Architettura ‘mediatica’, Le Monde Headquarters di Snohetta

(Read english text)

Il gruppo francese Le Monde ha scelto Snohetta per progettare la nuova sede a Parigi. Focus del progetto sarà l’evoluzione dei media e il rapporto tra lettori e utenti, la produzione di supporti su piattaforme diverse e la loro connessione con il pubblico in generale. Rivestita con una matrice di pixel in vetro che offre diversi livelli di trasparenza, la facciata dell’edificio incorporerà strutture a LED per proiettare dati, a rappresentare simbolicamente il “flusso di informazioni”.

 

Il progetto di Snohetta enfatizza le relazioni tra il gruppo editoriale e il pubblico, proponendo un unico edificio, nonostante il sito di progetto sia diviso in due parti, e lavorando con un approccio per sottrazione, a partire da un blocco unico che occupa l’intero sito e sottraendo volumi per creare le aree di accesso e gli spazi pubblici.
Il risultato è un edificio che diventa un ponte che attraversa l’area di progetto, a rappresentare il ponte tra Le Monde e i suoi lettori; il ponte permette il contatto diretto tra i vari uffici e simbolicamente unisce le due parti di città lungo la Avenue De France.

 

Anziché l’acqua, sotto il ponte è stato creato uno spazio pubblico aperto, una piazza costituita da due metà collegate. Una metà affaccia sulla strada e sulla Senna; è uno spazio aperto e invitante, reso vitale dalla presenza di un centro visitatori, l’ingresso all’auditorium e l’ingresso per il personale. La seconda metà affaccia sulla ferrovia, riceve la luce diretta del sole ed è caratterizzata da una caffetteria e da un paesaggio urbano più intimo, con posti a sedere e spazi verdi.

 

Le coperture voltate sulla piazza rappresentano il flusso transitorio delle informazioni, come nuvole o stelle che si muovono attraverso il cielo; per ottenere questo effetto, le superfici incorporeranno luci a LED che potranno essere programmate per fornire l’illuminazione di base o flussi astratti di dati e informazioni.

 

L’esterno dell’edificio sarà rivestito da una matrice di pixel in vetro, con diversi gradi di trasparenza, traslucenza e opacità. Tale soluzione ha il compito di conferire all’edificio un carattere omogeneo se osservato da lontano, rivelando al contempo un maggior livello di complessità all’avvicinarsi dello sguardo, così come i titoli e i contenuti dettagliati di una notizia.
I pattern di facciata sono destinati a rappresentare l’edificio come un volume unico, mentre la mappa distorta dei pixel crea un ricco arazzo luminoso all’interno e all’esterno.

 

Snøhetta si è aggiudicato il concorso di progettazione al quale hanno partecipato anche Shigeru Ban Architects, David Chipperfield Architects, Manuelle Gautrand, Hardel and Le Bihan, Rem Koolhaas / OMA, Renzo Piano e 3XN.


a cura di Federica Maietti


SCHEDA PROGETTO
Le Monde Headquarters


Localizzazione
Parigi, Francia


Committente
Le Monde


Tipologia
Edificio per uffici


Progettista
Snøhetta


Local partner
SRA


Anno
2014


Per ulteriori informazioni
snohetta.com

 

Nell’immagine di apertura, vista esterna del progetto di Snøhetta per il Le Monde Headquarters di Parigi. © Snøhetta

 

— english text

French media company Le Monde Group has chosen Snøhetta to design their new headquarters in Paris. Clad with a pixelated matrix of glass that offers varying degrees of transparency, the building’s distinct facade will be embedded with clusters of LEDs that project “abstracted levels of data,” symbolically representing the group’s continuous “flow of information.”

 

Structurally, the site is divided in two parts. However, we believe it is important that Le Monde occupies one building. Our approach has been one of subtraction, taking first a block filling the entire site and subtracting volumes to create entrance areas and public spaces. The result is that the building becomes a bridge, literally spanning across the site, but also representing the bridge between Le Monde and its readers. The occupied bridge allows for direct contact between the different departments in the company. Symbolically the bridge connects the two parts of the city along the Avenue De France.

 

Instead of water passing under the bridge, we have created a public open space; a plaza in two connected halves. One half faces the street and the Seine. It is open, inviting, and activated by a visitor center, auditorium entrance, and staff entrance. The second half faces the railway. It receives more direct sunlight, has a café and more intimate landscaping with seating and green areas.

 

The vaulted ceilings over the plaza represent the transient flow of information like clouds or stars moving across the sky. They are formed from parts of a sphere or globe, and are also part of the overall structural solution. These surfaces will have embedded clusters of LEDs in a relatively low resolution grid that can be programmed to provide more or less abstracted levels of data. They can provide basic illumination or abstract representations of new flow.

 

The exterior of the building will be clad with a pixelated matrix of glass with varying degrees of transparency, translucency, and opacity. The intention is that the façade gives the building a homogenous character when viewed from distance, but at the same time reveals a greater level of complexity as the view approaches – like headlines and detailed content in a news story. The façade patterns are intended to represent the building as a complete volume, while the distorted pixel map creates a rich tapestry from inside and out.


PROJECT INFO
Le Monde Headquarters


Location
Paris, France


Client
Le Monde


Typology
Office


Project
Snøhetta


Local partner
SRA


Year
2014


For further information
snohetta.com

Scritto da

The author didnt add any Information to his profile yet



Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

News dal Network Tecnico