Architettura, project financing e materiali. Il nuovo cimitero di Cesena di Paolo Portoghesi

L’inaugurazione del 9 aprile 2011. L’opera è interessante per alcuni aspetti. Materiali principali: mattoni (legati all’edilizia tradizionale della zona), legno. Il simbolo della spiga si ripete nelle ringhiere delle scale interne (elemento riconducibile alla tradizione del territorio e all’agricoltura). Grande importanza del paesaggio in cui la struttura si inserisce (il cimitero si trova vicino a Tipano, una piccola frazione del cesenate). Vediamo in dettaglio il progetto e la realizzazione.

 

Sabato 9 aprile è stato inaugurato il Cimitero Nuovo di Cesena dell’architetto Paolo Portoghesi. Erano presenti l’Assessore ai Lavori Pubblici del Comune di Cesena Maura Miserocchi e la rappresentanza della CCC (Costruzione cimitero Cesena soc. Cons. A.r.l.), la società concessionaria che ha realizzato l’opera ricorrendo allo strumento del project financing.

“È una giornata importante per Cesena – ha sottolineato nel suo intervento il Sindaco Paolo Lucchi – che si arricchisce di un’opera fondamentale (…). A contraddistinguere questo intervento c’è l’alta qualità architettonica, espressa dal progetto del professor Portoghesi e del gruppo che ha lavorato con lui, che ha saputo coniugare le particolari esigenze di raccoglimento e intimità con soluzioni costruttive e formali di grande pregio, in armonia con la cornice del paesaggio circostante”.


 

L’opera. L’intervento è il risultato di un project financing, promosso nel 2002 dall’Amministrazione Comunale e aggiudicato alla fine del 2004. L’opera inaugurata rappresenta il primo stralcio di un progetto più ampio, che sarà portato avanti in futuro, con una previsione di completamento definitivo nell’arco di 17 anni.

In questa prima fase, accanto al primo nucleo di tombe, sono stati realizzati la cappella con sagrato, il porticato di collegamento e un edificio di servizio posto all’ingresso della struttura.

I loculi, ospitati in un edificio sviluppato su tre livelli e affacciato su un chiostro centrale sistemato a prato, studiato per favorire la quiete e il raccoglimento, sono disposti in altezza su cinque ordini e sono frazionati con partizioni strutturali che facilitano il raccoglimento, suddividendo i lunghi corridoi in piccole nicchie dal carattere più intimo. Il blocco è dotato di ascensore, servizi igienici, vani di servizio, zone attrezzate con fontanelle sui vari piani.

La Cappella per i riti religiosi, di forma circolare, è interamente rivestita con mattoni faccia vista, mentre la copertura ha una struttura concentrica in legno. Circondata da un suggestivo “portichetto”, si apre su un vasto sagrato pavimentato con tavelle di cotto naturale e a sua volta circondato da portici. Dal portico si accede, su tre lati del sagrato, a un’altra serie di tombe private.

L’accesso al Cimitero Nuovo avviene tramite un atrio monumentale, inserito nell’edificio d’ingresso, all’interno del quale trovano posto anche il punto di accoglienza, gli uffici tecnico-amministrativi e il forno crematorio. Al piano superiore è prevista una “piazzetta evocativa” raccolta attorno alle urne cinerarie cui fa da sfondo una vetrata artistica a simboleggiare la croce.

Anche questo stabile è dotato di un portico su cui, fra le altre cose, si affaccia la sala dei commiati per i non cattolici. Dal porticato d’ingresso è possibile accedere direttamente nei due percorsi coperti, posti a quote diverse, che servono tutti gli edifici per loculi e tombe di famiglia. L’accessibilità ai disabili è garantita da due ascensori e da rampe con pendenza adeguata.

 

Opere di urbanizzazione. Il primo stralcio di intervento ha riguardato anche la costruzione della via Pacem in Terris, nuova strada d’accesso, completa di marciapiedi, pista ciclabile e fermata per il bus, la nuova rotonda sulla via Romea e il parcheggio a servizio del Cimitero, con 210 posti auto.

 

 

a cura di Giacomo Sacchetti

Fonte: www.cesenadialoga.it

 

 

Nell’immagine di apertura l’ingresso del Cimitero

Scritto da

The author didnt add any Information to his profile yet



Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

News dal Network Tecnico