010

Roberta Antonelli e Alessandro Tarantini del Politecnico di Torino; Lucio Riccobono del Politecnico di Bari; Domenico Mancuso dell’Università Mediterranea di Reggio Calabria sono gli architetti vincitori della seconda edizione del Premio Archiprix Italia 2010, il concorso nazionale dedicato a giovani progettisti in Architettura e Urbanistica, promosso dal Consiglio Nazionale degli Architetti, Paesaggisti, Conservatori e Pianificatori, (CNAPPC). Il Premio – suddiviso nelle sezioni Architettura, Urbanistica e Paesaggio, Restauro e che si è avvalso del patrocinio del Ministero per i Beni e le Attività culturali – si è svolto nell’ambito di “Eurau10”, quinta edizione delle giornate europee della ricerca architettonica urbana, organizzata dalla Facoltà di Architettura dell’Università Federico II di Napoli.

 

Il Premio Archiprix Italia 2010 nasce dall’impegno degli Architetti italiani per promuovere il concorso di architettura quale efficace strumento per innalzare la qualità delle opere pubbliche e private e per far emergere nuovi talenti: premia le migliori tesi di laurea – discusse in Italia presso le Facoltà di Architettura e di Ingegneria Edile-Architettura – nel campo dell’architettura, dell’urbanistica, dell’architettura del paesaggio e del restauro architettonico.

 

Archiprix Italia 2010 è stato anche caratterizzato, a testimonianza dell’attenzione che il CNAPPC rivolge ai temi della difesa del territorio e, più in generale, alla funzione sociale che da sempre caratterizza la professione di architetto, dal Premio Speciale, messo a disposizione della Commissione giudicatrice, per l’individuazione della migliore tesi dedicata a un intervento progettuale legato a eventi calamitosi. L’obiettivo è stato quello di riportare l’attenzione – in modo propositivo – sui fenomeni sismici e alluvionali che nel corso del 2009, hanno purtroppo interessato centri storici importanti come quelli de L’Aquila e dell’area di Messina. Vincitori del Premio Speciale sono risultati Andrea Bozzelli e Andrea Scorrano dell’Università “D’Annunzio” di Pescara, sede di Chieti.

 

La Commissione di  giudicatrice Archiprix italia 2010 – presieduta da Domenico Podestà (consigliere del Cnappc) – era composta da Umberto Barbieri (Archiprix Olanda), Maurizio Galletti (Mibac), Gennaro Polichetti (Oappc Napoli) e da Daniele Rotondo (Giornalista TG2).

Scritto da

The author didnt add any Information to his profile yet



Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

News dal Network Tecnico