Arte contemporanea e spazio pubblico: Osservatorio Balcani

In occasione del ciclo di incontri A Socially Engaged Drink organizzati da Via Farini /DOCVA sul tema dell’arte nella sfera pubblica, aMAZElab è invitata il prossimo giovedì 2 febbraio a partecipare per analizzare lo stato di fatto e le tendenze future dell’arte contemporanea e della società nell’area dei Balcani. L’incontro, interdisciplinare e a più voci, sarà dedicato alla presentazione del libro Arcipelago Balkani e alla lettura di questo ampio e giovane cantiere in trasformazione, attraverso le testimonianze di artisti, giornalisti, viaggiatori. Claudia Zanfi, studiosa da tempo impegnata nei territori balcanici, dialoga con Emina Cervo Vukovic (giornalista Milano/Sarajevo); Eugenio Berra (responsabile dell’associazione ‘Viaggiare i Balcani’); Igor Sovilj (attivista bosniaco e fondatore del gruppo di ricerca Tac.ka); Alterazioni Video, e per la prima volta in Italia il collettivo di artisti Tirana Ekspres, reduci da un ampio progetto realizzato insieme nello spazio pubblico di Tirana. Seguirà l’inaugurazione della mostra Osservatorio Balcani.

 

Osservatorio Balcani è un progetto dedicato alla lettura di questo ampio e giovane cantiere in trasformazione. In occasione della pubblicazione Arcipelago Balkani, realizzata da aMAZElab in collaborazione con l’Ufficio Cultura della Comunità Europea, il collettivo internazionale Alterazioni Video (Milano/Berlino/NYC) presenta le oltre 600 Polaroid scattate durante i loro recenti soggiorni in terra albanese. Durante questi viaggi gli artisti hanno osservato la realtà prendendo spunto dalla distanza che li separa dall’essere abitanti del luogo. Questo piacevole stato mentale, di osservazione attiva e immaginifica, è quello in cui si ritrova ogni viaggiatore che in un paese straniero è affascinato dalla realtà che lo circonda, forse proprio perché non riesce a comprenderla fino in fondo. Un ritratto ironico e sincero del paese, visto attraverso gli occhi dei suoi stessi abitanti. Le gite al mare, la vita sociale, la quotidianità, lo sport, il tempo libero, l’architettura eclettica, il design spontaneo: elementi di un’identità che vengono raccontati dagli albanesi medesimi, in un caleidoscopio di visioni e di sogni ambiziosi, che costituiscono una mappatura alternativa del territorio e dei luoghi.

 

Oltre alla visione di questo vasto collage di immagini, Alterazioni Video invita per la prima volta in Italia il gruppo di artisti albanesi Tirana Ekspres, con cui è stato realizzato un intervento site specific nello spazio pubblico della città. Attivi nella loro sede a Tirana da poco inaugurata all’interno dell’hangar dei depositi ferroviari presso la stazione centrale, Tirana Ekspres sono stati il motore dell’azione partecipativa ispirata a una delle maggiori ossessioni degli albanesi: il lavaggio dell’auto. Lavazh Special Parti, si è svolto come un’azione pubblica divertita, un party collettivo, rituale che cela una posizione critica verso l’ossessione per l’auto, la sua lucidatura, le cromature. Lavaggio esterno e interno a simbolizzare un metodo più trasparente anche nella gestione del paese e delle istituzioni.
Il video di documentazione della performance Lavazh Special Parti (2011) sarà qui presentato in anteprima assoluta, unitamente ad altri materiali di mostra e al video inedito Deep Transition (2011) di Ervis Eshya (Albania), un racconto poetico sulle trasformazioni del territorio osservate dal finestrino di un treno, durante un viaggio dai Balcani all’Europa.

 

Alterazioni Video è un collettivo fondato a Milano nel 2003. Il gruppo ha esposto, tra gli altri, alla 52ª Biennale di Venezia, a Manifesta 7 (Rovereto), a Performa 09 (New York), alla Fondazione Sandretto Re Rebaudengo (Torino), a Palazzo Rosso (Genova) e alla Moderna Galerija (Lubiana). Hanno partecipato al progetto Europeo Arcipelago Balkani.

 

Tirana Ekspres è una organizzazione non profit per l’arte contemporanea fondata in uno spazio di  derivazione industriale nella capitale albanese nel giugno del 2011, e punta a promuovere la scena artistica nazionale e internazionale attraverso un programma espositivo e di educazione alle arti visive. Attivandosi come piattaforma interdisciplinare Tirana Ekspres facilita il dialogo tra artisti e pubblici con retroterra culturali differenti, organizzando occasioni di discussione paralleli alle mostre quali lecture, dibattiti, presentazioni, artist talk e pubblicazioni.

 

SCHEDA EVENTO
Osservatorio Balcani
Inaugurazione mostra + incontro
giovedì 2 febbraio 2012 | ore 18.00/20.00

 

Luogo
Viafarini DOCVA
Fabbrica del Vapore
via Procaccini 4
Milano

 

Periodo mostra
dal 2 febbraio al 2 marzo 2012

 

Per ulteriori informazioni
www.viafarini.org
www.amaze.it

 

Nell’immagine, Biljana Djurdjevic, Mural, 2009. Courtesy the artist and aMAZElab, Milano

Scritto da

The author didnt add any Information to his profile yet



Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

News dal Network Tecnico