Architettura e spazio urbano. Paris Market Lab, il progetto secondo classificato

Sono stati annunciati lo scorso 27 febbraio 2012 i vincitori del concorso Paris Market Lab, organizzato da ArchMedium e volto alla progettazione di un edificio dedicato alla gastronomia secondo un concept innovativo: associare una scuola di cucina a un ristorante nel cuore di Parigi. La giuria, composta da Gustavo Gili (Presidente), Estaninslau Roca (urbanista), Josep Bohigas (architetto), Gontzal Bilbao (chef), Alejandro Lapunzina (architetto) ha selezionato i vincitori del primo, secondo e terzo premio e dieci menzioni d’onore tra i 428 progetti pervenuti.

 

ArchMedium ha lanciato, lo scorso settembre 2011, un concorso internazionale aperto a tutti gli studenti di architettura per il concept di un nuovo complesso chiamato Market Lab, ristorante e contemporaneamente scuola di cucina, nel cuore di Parigi, a pochi passi da Sain-Germain, invitando il nuovo progetto a integrarsi e dialogare con la storia e con il contesto urbano circostante, in un tipico edificio parigino isolato e, recentemente, parzialmente bruciato. I partecipanti avevano piena libertà nel decidere se demolire l’edificio e crearne uno nuovo oppure se mantenerlo, completamente o parzialmente, e lavorare sulla preesistenza.

 

Il progetto vincitore del primo premio è Dumas, elaborato da Ganko, team di progettisti italiani composto da Guido Tesio e Nicola Munaretto del Politecnico di Milano, mentre il secondo premio è stato assegnato al team spagnolo Passage Thiere formato da Julia Sarda Mompeo, Mariona Collet Campo, Adriana Mas Cucurell, Cristina Romero Cortazar e Alba Abiad Monge della Architecture School of Barcelona ETSAB (UPC).
La giuria, nel valutare la proposta, ha apprezzato e sottolineato la capacità dell’idea progettuale di integrarsi nell’ambiente urbano creando interessanti sinergie con il mercato. Il progetto si estende fino alla copertura del mercato, collegandola con l’edificio oggetto di intervento, riconoscendo un elemento comune tra il mercato, i tetti parigini, gli attici e la vista del cielo.
La conservazione parziale dell’edificio esistente e la valorizzazione del preesistente cortile, che costituisce un importante spazio pubblico circostante l’area, sono elementi generatori del progetto.

 

I criteri stabiliti dalla giuria nel valutare i progetti hanno riguardato:
– la definizione a scala urbana della proposta, e integrazione del progetto con il tessuto esistente; nonché la capacità del piano terra di creare una relazione tra l’edificio e lo spazio pubblico circostante;
– la conservazione dell’edificio esistente come atteggiamento preferibile rispetto alla sua demolizione;
– la capacità di interpretare le richieste del bando e di creare una sinergia tra la scuola di cucina e il mercato di Sain-Germain;
– la capacità di sintetizzare le idee in un’unica tavola in grado di rappresentare l’intero progetto attraverso disegni e immagini capaci di restituire l’atmosfera parigina.

 

a cura di Federica Maietti

 

Per ulteriori informazioni
www.en.archmedium.com

 

Nell’immagine, estratti dell’elaborato di progetto del team Passage Thiere (Julia Sarda Mompeo, Mariona Collet Campo, Adriana Mas Cucurell, Cristina Romero Cortazar, Alba Abiad Monge) vincitore del secondo premio al concorso Paris Market Lab 

Scritto da

The author didnt add any Information to his profile yet



Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

News dal Network Tecnico