Architettura ecosostenibile, il progetto del Queen Alia International Airport di Foster and Partners

Il progetto del Queen Alia International Airport, ad Amman, in Giordania, a firma dello studio londinese Foster+Partners, esplora una visione avvenieristica dell’aeroporto del ventunesimo secolo e offre un approccio verso un’architettura sensibile dal punto di vista ecologico. L’aeroporto è stato progettato per evocare un senso distintivo del luogo e per fornire un notevole miglioramento ai collegamenti alla regione. Lo schema progettuale è studiato in modo da consentire all’aeroporto di crescere del 6% ogni anno per i prossimi venticinque anni, aumentando la capacità di passeggeri da tre milioni a dodici milioni entro il 2033, consentendo ad Amman di diventare il centro nodale di smistamento aereo della regione di levante.

 

Dal punto di vista formale, l’edificio è ispirato all’architettura araba tradizionale, con una varietà di spazi esterni e di giardini all’aperto. Nei cortili, specchi d’acqua riflettono la luce diurna all’interno dell’edificio fornendo al contempo un sistema passivo di raffrescamento dell’aria precedente alla ventilazione meccanica e costituendo un naturale punto di conversione che orienta il movimento dei passeggeri. Configurato come una sorta di ampio baldacchino, la sua superficie esterna nera ricorda le tende beduine, riparando la grande area pubblica esterna ed evocando la percezione di un bazar mediorientale.

 

Il progetto incorpora una strategia ambientale passiva. La luce naturale è sfruttata in modo ottimale e travi con fenditure in corrispondenza delle giunzioni delle colonne con la copertura consentono alla luce diurna di penetrare nell’edificio in profondità. La struttura di copertura in cemento agisce come un “contenitore” termico per riscaldare e raffreddare l’edificio e un rivestimento metallico nero ricopre le cupole agendo come uno scudo termico provvisto di cavità ventilata naturalmente per rilasciare il calore accumulato. Il forte aggetto della copertura fornisce un’ombreggiatura naturale a tutta altezza per le facciate in vetro per mitigare il calore e i problemi collegati ai riflessi e all’abbagliamento.

 

A Flag Soprema Group è stato chiesto di trovare una soluzione che permettesse una semplice ed efficace adesione dei pannelli in poliuretano espanso al supporto costituito da moduli prefabbricati in cemento oltre a un sistema impermeabilizzante con una significativa riduzione del numero delle operazioni di posa.
La soluzione adottata, è stata quella di utilizzare un prodotto speciale della gamma Soprema: Sopravap 3 en 1 che, attraverso una sola applicazione dà un triplice risultato in quanto agisce come primer sulla superficie di supporto in cemento, svolge la funzione di barriera al vapore e consente un incollaggio sicuro ed efficace dei pannelli in PU utilizzati come coibente. L’impermeabilizzazione del pacchetto (con una superficie totale di circa 70.000 m2) è garantita dall’applicazione di un manto in PVC da 1,8 mm rinforzato in velo vetro (Flagon SV) posato in totale aderenza sull’elemento termoisolante tramite un apposito adesivo a contatto (Flagcol P1 M) applicato a spruzzo.

 

SCHEDA PROGETTO

 

Queen Alia International Airport 

 

Localizzazione
Amman, Giordania

 

Progettista
Foster + Partners Architects

 

Co-architects
Maisam – Dar Al-Omran JV

 

Committente
Airport International Group, Airport International Group P.S.C., J&P-AVAX S.A., Joannou & Paraskevaides (Overseas) Ltd, The Hashemite Kingdom of Jordan Ministry of Transport

 

Consulenti
Buro Happold, David Langdon, Buro Happold, Dar Al-Handasah, World of Lights, ADPi, Buro Happold, Dar Al-Handasah, NACO, Rahe Kraft, Zuhair Fayez Partnership

 

Cronologia
2005 – 2012

 

 

Per ulteriori informazioni
www.fosterandpartners.com 

 

 

 

Nell’immagine di apertura, vista complessiva del progetto del Queen Alia International Airport ad Amman

Scritto da

The author didnt add any Information to his profile yet



Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

News dal Network Tecnico