Architettura, inaugurato lo Shanghai Oriental Sports Center

È stato inaugurato lo scorso 16 luglio lo Shanghai Oriental Sports Center (SOSC), che ospiterà il 14° FINA World Swimming Championships, in corso di svolgimento fino al 31 luglio prossimo. Il complesso sportivo, progettato dagli architetti von Gerkan, Marg and Partners (gmp), vincitori della gara d’appalto svoltasi nel 2008, e realizzato nell’arco di due anni e mezzo, consiste in un hall stadium destinato ad ospitare vari sport ed eventi culturali, uno swimming hall interno, una piscina esterna e un media center. Coerentemente con una politica si sviluppo urbano sostenibile, il Shanghai Oriental Sports Center è stato costruito su ex aree industriali dismesse lungo il fiume Huangpu. I singoli edifici del complesso sportivo sono progettati in modo che, dopo i Mondiali di nuoto, essi possano essere utilizzati per una varietà di altri scopi.

 

L’acqua costituisce il tema generale e il filo conduttore degli spazi esterni, dell’architettura degli edifici sportivi e del media center: è elemento di collegamento tra gli edifici, che sono costruiti su piattaforme rialzate su laghi artificiali appositamente realizzati. Così lo stadio circolare è affiancato dalla riva del lago che ne segue la curvatura mentre il Natatorium rettangolare presenta una riva lineare.
Affinità nel concept progettuale, linguaggio formale condiviso e utilizzo coerente dei materiali conferiscono ai tre stadi unità strutturale. Le strutture in acciaio delle ampie arcate con grandi elementi triangolari in sottile lamiera di alluminio formano superfici curve da entrambi i lati lungo il perimetro delle sottostrutture, a evocare le vele e il vento.

 

Durante i campionati mondiali eventi in piscina e i campionati di nuoto sincronizzato si terranno nell’Hall Stadium, che successivamente potrà essere utilizzato per incontri di pugilato, pallacanestro, badminton, hockey su ghiaccio o concerti. L’Hall Stadium può contenere 14000 persone, che possono arrivare a 18000 utilizzando le sedute mobili.
La struttura principale dell’edificio chiuso a pianta circolare è realizzata in cemento armato, mentre la copertura è una struttura in acciaio con un diametro di 170 m e rivestita in alluminio. Le travi in acciaio parallele creano arcate dell’altezza di 35 m e includono le facciate in vetro del foyer aperto circolare.

 

Il Natatorium comprende quattro piscine disposte in file: due di dimensioni standard, una per le immersioni e una per il tempo libero; contiene più di 3500 posti a sedere fissi che possono arrivare a 5000 in occasione dei campionati di nuoto al fine di soddisfare i requisiti del FINA. Lo swimming hall è un edificio chiuso a pianta rettangolare con la struttura portante in cemento armato e la struttura di copertura con travi di acciaio trasversali. La struttura di copertura con superfici triangolari in vetro è lunga circa 210 m, larga 120 e alta 22 m. La luce del sole entra attraverso stretti toplights disposti lungo le travi, senza impedire l’illuminazione diurna naturale.

 

Il complesso delle piscine outdoor si trova all’aperto su un’isola artificiale e ospita 2000 posti a sedere fissi: per i Campionati Mondiali di Nuoto e altri eventi eccezionali la capacità sarà aumentata fino a 5000 posti a sedere. La piscina e le torri per le gare di immersione sono completate da una piscina agonistica.
Come per gli altri edifici, la struttura del tetto, con un diametro esterno di 130 m, corrisponde alla pianta circolare dell’involucro dell’edificio, che presenta un diametro interno di circa 90 m. Le travi di copertura appoggiano sulla struttura dell’edificio e una sottile membrana posizionata tra i moduli protegge l’interno dalla luce solare e dalla pioggia.
Il Media Center è una torre di 80 m di altezza collocata sul lato nord del complesso sportivo. I suoi quindici piani comprendono un centro fitness, sale conferenze, il centro medico, aree VIP e uffici.
Grazie alla griglia strutturale di 8,4 m, l’edificio può essere utilizzato in modo flessibile. Con il suo rivestimento esterno in panelli bianchi di alluminio perforato, l’edificio interpreta la forma ondulata del lago adiacente.

 

a cura di Federica Maietti

 

 

SCHEDA PROGETTO

 

Concorso
2008 – Primo premio

 

Committente
Shanghai Administration of Sports

 

Progetto
Meinhard von Gerkan e Nikolaus Goetze con Magdalene Weiss

 

Project leader
Chen Ying

 

Team
Jan Blasko, Lü Cha, Lü Miao, Jörn Ortmann, Sun Gaoyang, Yan Lüji, Jin Zhan, Fang Hua, Martin Friedrich, Fu Chen, Ilse Gull, Kong Rui, Lin Yi, Katrin Löser, Ren Yunping, Alexander Schober, Nina Svensson, Tian Jinghai, Zhang Yan, Zhou Yunkai, Zhu Honghao

 

Strutture
schlaich bergermann and partners

 

International installations
ARUP

 

Landscaping
WES & Partner

 

Studio partner
SIADR, Tongji Design Institute

 

Cronologia
2009–2011

 

gmp
von Gerkan, Marg und Partner · Architectsù
Elbchaussee 139
22763 Amburgo
Tel. +49.40.88 151 0
Fax +49.40.88 151 177
e-mail: hamburg-e@gmp-architekten.de
www.gmp-architekten.de

 

Nell’immagine di apertura, vista dell’Hall Stadium, Shanghai Oriental Sports Center, gmp – von Gerkan, Marg und Partner Architects. Foto © Marcus Bredt

Scritto da

The author didnt add any Information to his profile yet



Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

News dal Network Tecnico