Architettura sostenibile e spazio urbano green, i nuovi progetti su architetti.com

Sono disponibili nuovi progetti nell’Archivio di architetti.com, il catalogo on-line che consente la navigazione all’interno di centinaia di progetti e realizzazioni suddivisi per categorie: spazi intimi (design, arredamento, ecc.), spazi urbani (piazze, parchi, ecc.), spazi pubblici (musei, municipi, uffici, ecc.), spazi residenziali (case a schiera, isolate, tipologie ibride, torri residenziali, ecc.). Ogni progetto è composto da schede descrittive e visualizzazioni per immagini, e la banca dati permette un’indicizzazione per autore, anno di realizzazione, luogo e tipologia. Il catalogo si arricchisce giorno per giorno sia con gli inserimenti di tutti gli architetti che visitano il sito e che offrono la loro disponibilità di pubblicazione, sia con le proposte partecipanti a prestigiosi premi di architettura, quali il Premio Internazionale Architettura Sostenibile, il premio IQU (Innovazione e Qualità Urbana), il Premio Dedalo Minosse alla Committenza di Architettura, ecc.

 

Per consultare l’archivio progetti devi fare solo una cosa: iscriverti al sito.

 

Iscriviti ad Architetti.com. È gratis.

 

I nuovi progetti disponibili, in particolare, riguardano:
– l’architettura sostenibile declinata a scala di edificio e a scala urbana rispettivamente con il progetto della Treehouse a Hechtel-Eksel, Belgio, dell’architetto Andreas Wenning, realizzata allo scopo di sensibilizzare al tema della sostenibilità attraverso il segno tangibile di un’architettura alternativa che si adatta all’ambiente rispettandolo e traendone ispirazione e che servirà ad ospitare varie attività pubbliche legate alla promozione di tematiche green; e il progetto H+ per la città di Helsingborg, Svezia, dello studio EGA Erik Giudice Architects, vincitore del concorso WAN Award Urban Regeneration 2012, che perfeziona ogni volume per ottenere le migliori condizioni possibili all’esposizione e sfruttamento solare e incrementa l’indice di spazi green nel quartiere attraverso tetti e facciate verdi e serre e orti urbani, contribuendo alla qualità dell’aria e del microclima;

 

– il concorso di architettura per la realizzazione della nuova torre per uffici al numero 425 di Park Avenue, attraverso la proposta di Rem Koolhaas, tre cubi sovrapposti collegati da superfici curve in modo da riflettere il cielo e la città circostante in maniera cangiante attraverso l’alternanza di spazi tridimensionali e forme piane; e il progetto vincitore del concorso, che porta la firma dello studio Foster & Partners: una torre composta da tre corpi flottanti collegati da una spina dorsale comune che salendo si assottiglia sottolineando ciascun salto di volume con un open space definito da travi scenografiche;

 

– la progettazione dello spazio urbano green, attraverso la riqualificazione del Central Waterfront di Toronto ad opera di West 8, un masterplan che donerà al lungo lago un’immagine riconoscibile, sia in termini architettonici che funzionali, connettendo il lago alle aree vitali della città rendendo il più possibile accessibili gli spazi pubblici e donando un’impronta ecologica alla città; e St. Horto di OFL Architecture, progetto vincitore del concorso Hortocontest lanciato da Lanificio Factory per la progettazione di un orto urbano sulla terrazza della propria sede, che integra architettura, natura e tecnologie social.

 

Nell’immagine, il progetto H+ a Helsingborg, Svezia, dello studio EGA Erik Giudice Architects, vista di uno degli spazi pubblici del comparto urbano. © EGA

Scritto da

The author didnt add any Information to his profile yet



Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

News dal Network Tecnico