Architettura sostenibile, comfort e risparmio energetico a Casal Bertone a Roma

Comfort e risparmio energetico per l’edifcio di Rèdais a Casal Bertone a Roma, situato nella prima periferia a est della capitale. Una nuova edilizia, nata per realizzare immobili sostenibili ed energeticamente efficienti. Tenendo in considerazione la dimensione umana dello spazio. L’edificio ha una pianificazione energetica, automobili elettriche e materiali ecocompatibili. E’ la prima “isola ambientale” a Roma, che coinvolge anche le ceramiche di Arma Architectural Materials.

 

Il progetto preserva la memoria della preesistente fabbrica di conservazione alimentare e delle sue celle frigorifere, con l’intento di inserire in un contesto urbano consolidato un immobile che fosse d’elevata qualità architettonica e con un segno riconoscibile. L’edificio di Casal Bertone è stato realizzato con la collaborazione dello Studio Transit, che ha offerto numerosi spunti per tradurre ed esprimere segni propri della romanità attraverso linee e materiali. L’aspetto è quello di un cubo di ghiaccio che, spaccato, rivela un suo interno dinamico: a un grande muro a portali in scorza di travertino, pietra forte e materica, si contrappone un involucro compatto, leggero e semitrasparente, di trame metalliche.
L’edificio è stato progettato, inoltre, per creare uno spazio a dimensione umana di grande comfort. Questo è stato ottenuto grazie alla scelta di materiali di elevato pregio, tra cui i prodotti di Arma Architectural Materials, ampie finestre e balconi e con l’utilizzo di tecniche costruttive di grande efficienza energetica, il tutto nel rispetto della normativa antisismica. I balconi sono una vera e propria estensione della casa, vivibili anche di inverno, grazie al posizionamento di apparecchi radianti. L’utilizzo della maglia forata metallica e dei pannelli scorrevoli in facciata oltre alla funzione di brisoleil hanno anche quella schermante a tutela della privacy e, allo stesso tempo,
creano un suggestivo gioco di luci e riflessi. L’alto livello di efficienza energetica è stato raggiunto con tecniche costruttive volte con particolare attenzione all’isolamento termico e acustico. Finiture che rispondono a determinati requisiti quali per esempio gli infissi certificati Classe A della Schuco o materiali di pregio quali i rivestimenti
Arma Architectural Materials.
L’edificio è una sintesi ben bilanciata di design, comfort e risparmio energetico.

 

I prodotti di Arma Architectural Materials
All’interno dell’immobile sono stati scelti alcuni dei prodotti di ArmaArchitectural Materials: tre diversi rivestimenti sono presenti nella realizzazione architettonica, visibili rispettivamente nelle facciate esterne, nei bagni e nelle pareti delle scale interne: Hosowari, Yohen e Stream.
Il prodotto Hosowari in facciata, ha contribuito alla realizzazione del progetto sia a livello cromatico ed estetico, ed è stato scelto anche per le sue caratteristiche di
durabilità nel tempo. Hosowari è il tradizionale gres giapponese realizzato in bacchette e montato a pettine per replicare le legature dei bambù usati nelle recinzioni dei
giardini Zen: nel progetto di Casal Bertone è stato utilizzato come rivestimento esterno per tutte le facciate, ad eccezione del lato nord, rivestito in travertino.
Yohen è stato invece utilizzato per i rivestimenti dei bagni, sia per i pavimenti che per le pareti. Il prodotto, che rievoca gli smalti del vasellame giapponese e le tazze della cerimonia del tè, è stato utilizzato da Rèdais in tre colorazioni diverse per andare incontro alle esigenze degli acquirenti. 
Stream è stato scelto nella sua versione bianca per il rivestimento interno delle scale condominiali, sfruttando le sue caratteristiche per aderire a una struttura cilindrica. Sia nella sua versione con superfice piana, sia in quella bombata, Stream evoca l’armonia del flusso di un ruscello in mezzo alla natura.

 

Scritto da

The author didnt add any Information to his profile yet



Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

News dal Network Tecnico