Architettura in acciaio e vetro. Un ponte per il centro ricerche di Lisbona

Il “Champalimaud Centre for the Unknown”, l’istituto di ricerca biomedica di Lisbona (Portogallo), è stato progettato da “Charles Correa Associates” di Mumbai (India) ed è composto da due edifici situati in una grande area pubblica che ospitano unità di cura, laboratori di ricerca, un auditorium e uno spazio espositivo, nonché gli uffici della fondazione stessa. L’istituto sorge su un’area di 60.000 metri quadrati a Belèm nel distretto di Lisbona, dove il fiume Tago confluisce nell’Oceano Atlantico. La sua posizione è di notevole importanza storica, essendo il luogo da cui i pionieri portoghesi salparono alla scoperta dell’ “ignoto” nel XV e XVI secolo. L’obiettivo del centro di ricerche multidisciplinare è di far leva su questa eredità storica creando un legame tra le scoperte del passato e la nuova ricerca scientifica nei campi delle neuroscienze e oncologia.

 

Gli edifici del centro, inaugurato il 5 ottobre 2010 dal Presidente della Repubblica del Portogallo, sono collegati da un leggero ponte di acciaio e vetro lungo 21 metri, realizzato da Bergermann Schlaich und Partner di Stoccarda (Germania), dal Prof. Jens Schneider dell’università di Darmstadt (Germania) e Bellapart di Olot (Spagna).

 

Il ponte è costituito da pannelli curvi di vetro stratificato con interstrato DuPont™ SentryGlas®, scelto dallo studio di ingegneria strutturale Bergermann Schlaich und Partner e dalla ditta Bellapart in virtù della freccia ridotta e delle superiori prestazioni post-rottura rispetto ai vetri stratificati in PVB. Inoltre, la vicinanza del centro di ricerca al mare ha fatto sì che le ottime prestazioni di durabilità e di esposizione ad agenti atmosferici dei vetri stratificati con DuPont™ SentryGlas® fossero ulteriori criteri di scelta.

 

Il rivestimento di vetro curvilineo del ponte è costituito da diversi pannelli di vetro stratificato, ognuno in genere di 1950×1320 mm, prodotto da Cricursa, azienda spagnola specializzata in vetri stratificati, usando una struttura relativamente leggera composta da 8 mm di vetro temperato HST + 2,28 millimetri di interstrato SentryGlas® + 8 millimetri di vetro temperato HST. I pannelli sono tenuti in posizione da quattro morsetti progettati su misura da Bellapart, posti alle estremità del vetro, mentre gli anelli d’acciaio verticali posizionati ogni due metri lungo il rivestimento, fungono da sostegno.

 

I calcoli effettuati da Schlaich Bergermann und Partner, in collaborazione con il Prof. Schneider del TU di Darmstadt, hanno confermato che per raggiungere un tasso comparabile di freccia in pannelli di vetro stratificato con interstrato PVB di dimensioni simili, lo spessore del vetro sarebbe dovuto aumentare da 8 + 8 mm a 12 + 12 mm. Tutto ciò, avrebbe aggiunto un peso significativo all’installazione, richiedendo una struttura di sostegno più consistente e rendendo inoltre difficile ottenere il raggio di curvatura previsto per i pannelli.

 

Già pratica di SentryGlas® per averlo utilizzato in progetti precedenti, Bellapart ha replicato i calcoli del carico del vetro per un pannello di vetro stratificato con interstrato di DuPont, per assicurare la conformità con i requisiti di sicurezza, come spiega Carles Teixidor, ingegnere industriale di Bellapart: “I nostri calcoli hanno verificato il basso livello di freccia dei pannelli di vetro stratificato con SentryGlas®, al di sotto di L/100 nelle strutture da 8mm + 8mm, raggiunto nonostante l’esposizione a carichi di vento abbastanza elevati che risultano sia dalla sua geometria che dalla vicinanza al mare. Inoltre, le eccellenti prestazioni post-rottura del vetro temperato stratificato con SentryGlas® in caso di cedimento delle installazioni non verticali è stato un fattore chiave: grazie all’elevata rigidità e al basso creep dell’interstrato, c’è un ampio intervallo di tempo tra il potenziale cedimento dei due componenti di vetro e il distacco del pannello dai suoi fissaggi, concedendo più tempo per la riparazione o la sostituzione e limitando l’insorgenza di pericoli per i passanti”. Con il ponte installato proprio a pochi metri dal mare, la superiore stabilità dei bordi di SentryGlas® diventa inoltre cruciale nei pannelli in vetro a bordi aperti alle estremità del ponte. “Per proteggere questi pannelli dalle intemperie non sono state usate guarnizioni contro agenti atmosferici, tuttavia l’eccezionale stabilità dei bordi di SentryGlas® assicura che non si verificherà alcuna delaminazione rilevante dei bordi, né la penetrazione di una quantità misurabile di umidità”, conferma Carles Teixidor.

 

 

 

DuPont Glass Laminating Solutions fornisce materiali, servizi e innovazioni ai produttori e agli specialisti di vetro stratificato. Contribuisce a creare un mondo migliore aumentando la protezione nelle abitazioni e la sicurezza nel settore automobilistico, rendendo possibile la progettazione di edifici più resistenti e più efficienti dal punto di vista energetico, che lasciano entrare più luce naturale.

 

Nell’immagine di apertura, vista del ponte in acciaio e vetro di collegamento tra gli edifici del Champalimaud Centre for the Unknown di Lisbona

Scritto da

The author didnt add any Information to his profile yet



Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

News dal Network Tecnico