Architettura e spazio pubblico, nuovo Centro della Musica a Cassano d’Adda di DAP Studio

I lavori del cantiere del Centro della Musica di Cassano d’Adda, Milano, su progetto di DAP Studio hanno preso avvio nel mese di luglio e vedranno la conclusione a fine estate 2015.

 

Da diversi anni parte della ricerca di DAP Studio si è sviluppata attorno allo studio dei percorsi e dei flussi come elementi ordinatori e strategia di definizione del progetto architettonico, sia esso un edificio o uno spazio interno. Il Centro della Musica rappresenta un’ulteriore interessante occasione di sviluppo di questa ricerca, per sperimentarne le misure ed esplorarne le possibili soluzioni.

 

Il Centro della Musica è soltanto uno dei tasselli che compongono il progetto più ampio di risistemazione di un’intera area nei pressi del centro storico di Cassano d’Adda. L’intervento, infatti, include anche gli spazi esterni all’edificio, perno attorno a cui ruota tutto il processo di definizione dello spazio pubblico: la piazza antistante, le aree dedicate al verde e quelle per i parcheggi, interconnessi con il Centro da percorsi che ne rendono più fruibili gli spazi.

 

Sviluppato su tre livelli fuori terra e uno interrato, tutto il volume ospita attività dedicate interamente alla musica con un auditorio da 300 posti a sedere, la Scuola Civica di Musica, un bar e spazi commerciali di servizio. Al suo interno un articolato sistema di pieni e vuoti, percorsi in quota e passerelle, definisce la ricchezza degli spazi, e l’articolato sviluppo delle diverse funzioni.
Il foyer dell’auditorium si sviluppa in altezza su tre livelli, mettendo in connessione visiva tra loro tutti i piani.

 

Il piano terra è stato pensato come il naturale prolungamento verso l’interno della piazza antistante, in una relazione di dialogo reciproco tra “dentro” e “fuori”, “pubblico” e “privato”, che definisce i limiti laschi di utilizzo dello spazio stesso a seconda delle attività svolte.
Dal foyer una larga gradinata porta al piano interrato, aprendosi verso la corte/giardino ribassata, fondale scenico dello spazio dedicato ai piccoli concerti e agli eventi pubblici, e verso l’alto agli altri piani e agli articolati percorsi che li connettono.

 

Sulla piazza si affaccia il volume sporgente del caffè, cui si accede attraverso una passerella che mostra i primi scorci del giardino sottostante, e che permette un accesso diretto al foyer.
Una scala posta di traverso rispetto alla direzione degli ingressi sulla piazza, porta al primo piano dove trova posto autonomo la Scuola Civica di Musica, articolata anch’essa con un sistema di spazi aperti e chiusi, ritmati da piccole con corti e grandi pareti vetrate. Il percorso interno si dipana lunga quest’alternanza di spazi, accedendo dapprima a una corte aperta, come zona cuscinetto di passaggio dal piano dell’auditorio e del Centro alla Scuola di musica, e a seguire a tutte le altre stanze.

 

Gli spazi per la didattica sono organizzati in otto aule di varie dimensioni collocate prevalentemente lungo il perimetro dell’edificio in alternanza alla successione di patii che portano all’interno aria e illuminazione naturale: ogni aula si affaccia direttamente su un patio, in modo che questi stessi spazi possano essere considerati una sorta di proiezione esterna delle aule. Questo tipo di organizzazione planimetrica genera un ampio spazio centrale che si presta ad accogliere attività di vario genere: didattica, piccoli eventi, esposizioni, aree di accoglienza, di ritrovo e di attesa. Il percorso interno si conclude in un’altra corte aperta, più grande delle altre, adatta a ospitare piccoli eventi esterni, e da cui parte una scalinata che conduce direttamente al piano terra sul lato della strada principale.

 

Le funzioni di servizio del Centro sono state collocate al piano interrato: bagni per il pubblico del bar/negozio, bagni per il pubblico dell’Auditorium, per il personale e per gli artisti,  magazzini, ripostigli, locali tecnici e locale laboratorio per l’Auditorium.
La facciata esterna continua avvolge l’intricato sistema di spazi interni in un unico grande volume
. È realizzata in lamiera di alluminio forata pressopiegata, per garantire un certo grado di uniformità all’edificio, attraverso la quale si intravede a tutti i piani il gioco interno di alternanza tra i pieni e i vuoti.


SCHEDA PROGETTO
Centro della Musica di Cassano d’Adda


Localizzazione
Cassano d’Adda, Milano


Committente
Comune di Cassano d’Adda


Progetto
Dap studio


Strutture
studio Scolari


Impianti
Ebner Engineering


Cronologia
progetto: 2013
in fase di realizzazione


Per ulteriori informazioni
www.dapstudio.com


Nell’immagine di apertura, DAP Studio, vista del progetto il nuovo Centro della Musica di Cassano d’Adda. © DAP Studio

Scritto da

The author didnt add any Information to his profile yet



Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

News dal Network Tecnico