Articolo normativa

Decreto Legge 26/4/2013 n. 43

Disposizioni urgenti per il rilancio dell’area industriale di Piombino, di contrasto ad emergenze ambientali, in favore delle zone terremotate del maggio 2012 e per accelerare la ricostruzione in Abruzzo e la realizzazione degli interventi per Expo 2015


Preambolo

IL PRESIDENTE DELLA REPUBBLICA 

Visti gli articoli 77 e 87 della Costituzione; 
Ritenuta la straordinaria necessita’ ed urgenza di emanare disposizioni per avviare e completare gli interventi di implementazione infrastrutturale del Porto di Piombino, per il mantenimento e il potenziamento dei livelli occupazionali dell’area siderurgica del medesimo comune e per superare le gravi situazioni di criticita’ ambientale dell’area, al fine di garantirne lo sviluppo sostenibile; 
Ritenuta la straordinaria necessita’ ed urgenza di emanare disposizioni finalizzate al superamento della grave situazione di criticita’ nella gestione dei rifiuti urbani nella citta’ di Palermo causato dell’aggravamento dello stato ambientale della discarica di Bellolampo, la quale e’ stata interessata da ripetuti episodi di inquinamento delle acque superficiali e di falda che hanno determinato una grave situazione di pericolo per la salute dei cittadini tale da indurre la competente autorita’ giudiziaria a disporne il sequestro preventivo, e che, se non adeguatamente e tempestivamente affrontata, porterebbe ad interrompere la raccolta e lo smaltimento dei rifiuti urbani della citta’, con ulteriore aggravio del pericolo per la salute e l’ambiente; 
Ritenuta la straordinaria necessita’ e urgenza di evitare il verificarsi di soluzioni di continuita’ nelle gestioni degli impianti di collettamento e depurazione di Acerra, Marcianise, Napoli Nord, Foce Regi Lagni, Cuma e impianto di grigliatura e derivazione di Succivo, nella regione Campania; 
Considerata la straordinaria necessita’ ed urgenza di assicurare il completamento dei lavori e delle opere necessarie a garantire il rispetto dei tempi stabiliti per lo svolgimento dell’evento Expo 2015 e l’adempimento degli obblighi internazionali assunti dal Governo italiano nei confronti del Bureau International des Expositions (BIE); 
Considerata, altresi’, la necessita’ di emanare ulteriori disposizioni finalizzate a prorogare l’emergenza in atto per la ricostruzione nelle zone colpite dal sisma del maggio 2012, nonche’ a favorire la ricostruzione nelle zone terremotate dell’Abruzzo; 
Vista la deliberazione del Consiglio dei Ministri, adottata nella riunione del 24 aprile 2013; 
Sulla proposta del Presidente del Consiglio dei Ministri e del Ministro dello sviluppo economico, di concerto con i Ministri dell’ambiente e della tutela del territorio e del mare, dell’economia e delle finanze e delle infrastrutture e dei trasporti;

Emana 
il seguente decreto-legge

Altri Articoli del provvedimento

Preambolo
Articolo 1 - Riconoscimento dell'area industriale di Piombino come area di crisi industriale complessa e disposizioni necessarie al suo rilancio
Articolo 2 - Norme per evitare l’interruzione del servizio di raccolta e gestione dei rifiuti urbani nel territorio di Palermo
Articolo 3 - Disposizioni per far fronte all’emergenza ambientale nella Regione Campania
Articolo 4 - Proroga gestione commissariale Galleria Pavoncelli
Articolo 5 - Disposizioni volte ad accelerare la realizzazione di Expo 2015
Articolo 6 - Proroga emergenza sisma maggio 2012
Articolo 7 - Utilizzo delle risorse programmate con delibera CIPE 135 del 21 dicembre del 2012 relative alle «spese obbligatorie»
Articolo 8 - Norme per la prosecuzione delle attivita’ di rimozione delle macerie causate dal sisma del 6 aprile 2009 in Abruzzo
Articolo 9 - Entrata in vigore