Architettura e spazio pubblico. Il Lantern Pavilion a Sandnes

Il Lantern Pavilion è un vero e proprio manifesto per la progettazione degli spazi pubblici e la concretizzazione di una strategia di intervento urbano. Realizzato dallo studio AWP Agence de reconfiguration territoriale con Atelier Oslo coerentemente con i principi e le caratteristiche dell’architettura tradizionale norvegese in legno, questa lanterna urbana, un gigantesco “baldacchino” in legno e vetro, si configura come un tetto aperto di dimensioni tali da divenire il simbolo della città di Sandnes, in Norvegia.

 

Il padiglione ha inoltre la funzione di proteggere una nuova piazza per il mercato, anch’essa progettata dallo studio AWP, che ha pensato alle pavimentazioni e a una serie di spazi pedonali e di impianti e strutture che consentono alla piazza di ospitare diverse funzioni: mercato settimanale, concerti, eventi, tempo libero, incontri e scambi. Illuminato durante la notte, il Lantern Pavilion è diventato una nuova icona della città e un punto di riferimento che fornisce un ambiente suggestivo a sostegno delle attività pubbliche che già si svolgevano nella piazza e come incentivo per nuovi utilizzi.

 

Quando le città di Sandnes e Stavanger sono state scelte come Capitali Europee della Cultura nel 2008, il concorso denominato Novegian Wood è stato lanciato al fine di promuovere architetture innovative in legno in grado di contribuire a rendere la regione una vetrina internazionale per questo materiale.
La città di Sandnes ha richiesto, in occasione del concorso, la progettazione di una nuova piazza e di un oggetto scultoreo in legno nel quartiere pedonale di Langgata allo scopo di rivitalizzare la zona e di creare uno spazio in cui potessero avere luogo molte attività diverse: un punto di incontro che potesse ospitare anche mercati, concerti e altri eventi. Un luogo in grado di configurarsi come una sorta di “rifugio”, di invitare e di incoraggiare diversi eventi sociali e di supportare nuove attività. Poiché il sito scelto per il concorso di progettazione è visibile da lontano e dalla stazione ferroviaria che separa due zone distinte della città, era essenziale creare un oggetto che potesse essere percepito da lontano e in grado di “rivelare” la presenza della piazza.
Realizzando un luogo familiare ma in grado di guardare al futuro, l’ambizione dello studio AWP era quella di realizzare un manifesto per la progettazione dello spazio pubblico; non una semplice decorazione ma una vera e propria strategia urbana.
Il progetto utilizza la forma iconografica dell’antica casa in legno sollevata da terra. Attraverso la ridefinizione della sua tecnologia costruttiva tradizionale e facendola risplendere nel buio attraverso un’abbagliante illuminazione, questo archetipo di casa norvegese è diventato un punto di riferimento e un simbolo della vecchia città che si trasforma adeguandosi alle dimensioni della città nuova,  utilizzando le tradizionali caratteristiche costruttive del legno per realizzare un oggetto contemporaneo.

 

Vincitore del primo premio al concorso internazionale  per la progettazione di un padiglione urbano e per la riqualificazione e valorizzazione del centro di Sandnes in occasione del Stavanger European Capital of Culture 2008, il Lantern Pavilion è stato candidato al prestigioso premio Mies Van der Rohe 2009.

 

a cura di Federica Maietti

 

 

L’articolo completo e le immagini del progetto sono pubblicati nella e-zine n. 38 “LUCE=MATERIA”

 

Nell’immagine, vista del Lanter Pavilion a Sandnes, Norvegia. Foto © AWP + Atelier Oslo

Scritto da

The author didnt add any Information to his profile yet



Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

News dal Network Tecnico