CityVision: secondo premio per New York Human Heritage Site - Architettura
Maggioli Editore

CityVision: secondo premio per New York Human Heritage Site

CityVision Architecture Competition, il concorso annuale d’architettura indetto dall’omonima rivista CityVision Magazine ha chiesto di pensare a come sarà New York nel prossimo futuro. La visione di Enrico Pieraccioli e Claudio Granato, nel progetto Human Heritage Site, secondo classificato al concorso, immagina NY come Pompei ed Ercolano.

 

Ogni forma di progresso e sviluppo tecnologico porta con sé una doppia faccia: nel successo sono racchiusi il timore e il pericolo del fallimento. Immaginare e progettare gli strumenti per evitare tale disastro diventa dunque importante quanto il risultato stesso.
Il ripetersi ciclico di eventi distruttivi in ogni epoca fa in modo che ciò che in un dato momento è l'apice della civiltà diviene stadio primitivo e punto di partenza per una nuova era. Creazione e distruzione sono scene che si ripetono all'infinito.
La fervente attività speculativa ha appesantito la Grande Mela, il riscaldamento terrestre continua inesorabilmente ma il pianeta procede nel cambiamento verso il raggiungimento di un equilibrio.
New York è il manifesto della città cosmopolita del XX secolo
, del progresso e dello sviluppo della società occidentale, un monumento a cielo aperto, paradigma urbano del nostro tempo che deve essere preservato.

 

Culla dei capricci dell'uomo, del consumismo e del divertimento, NY non si dimentica, è stampata nel nostro DNA. Una testimonianza di come eravamo, essa rappresenta un atlante della nostra civilizzazione così come Pompei ed Ercolano lo sono state per la loro epoca.
Il progresso e lo sviluppo hanno cambiato lo stato della società, il sistema delle relazioni e la loro organizzazione. A seguito della grande rivoluzione digitale l'architettura deve affrontare il tema dello spazio contemporaneo (il Futuro) e generare nuovi quartieri e nuovi tipi di insediamento che soddisfino le nuove esigenze e non siano motivati da megalomania o speculazione.

 

I vari meccanismi che sottostanno allo sviluppo dell'era dell'informazione e la loro divulgazione tra spazio reale e virtuale hanno creato strutture che consentono di estendere le condizioni spaziali di una città. Internet, video conferenze e comunicazione mobile sembrano abitare questi nuovi spazi e la ricerca per un'architettura urbana tiene in considerazione l'esistenza di questi confini sfocati che mettono a dura prova la definizione tradizionale di megacities e focalizzano l'attenzione dei media su un modello di civilizzazione che deve ancora essere concepito.


“La natura non è più l'ambiente naturale. Al suo posto i centri delle nostre città abbandonate e decadenti” (Prototype of a Post-Industrial Resource, Newburgh, NY, Advanced Studio VI, spring 1996, Leslie Gill).


a cura di Simona Ferrioli


Per ulteriori informazioni
www.cityvision-competition.com/newyork

 

Nell’immagine di apertura, vista del progetto Human Heritage Site di Enrico Pieraccioli e Claudio Granato, secondo classificato al concorso CityVision. © CityVision



Ti potrebbe interessare anche



Commenta l'articolo per primo!


 
 
 
 
Confronta le migliori polizze su Assicurazione.it Risparmia 500€ sulla tua RC Auto
Le migliori compagnie
su Assicurazione.it
Scegli il miglior finanziamento casa su Mutui.it Risparmia 15000€ sul tuo mutuo casa
Le migliori banche
su Mutui.it
Trova il finanziamento che fa per te su Prestiti.it Risparmia 2000€ sul tuo prestito
Le migliori finanziarie
su Prestiti.it
 
Seleziona la provincia
Seleziona la tipologia
chiudi x

Iscriviti alla newsletter EdiltecnicOnline

Inserisci il tuo indirizzo di posta elettronica e clicca su Iscriviti


Ho letto l'informativa e acconsento al trattamento dei dati

NOTA INFORMATIVA SULLA TUTELA DEI DATI PERSONALI EX ART 13 D.LGS. 196/2003 E RICHIESTA DI CONSENSO AL TRATTAMENTO

Maggioli SpA, titolare del trattamento, si propone di gestire il servizio nel rispetto della normativa vigente in materia di tutela dei dati personali. Al proposito intende con questa nota, fornire a tutti gli utenti un'informativa sulle modalità e finalità del trattamento dei dati personali in conformità a quanto previsto dall'art. 13 del D.Lgs n. 196 del 30.06.2003. I dati personali forniti dagli utenti verranno trattati elettronicamente e/o manualmente da Maggioli SpA, Via del Carpino 8 - 47822 Santarcangelo di Romagna (RN), titolare del trattamento, per tutte le finalità correlate alla prestazione del servizio. Inoltre, previo suo consenso, i suoi dati saranno trattati dalla nostra società e dalle società del Gruppo Maggioli per l'invio di materiale promozionale inerente i nostri prodotti o servizi o quelli di società clienti del Gruppo Maggioli. L'indicazione della email deve essere fatta con cura in quanto necessaria per ricevere il servizio, i dati a corredo vengono chiesti per targettizzare gli invii informativi. I suoi dati non saranno diffusi. I suddetti dati potranno essere comunicati a soggetti pubblici, in aderenza ad obblighi di legge e a soggetti privati per trattamenti, funzionali all'adempimento del contratto, quali: nostra rete agenti, società di informazioni commerciali, professionisti e consulenti. I suoi dati potranno essere comunicati a soggetti terzi nostri clienti, che li tratteranno in qualità di autonomi titolari del trattamento secondo la definizione contenuta nel D.lgs 196/2003. Tali dati saranno trattati dai nostri dipendenti e/o collaboratori, incaricati al trattamento, preposti ai seguenti settori aziendali: editoria elettronica, mailing, marketing, CED, servizi Internet, fiere e congressi. L'utente potrà esercitare ogni ulteriore diritto previsto dall'art. 7 del D.Lgs 196 del 30.06.2003 che di seguito integralmente si riporta: "1. L'interessato ha diritto di ottenere la conferma dell'esistenza o meno di dati personali che lo riguardano, anche se non ancora registrati, e la loro comunicazione in forma intelligibile. 2. L'interessato ha diritto di ottenere l'indicazione: a) dell'origine dei dati personali; b) delle finalità e modalità del trattamento; c) della logica applicata in caso di trattamento effettuato con l'ausilio di strumenti elettronici; d) degli estremi identificativi del titolare, dei responsabili e del rappresentante designato ai sensi dell'art. 5 comma 2; e) dei soggetti o delle categorie di soggetti ai quali i dati personali possono essere comunicati o che possono venirne a conoscenza in qualità di rappresentante designato nel territorio dello stato, di responsabili o incaricati. 3. L'interessato ha diritto di ottenere: a) l'aggiornamento, la rettificazione ovvero, quando vi ha interesse, l'integrazione dei dati; b) la cancellazione, la trasformazione, in forma anonima o il blocco dei dati trattati in violazione di legge, compresi quelli di cui non è necessaria la conservazione in relazione agli scopi per i quali i dati sono stati raccolti o successivamente trattati; c) l'attestazione che le operazioni di cui alle lettera a) e b) sono state portate a conoscenza, anche per quanto riguarda il loro contenuto, di colori ai quali i dati sono stati comunicati o diffusi, eccettuato il caso in cui tale adempimento di rivela impossibile o comporta un impiego di mezzi manifestamente sproporzionato rispetto al diritto tutelato. 4. L'interessato ha diritto di opporsi, in tutto o in parte: a) per motivi legittimi al trattamento dei dati personali che lo riguardano ancorchà pertinenti allo scopo della raccolta; b) al trattamento dei dati personali che lo riguardano a fini di invio di materiale pubblicitario o di vendita diretta o per il compimento di ricerche di mercato o di comunicazione commerciale. "Compilare il form con i propri dati con conseguente dichiarazione espressa di aver letto e accettato questa informativa, autorizza la Maggioli spa e le società del Gruppo Maggioli al trattamento dei suoi dati per le finalità correlate alla prestazione del servizio e per l'invio di materiale promozionale, anche da parte di soggetti terzi nostri clienti, secondo le modalità illustrate nell'informativa. L'utente potrà esercitare ogni diritto previsto dal citato art. 7 con la semplice risposta alla e-mail ricevuta.