Architettura take away: il progetto per una casa trasportabile di ÁBATON Arquitectur

Un tratto quasi infantile sembra aver dato origine al nuovo progetto di ÁBATON Arquitectura: la casa trasportabile ÁPH80 sembra la realizzazione di un sogno da bambini, una sorta di “casa delle bambole” che fa volare l’immaginazione verso il sogno di una vita semplice, in armonia con la natura, al riparo di una struttura solida che ci protegge e ci coccola, piena di quei bei giocattoli di legno che tanto amavamo da bambini.


La ÁPH80 nasce da un nuovo sguardo sulla realtà, dall’appropriazione della natura che ci circonda come fonte di equilibrio e pace. Caratterizzata da un profilo semplice che ricorda le case disegnate dai bambini, ÁPH80 consta di un modulo base di soli 27 metri quadri (9×3) composto da tre spazi separati: soggiorno-cucina con angolo cottura, bagno e camera da letto, con un altezza massima nel punto colmo di 3,5 metri e grandi aperture vetrate su un lato che permettono di immergersi nel paesaggio circostante.

 

ÁPH80 è completamente autosufficiente e trasportabile su strada, il tempo di fabbricazione varia da quattro a sei settimane mentre per il montaggio occorre soltanto una giornata.


a cura di Simona Ferrioli


SCHEDA PROGETTO
Casa trasportabile ÁPH80


Progettista
ÁBATON Arquitectura


Progetto
2013


Per ulteriori informazioni
www.abaton.es


Nell’immagine di apertura, vista di APH80 nel paesaggio spagnolo. © ÁBATON Arquitectura

Scritto da

The author didnt add any Information to his profile yet



Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

News dal Network Tecnico