Architettura scolastica tra paesaggio e innovazione, C+S Architects

La nuova scuola primaria di Chiarano, progettata dallo studio trevigiano C+S, è un edificio scolastico innovativo, aperto e permeabile per permettere al paesaggio ed alla luce di entrare e fluire all’interno degli spazi.

 

Permeabilità e trasparenza si concretizzano nella grande facciata vetrata che si apre sulla campagna a sud-ovest ed analogamente all’interno ove le pareti di separazione tra le varie aule sono state tamponate solo per i primi 120 centimetri di altezza, mentre per la parte rimanente sono state concepite vetrate in modo da migliorare il contatto visivo tra lo spazio esterno e quello interno.

 

Tutti gli spazi sono serviti dalla grande hall al piano terra, il cui volume si sviluppa a doppia altezza, e su cui si affaccia un ballatoio che distribuisce le aule al primo piano. Questa soluzione dialoga con il grande pozzo luce vetrato: una serra, una piccolo giardino botanico didattico sospeso sopra la biblioteca, vero fulcro del progetto, pensata come un nuovo centro di aggregazione per la comunità, infatti a questo scopo viene mantenuta aperta anche oltre l’orario scolastico.


Il coinvolgimento della cittadinanza è stato fortemente voluto fin dall’inizio del progetto poiché si è pensato di far partecipare alunni ed insegnanti alla progettazione della futura scuola, attraverso uno spettacolo teatrale, ideato da un’insegnante di teatro e da un musicista, in collaborazione con lo studio C+S.


a cura di Simona Ferrioli


SCHEDA PROGETTO
Scuola primaria di Chiarano

 

Luogo
Chiarano, Treviso

 

Progettisti
C+S Architects
Carlo Cappai, Maria Alessandra Segantini

 

Design Team
Alessandro Mimiola, Giulia Riso, Guido Stella, Mauro Tonello

 

Consulenti
F&M Ingegneria srl (Acustica, Cost Control, Sicurezza, Sostenibilità, Strutture)


Realizzazione
2014


Per ulteriori informazioni
web.cipiuesse.it


Nell’immagine di apertura, vista dell’ingresso principale. Foto © Alessandra Bello

Scritto da

The author didnt add any Information to his profile yet



Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

News dal Network Tecnico