ArcVision Prize di Italcementi Group, a una brasiliana il primo premio

ArcVision Prize, il premio promosso da Italcementi Group, premia ogni anno un architetto donna che dimostri, nella sua attività di ricerca e progettazione, significativa eccellenza qualitativa e attenzione alle questioni centrali della costruzione: tecnologia, sostenibilità, implicazioni sociali e culturali.

 

Su decisione unanime della giuria l’8 marzo scorso è stata proclamata la prima vincitrice dell’arcVision Prize – Women and Architecture: Carla Juaçaba, 37 anni, architetto brasiliano formatasi presso la Santa Ursula University di Rio de Janeiro (1999).
Carla Juaçaba racchiude quelle qualità che un architetto coraggioso deve avere per affrontare la propria professione con creatività alla ricerca di soluzioni non convenzionali, con immensa sensibilità rispetto al contesto nel quale le sue opere saranno collocate. La giuria ha lodato la funzionalità e l’adeguatezza delle soluzioni adottate per garantire lo scopo per cui sono state progettate; senza però dimenticare bellezza e qualità della vita per coloro che utilizzeranno e abiteranno i suoi edifici. La giuria ha ritenuto che Carla Juaçaba incarni l’architetto “completo”, che abbraccia tutti gli aspetti connessi all’incarico ricevuto: contesto, ambiente, natura, parametri, materiali.

 

Dopo aver esaminato progetti completamente diversi fra loro, la Giuria ha voluto sottolineare la capacità di Carla Juaçaba di gestire con successo interventi su scale diverse. Il Padiglione Humanidade 2012 per Rio +20 è una struttura temporanea concepita in collaborazione con l’artista Bia Lessa per ospitare eventi privati ed una mostra sulla sostenibilità, aperta al pubblico, che ha contato 220.000 visitatori in due settimane.
La giuria ha sottolineato l’elegante semplicità e funzionalità del padiglione. Utilizzando per la sua realizzazione elementi di impalcatura di uso comune, l’architetto ha dimostrato in maniera creativa il suo grande impegno per la sostenibilità, riutilizzando materiali esistenti disponibili localmente per creare la struttura e le passerelle, lunghe 170 metri, del Padiglione. Una volta smontati, i materiali saranno completamente riciclabili e riutilizzabili.

 

L’edificio crea un dialogo magico con lo scenario circostante, contribuendo a migliorare il luogo che lo accoglie e la sua già spettacolare natura. La Varanda House, costruita in un’area dove andavano preservati gli alberi esistenti, è un eccellente esempio di “minimal house” che invita ad entrare in spazi semplici nei quali la luce interagisce in maniera delicata e sempre nuova con il meraviglioso paesaggio brasiliano.


Perché Italcementi Group promuove un premio per l’architettura al femminile?
L’architettura contemporanea sta esprimendo ormai da tempo figure femminili di primo piano, autrici di composizioni particolarmente accorte ai bisogni dei cittadini, alle relazioni umane, alla creazione di un ambiente a misura di chi lo vive. Italcementi Group vuole assecondare questa tendenza e farla diventare una realtà essenziale nel mondo della progettazione. Negli ultimi anni si è andata rafforzando la sensibilità del Gruppo per la valorizzazione della figura femminile nella realtà aziendale e sociale, che si coniuga con l’impegno e l’attenzione da sempre dedicati al mondo del costruire, e in particolare alle architetture per il sociale, la cultura e l’educazione. Italcementi Group intende quindi dar vita a una “discriminazione positiva” a favore della professione di architetto delle donne nel mondo.


a cura di Simona Ferrioli


SCHEDA EVENTO
arcVision Prize – Women and Architecture


Ente promotore
ArcVision – Italcementi Group


Progetto vincitore
Padiglione Humanidade 2012


Progettista
Carla Juaçaba


Data
2013


Per ulteriori informazioni
www.carlajuacaba.com.br
hwww.italcementigroup.com


Nell’immagine di apertura, vista del Padiglione Humanidade 2012. © Carla Juaçaba

Scritto da

The author didnt add any Information to his profile yet



Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

News dal Network Tecnico