Architettura sostenibile: il Velodromo di Hopkins tra le icone di London 2012

Situato nella parte nord del Parco Olimpico, a poca distanza dalla pulsante Basketball Arena, il Velodromo progettato da Hopkins Architects si contende con l’Aquatics Centre il titolo di icona per London 2012. Definito ironicamente “the Pringle” per la sua forma ondulata che ricorda la famosa patatina è in realtà un omaggio all’arte ciclistica.

 

Come ricorda lo studio Hopkins “la bicicletta è un oggetto ergonomico ed efficiente senza pari. Nella realizzazione del Velodromo abbiamo cercato di applicare al progetto dell’edifico lo stesso rigore e creatività necessari per la progettazione di un bicicletta”.
Il pool di architetti ha lavorato in equipe con Expedition Engineering, BSDP e Grant Associates e si è avvalso della consulenza del ciclista Sir Chris Hoy, medaglia d’oro olimpica, per mettere a punto il design della circuito di gara perfettamente integrato in un edifico sostenibile, secondo le esplicite richieste dalla Olympic Delivery Authority.
L’intera struttura è avvolta da un rivestimento di 5.000 metri quadri di legno di cedro rosso che proviene da fonti certificate dal Forest Stewardship Council, mentre il profilo della copertura non solo permette la raccolta dell’acqua piovana riducendo così il consumo idrico del 70% ma consente la ventilazione naturale della struttura eliminando completamente la necessità di condizionamento artificiale. Il consumo di elettricità è stato ridotto grazie alla vetrata continua che percorre tutto il perimetro dell’edificio, dividendo le tribune superiori da quelle inferiori, generando un distacco netto tra la facciata rivestita in legno e il basamento che sfuma nel terrapieno.
L’inconfondibile forma ondulata del velodromo rimanda al dinamismo del circuito di gara; da lontano si lascia ammirare come se stesse per spiccare il volo mentre dall’interno, attraverso le vetrate, dona agli spettatori una vista a 360 gradi del Parco Olimpico.

 

La costruzione è iniziata nel febbraio 2009 ed è stata portata a termine nel gennaio 2011.
L’opera di Hopkins è in assoluto l’edificio olimpico che si è guadagnato il maggior numero di riconoscimenti grazie al design innovativo e all’approccio sostenibile: tra i premi vinti spiccano il British Construction Industry Awards, Prime Minister’s Better Public Building Award, AJ100 Building of the Year Award 2011 e il RIBA Stirling Prize 2011.


di Simona Ferrioli


SCHEDA PROGETTO
London 2012- Velodrome


Luogo
Londra


Committente
Olympic Delivery Authority


Progetto
Hopkins Architects


Realizzazione
2009-2011


Per ulteriori informazioni
www.london2012.com
www.hopkins.co.uk

 

Nell’immagine di apertura, il Velodromo sembra spiccare il volo nel landscape olimpico. © Hopkins Architects

Scritto da

The author didnt add any Information to his profile yet



Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

News dal Network Tecnico