Architetture disegnate

Giovedì 18 marzo la Galleria Rubin inaugura a Milano due mostre in parallelo: nella Sala 1 Paolo Picozza. Carte, nella Project Room Luca Scacchetti. Acquerelli.

Luca Scacchetti. Acquerelli
Luca Scacchetti è un architetto milanese che lavora sul progetto fissando le proprie idee attraverso una strada oggi inusuale e in qualche modo antica: quella del disegno manuale. Nella Project Room di Galleria Rubin saranno esposte una ventina di opere che mescolano lo studio architettonico con la libertà espressiva della macchia di acqua e colore. La mostra mette in evidenza come per Scacchetti il disegno sia luogo ove si depositano e maturano i caratteri stessi di progetti e realizzazioni future.

 

Il disegno, questo tipo di disegno, diviene la diretta traduzione di un pensiero, di una architettura generale, immaginata, pro-gettata. E spesso il pensiero è aiutato, sottolineato, reso magico da un incidente, da un imprecisione, da una macchia, da una sbavatura, dalla non prevedibilità totale del segno” (L. Scacchetti)

Paolo Picozza. Carte
Per la prima volta una mostra dedicata interamente ai lavori su carta di Paolo Picozza. Una selezione di opere di piccole e medie dimensioni con soggetti architettonici. Clou della mostra è il dipinto di 2,30 x 4,10 metri composto da un patchwork di carte di manifesti stradali dipinto a smalto, bitume e tempera. Paolo Picozza impiega spesso il bitume nelle sue tele, è un tratto distintivo della sua pittura. Un inchiostro anonimo nel paesaggio urbano che ormai nessuno nota più e che accomuna le città del mondo. La pittura di Picozza elabora e rilegge il paesaggio cittadino come un infinito collage di luoghi abbandonati, residui di una passata economia industriale: aree fabbricabili in abbandono, terre di nessuno e periferie vuote che Goffredo Fofi ha definito come “[…] lo scenario della nostra assenza e della nostra incapacità di intervenire a ripristinare il bello e l’umano […]”.
In mostra carte di piccole dimensioni, disposte in sequenza, come una pellicola che si sbobina. Lavori ad olio realizzati con pennellate di colore nero nette ed essenziali, che richiamano la gestualità dell’espressionismo astratto di Franz Kline o le xilografie anni Ottanta di Anselm Kiefer.

Le architetture disegnate con tratti decisi si delineano anche nelle carte di medio formato eseguite con olio, bitume, acrilico e interventi di biacca. “La pittura di Picozza usa tonalità scure, spente, ed il bianco […] sta lì a ricordarci più l’assenza del nero che la presenza del bianco stesso” (M. Tonelli).

Le carte hanno il pregio di rivelare aspetti meno noti/conosciuti della ricerca pittorica di un artista. La pittura su carta offre una prospettiva ulteriore sull’aspetto progettuale che sta alla base dell’elaborazione pittorica. Il dipinto su carta ha l’immediatezza di uno studio ed è l’idea in fase embrionale.

 

Picozza tempera la vibratilità dell’immagine attraverso il recupero di uno spirito espressionista e nordico, modifica il clima mediterraneo e solare mediante un bagno dentro le acque sulfuree e gelate di una temperatura che spinge verso l’assoluto, allontanando l’immagine dal clima relativo dello stato d’animo e dell’intimismo” (A. Bonito Oliva)

 

Note biografiche

Luca Scacchetti è nato a Milano nel 1952, città in cui vive e lavora. Nel 1975 si laurea alla Facoltà di Architettura del Politecnico di Milano. Nel 1978 fonda lo Studio di Architettura Luca Scacchetti che si avvale della collaborazione di architetti, urbanisti, storici, strutturisti e designer. Dopo la laurea svolge attività didattica in sedi istituzionali milanesi quali il Politecnico, lo IED – Istituto Europeo di Design e l’Accademia delle Belle Arti di Brera. Dal 1990 al 1995 è direttore del Dipartimento di Architettura dello IED -. Scrive saggi e articoli riguardanti la storia dell’architettura, la metodologia della progettazione architettonica e i rapporti tra questa e il design industriale. Ha partecipato a numerosi convegni e conferenze in Italia, Europa, Medio Oriente, Est Asiatico e Stati Uniti. Progetta e realizza opere in Italia e in altri paesi, come Giappone, Spagna, Grecia, Cina, Kazakistan, Russia, variando i propri temi dalla scala urbana, agli edifici pubblici e privati, agli alberghi, alle ristrutturazioni di edifici e di interni. Si occupa inoltre di design, collaborando con importanti aziende italiane ed europee nel campo del mobile, dell’illuminazione e dell’oggettistica.

Oltre a riviste nazionali ed estere, cinque le monografie che documentano il suo lavoro: Francesco Moschini, Luca Scacchetti – forme oggetti architetture 1975/1985, ed. Kappa, Roma 1986; Vanni Pasca, Walking in different ways, ed. Tecno, Roma 1990; AA.VV., Luca Scacchetti – architetture, con saggi a cura di E. Ambasz, R. Bofill, A. Cantafora, G. Motta, F. Moschini e P. Portoghesi, ed. Idea Books, Milano 1991; Luca Scacchetti – disegni 1983/2002 con saggi di P. Portoghesi e M. Brusatin, ed. Federico Motta, Milano, 2002; Alfabeto. 82 progetti di design di Luca Scacchetti con saggi di F. Burkardt, M. Byars, A. Colonnetti e V. Pasca, Editrice Compositori, Bologna, 2006;

Paolo Picozza è nato a Latina nel 1970. Vive e lavora a Roma.

Mostre personali (selezione)
2010 Paolo Picozza. Carte, Galleria Rubin, Milano
2008 Apnea, Galerie Fabrice Galvani, Tolosa (Francia)
2008 Apnea, Galleria Il Segno, Roma
2008 Paolo Picozza, a cura F. Sargentini, Galleria L’Attico, Roma
2007 Paolo Picozza, Galleria Damiano La Piccirella, Firenze
2007 MiArt, Milano, Galleria Il Segno
2005 Milano solo andata, Galleria L’Affiche, Milano.
2004 Niemandsland, Carloni Spazio Arte, Francoforte (Germania)
2004 Sentito nero, a cura di F. Antonini e G. C. de Feo, Galleria Il Segno, Roma,
2003 Terrain vague, Galleria L’Affiche, Milano
2001 Bitume le onde di terra le onde metropolitane, Galleria Al Ferro di Cavallo, Roma
1994 Wie haut, Kunstaus Tacheles, Berlino (Germania)
1994 Similpelle, Galleria Al Ferro di Cavallo, Roma

Mostre collettive (selezione)
2010 Artefiera, Bologna, Galleria Il Segno
2008 Ortus Artis e Fresco Bosco, a cura di A. Bonito Oliva, Certosa di San Lorenzo, Padula, Salerno
2008 Premio Michetti – I labirinti della bellezza, LIX edizione, a cura di M. Calvesi, A. Imponente e A. Monferini, Fondazione Michetti, Francavilla al Mare, Chieti
2007 DE-FORMA. Il superamento dell’Informale: dalla Percezione pittorica alla Nuova Astrazione, a cura di C. Materazzo, Associazione Amici per Castelbasso, Castelbasso, Teramo
2006 Grazie per una volta, omaggio di 47 artisti a Giacinto Cerone, Valentina Bonomo artecontemporanea, Roma
2006 Pittori al muro, a cura di M. Tonelli, Galleria L’Attico, Roma
2005 Paolo Picozza – Alessandra Giovannoni, Il Giardino del lago, Galleria Il Segno, Roma
2005 Match – Critici a confronto, a cura di L. Canova e M. Tonelli, Galleria Russo, Roma
2005 Selezione artisti Premio Morlotti, Galleria Area Protetta, Clusone, Bergamo
2005 Premio Morlotti Imbersago, X edizione, Imbersago, Lecce
2005 Arte Contemporanea per i Rifugiati, III edizone, Musei di San Salvatore in Lauro, Christie’s, Roma
2004 Roma Punto Uno, Seoul, PICI Gallery (Corea del Sud)
2004 Roma Punto Uno, Tokyo Design Center, Tokyo (Giappone)
2004 Roma Punto Uno, Kuchu Tein Tenbodai Sky Gallery, Osaka (Giappone)
2004 Architetture, a cura di A. Riva, Libreria Franco Maria Ricci, Milano
2004 Notturni, Galleria Il Segno, Roma
2004 Dal profondo, a cura di S. Carloni e T. Löhr, Fortezza di Magonza, Magonza (Germania)
2004 7 dal profondo, Carloni Spazio Arte, Francoforte (Germania)
2004 Arte contemporanea per i rifugiati, II edizione, Musei di San Salvatore in Lauro, Roma
2004 Salone di Maggio. La Natura e l’uomo, Complesso del Vittoriano, Roma
2003 Contemporanea 1945 – 2003. Riflessioni per una storia delle arti visive, Palazzo M, Latina
2000 Underground Interzone Interdisziplinares Kunstproject, Rathaus Passage Alexander Platz, Berlino (Germania)
2000 Nebenfach fotografie, Schau Tankstelle Gallery, Berlino (Germania)
2000 Il furore dei novanta, a cura di D. Quinones e B. Draz, Kunsthaus Tascheles, Berlino (Germania)
2000 2, Schau Tankstelle Gallery, Berlino (Germania)
1994 Veleni 35 Esempi, Galleria Al Ferro di Cavallo, Roma

 

SCHEDA EVENTO

Luca Scacchetti. Acquerelli

Paolo Picozza. Carte

Periodo
19 marzo – 24 aprile 2010

Luogo
Galleria Rubin
via Bonvesin de la Riva 5, Milano
tel. 0236561080
inforubin@galleriarubin.com

Inaugurazione
giovedì 18 marzo 2010, ore 19.00

Orario di apertura
martedì – sabato, 14.30 – 19.30 e su appuntamento

 

Nell’immagine, Paolo Picozza, Un’alba a Venezia che non ho mai visto, 2006 – 2008, bitume e smalto su carta, 240 x 500 cm (particolare)

 

Altre immagini:

Luca Scacchetti, Caserta. Edificio ad uso residenziale e terziario in via Unità d’Italia, vista prospettica, 1999, ecoline e tempera su carta, 17 x 42 cm

Paolo Picozza, Un’alba a Venezia che non ho mai visto, 2006 – 2008, bitume e smalto su carta, 240 x 500 cm

Scritto da

The author didnt add any Information to his profile yet



Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

News dal Network Tecnico