Architettura green: i nuovi progetti nell’Archivio di architetti.com

Sono disponibili nuovi progetti nell’Archivio di architetti.com, il catalogo on-line che consente la navigazione all’interno di centinaia di progetti e realizzazioni suddivisi per categorie: spazi intimi (design, arredamento, ecc.), spazi urbani (piazze, parchi, ecc.), spazi pubblici (musei, municipi, uffici, ecc.), spazi residenziali (case a schiera, isolate, tipologie ibride, torri residenziali, ecc.). Ogni progetto è composto da schede descrittive e visualizzazioni per immagini, e la banca dati permette un’indicizzazione per autore, anno di realizzazione, luogo e tipologia. Il catalogo si arricchisce giorno per giorno sia con gli inserimenti di tutti gli architetti che visitano il sito e che offrono la loro disponibilità di pubblicazione, sia con le proposte partecipanti a prestigiosi premi di architettura, quali il Premio Internazionale Architettura Sostenibile, il premio IQU (Innovazione e Qualità Urbana), il Premio Dedalo Minosse alla Committenza di Architettura, ecc.

 

Per consultare l’archivio progetti devi fare solo una cosa: iscriverti al sito.
Iscriviti ad Architetti.com. È gratis.

 

I nuovi progetti disponibili, in particolare, riguardano:

– due realizzazioni di London Olympic 2012 rispettivamente dello studio Magma Architectures e di Zaha Hadid: la Shooting Arena è realizzata con una membrana bianca e lucida in PVC su cui si aprono molteplici oblò colorati che costituiscono l’ossatura che tiene in tensione l’intero involucro e al tempo stesso permettono l’ingresso della luce e la ventilazione naturale degli spazi indoor della struttura completamente smontabile. L’Aquatics Centre di Zaha Hadid è una delle sfide costruttive più complesse che le Olimpiadi di Londra hanno affrontato: la struttura rivestita in alluminio e costituita da un grande basamento che emerge dal terreno attraverso una copertura parabolica a doppia curvatura sembra generata dal movimento fluido di un’onda;

la scuola UPI di Paredes Pedrosa arquitectos, la 1 Bligh tower di Ingenhoven architetti e l’EDF Archives Centre di LAN Architecture sono i vincitori rispettivamente della Medaglia d’oro e della Medaglia d’argento ex aequo della IX edizione del Premio Internazionale Architettura Sostenibile. La scuola di Paredes Pedrosa rispetta e preserva l’ambiente organizzando le aule intorno a sei grandi gelsi preesistenti che diventano i protagonisti di una corte centrale, la torre di Ingenhoven definisce nuovi standards per gli edifici terziari a sviluppo verticale combinando un linguaggio architettonico moderno con un approccio sostenibile e tecnologicamente innovativo, mentre il Centro Archivi di LAN Architecture rappresenta un sorprendente esempio di sensibilità progettuale nell’approccio alla realizzazione di un edificio di grandi dimensioni in un contesto paesaggisticamente armonioso in cui la forma compatta persegue l’obiettivo di un’economia costruttiva e riduzione di scambio termico.

 

 

Nell’immagine, Scuola UPI, Gandía, Valencia, Spagna, Paredes Pedrosa arquitectos. Vista dall’alto del cortile interno. Foto © Roland Halbe

Scritto da

The author didnt add any Information to his profile yet



Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

News dal Network Tecnico